Smoothie banana e cacao

Ecco come si prepara un ottimo smoothie ma anche in che cosa si differenzia dal frullato e dal centrifugato. E subito dopo una ricetta in cui cimentarsi!

19/04/2021

Sommario

Ecco come si prepara un ottimo smoothie ma anche in che cosa si differenzia dal frullato e dal centrifugato. E subito dopo una ricetta in cui cimentarsi!

Tempo di preparazione:
5 minuti
Quantità:
2 smoothie

Ingredienti Ricetta

  • Banane 2
  • Cubetti di ghiaccio a piacere qb
  • Yogurt 1 vasetto
  • Latte di mandorle 1 bicchiere
  • Cacao 2 cucchiaini
  • Miele 2 cucchiaini

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 1
  • Calorie 250 kcal
  • Grassi 5,2 g
  • Carboidrati 30 g
  • Proteine 17 g

Lo smoothie banana e cacao è una bevanda salutare ed energetica, golosissima e cremosa. Ideale per i mesi più caldi in arrivo, potete berla a casa ma anche in ufficio o addirittura in spiaggia. In commercio esistono, infatti, le tipologie più svariate di contenitori portatili per smoothie, dai barattoli vintage in vetro ai bicchieroni in plastica, trasparente o colorata. Naturalmente con tanto di coperchio forato e cannuccia.

Smoothie, frullato e centrifugato: le differenze

Per poter preparare uno smoothie è, però, fondamentale sapere che cos’è e in che cosa si differenzia sia dal frullato che dal centrifugato. Innanzitutto la parte più semplice, le differenze rispetto ad un centrifugato. Per preparare quest’ultimo, basterà avere un estrattore, inserire al suo interno, a pezzi, la vostra frutta e verdura preferita e azionarlo. Ne otterrete così il solo succo, che sarà stato separato dalla polpa, e vi berrete, così, un vero concentrato di vitamine e sali minerali. Nello smoothie la frutta è, invece, presente sia con la polpa che con il succo e già questo basta a rendere diverse le due bevande.


Leggi anche: Frullato di mele

Più complicato è distinguere un frullato da uno smoothie. In entrambi i casi si frulla, quindi niente estrattore e in entrambi i casi le protagoniste sono frutta e verdura. In più, sia preparando un frullato che uno smoothie, potreste trovarvi ad aggiungere del latte. E allora il dubbio può nascere. Che tra i due non esistano, in fondo, differenze? Ma tranquilli, esistono eccome. In estrema sintesi, se lo smoothie si fa con il ghiaccio, il frullato si fa con il latte, quello classico vaccino.

Come preparare un ottimo smoothie

La prima regola per preparare un ottimo smoothie è quindi iniziare da qualche cubetto di ghiaccio. In alternativa potete anche utilizzare frutta surgelata. A questo punto, se avete un’indole minimal, potreste addirittura fermarvi qui, magari aggiungendo semplicemente un dolcificante.

Se preferite, però, uno smoothie maggiormente cremoso, potete inserire nel frullatore anche yogurt o latte, in questo caso rigorosamente vegetale, più digeribile di quello vaccino. Latte di soia, di mandorle, di cocco, dipenderà dai vostri gusti. E, sempre per conferire cremosità, l’ideale è aggiungere anche qualche pezzetto di banana.

Fondamentale, ricordate sempre di servire il vostro smoothie subito dopo averlo preparato, in modo che sia ancora freddo e che il ghiaccio non si sia sciolto completamente. Dove? In un bicchierone o, ancora meglio, in un vasetto per conserve, molto vintage ma anche molto di moda. Oggi si parla di drinking jar. E, per completare il tutto, non può mancare la cannuccia colorata!


Potrebbe interessarti: Frullato di frutta

Foto Credit: Charlotte May da Pexels

Preparazione

Inserite nel frullatore i cubetti di ghiaccio, le banane tagliate a tocchetti, lo yogurt, il latte di mandorle, il miele e il cacao. Azionate in modo da ottenere un cremoso smoothie.

Versate nei bicchieri e servite subito, magari con un’ulteriore spolverata di cacao in superficie.

N.B.: Se, al posto delle banane fresche, decidete di utilizzare delle banane surgelate, potete fare a meno dei cubetti di ghiaccio.