Stracotto di maiale.
Ricette Secondi Piatti

Stracotto di maiale

Questo piatto è il ricco e sostanzioso secondo della tradizione italiana. Si presta a moltissime varianti, in sostanza una per ogni regione della nostra amata nazione.

Con le temperature che si abbassano, questa ricetta dello stracotto di maiale al vino rosso risulta essere l’ideale.

Si tratta di una ricetta piuttosto impegnativa dal punto di vista del tempo necessario e di conseguenza adatta per il pranzo della domenica, inoltre proprio per il fatto che lo stracotto sia un piatto che si gusta preferibilmente caldo, lo stracotto di maiale al vino rosso costituisce un secondo molto ricco.

Questo piatto è il ricco e sostanzioso secondo della tradizione italiana. Si presta a moltissime varianti, in sostanza una per ogni regione della nostra amata nazione.

La parte del maiale migliore per questa ricetta è la lombata, detta anche lonza: è una parte carnosa utilizzabile per farne fettine da saltare in padella o per cuocerla, in un pezzo unico, come arrosto o brasato.

Qualcuno confonde lo stracotto con il brasato. Sbagliando, perché son due ricette differenti. Queste preparazioni hanno un aspetto comune: il succulento sugo sul quale troneggia la carne.

Lo stracotto ha origini antiche. Dopo il Mille, pare fosse portata apprezzata nelle giornate festive durante l’inverno.

Forse era più in uso al Nord, nella pianura Padana, dove il clima umido invogliava a consumare a piatti corroboranti e di rinforzo. Rispetto allo stracotto odierno, quello dell’antichità era volutamente più brodoso e speziato.

Brodoso perché doveva sfamare un numero congruo di commensali. Speziato per mascherare il cattivo odore della carne troppo frollata a temperatura ambiente! Era, in pratica, una sorta di zuppa di carne.

Di seguito vi proponiamo la ricetta classica che ben si abbina a ogni tipo di menù per le grandi ricorrenze nelle stagioni più fredde.

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 2 ore 0 minuto

Ingredienti

  • 800 grammi spezzatino di maiale
  • 4 dl vino rosso
  • 4 cucchiai olio evo
  • 4 Carote grandi a cubetti
  • 1 sedano a cubetti
  • 1 cipolla media tritata
  • 1 cucchiaino paprika
  • 1 cucchiaino cannella in polvere
  • 2 dl brodo vegetale
  • 400 grammi cipolline
  • 2 cucchiai burro
  • 200 grammi polpa di zucca
  • 200 grammi funghi champignon
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Scaldare metà dell’olio a fuoco medio in una casseruola capiente. 
  2. Unire 3 carote, un sedano, la cipolla tritata e la carne e farla rosolare per 5 minuti. 

  3. Unire la cannella e la paprika, salare e aggiungete il vino. 
  4. Coprire la pentola e fare cuocere a fuoco basso per 1 ora e 10 minuti, finché la carne sarà tenera. Se dovesse attaccarsi alla pentola aggiungete un po’ di brodo.
  5. Lessare le cipolline in un pentolino con il brodo rimasto a fuoco medio per 7 minuti circa, finché saranno tenere, quindi scolatele.
  6. Fare fondere il burro a fuoco medio in una padella capiente con l’olio rimasto, unire la zucca, il sedano e la carota rimasti, salare e pepate.
  7. Unire anche i funghi e le cipolline e saltare le verdure a fuoco basso per circa 30 minuti, finché saranno molto tenere e dorate.
  8. Trasferire il brasato su un piatto da portata, unire le verdure, condire il tutto con la salsa e servire.


Melanzane alla pizzaiola in padella
Ricette Secondi Piatti

Melanzane alla pizzaiola in padella

Stocco alla messinese
Ricette Secondi Piatti

Stocco alla messinese

Shirataki
Ricette Secondi Piatti

Shirataki: cosa sono e idee per ricette

Involtini di melanzane alla siciliana
Ricette Secondi Piatti

Involtini di melanzane alla siciliana

Taccole al pomodoro: la ricetta
Ricette Secondi Piatti

Taccole al pomodoro: la ricetta

Agnello con carciofi
Ricette Secondi Piatti

Agnello con carciofi

Pesce in umido in bianco
Ricette Secondi Piatti

Pesce in umido in bianco

Baccalà alla livornese
Ricette Secondi Piatti

Baccalà alla livornese