Arista di Maiale Ripiena
Ricette Secondi Piatti

Arista di Maiale Ripiena al Forno

Un piatto da far venire l’acquolina in bocca

S24

L’arista di maiale ripiena con frutta ammorbidita in Marsala, prosciutto cotto e mandorle tostate è un piatto elegante e gustoso per cena in famiglia o per un’occasione speciale … qualcosa per stupire i vostri ospiti! Questa ricetta non è solo buona da mangiare ma anche bella da vedersi: quanto sono d’impatto i colori della frutta quando si affetta – sappiamo tutti che si mangia prima con gli occhi! La commistione di frutta, mandorle e Marsala fa venir l’acquolina in bocca e ricorda sapori della Sicilia. Infatti, la Sicilia è uno dei più importanti produttori di mandorle nel mondo. Le mandorle, simbolo di buona fortuna, coltivate originariamente ​​in Medio Oriente, sono state poi introdotte in Sicilia prima del 1000 a.C. Inoltre, il Marsala, un vino liquoroso dolce simile al Porto e Sherry, è prodotto nella regione circostante la città di Marsala in Sicilia. Questo vino è un complemento perfetto per i formaggi piccanti, frutta secca, dolci o carne. La dolcezza del Marsala dà a questo piatto un sapore squisito e appetitoso.

Arista di Maiale Ripiena al Forno
  • Resa: 4 porzioni ( 4 Persone servite )
  • Difficoltà:
  • Preparazione: 1 ora 30 minuti
  • Cottura: 50 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 1000 grammi lonza di maiale disossata
  • 50 grammi prosciutto cotto a fette sottili
  • 110 millitri Marsala
  • 8 albicocche secche
  • 6 prugne secche
  • 30 grammi mandorle tostate
  • 70 grammi burro
  • 1 rametto rosmarino
  • 5 fette arance di Sicila
  • sale e pepe

Preparazione

  1. Preriscaldare il forno a 205 °C
  2. Prima di cuocere l’arrosto, lasciare riposare fuori dal frigo fino a quando non raggiunge la temperatura ambiente
  3. Punzecchiare con una forchetta le albicocche e le prugne secche e lasciarle in ammollo nel Marsala per 30 min. Conservare il Marsala per cuocere la carne
  4. Tostare le mandorle per circa 5-6 minuti su una teglia in forno preriscaldato a 170 ° C o in una padella antiaderente sul fuoco. Mettere da parte
  5. Tagliare una fessura longitudinale lungo il centro della lonza, fermandosi a circa 2,5 cm del lato opposto. Aprire la lonza a libro
  6. Coprire completamente la superficie con il prosciutto. Disporre la frutta e le mandorle al centro. Arrotolare la lonza e mettere sopra le fette di arancia e il rametto di rosmarino. Legare l’arrosto con spago da cucina con una distanza di 5 cm
  7. Condire con sale e pepe secondo il proprio gusto. Mettere l’arrosto in una padella da forno con il burro e il Marsala
  8. Cuocere a 205 °C per 5 minuti. Ridurre il calore a 180 °C, coprire con un foglio di alluminio e cuocere per ulteriori 40 min. Utilizzare un termometro per la carne per determinare quando si raggiunge il livello preferito di cottura (circa 70 °C ) Scoprire e mettere sotto il grill per dorare la parte superiore per circa 5 min.
  9. Trasferire su un tagliere. Lasciare riposare per circa 10-15 minuti. Rimuovere le corde e affettare. Si può servire con patate, puree di patate o verdure grigliate.
  10. Nota: È possibile sostituire le albicocche con i fichi secchi per rendere questa ricetta ancora più mediterranea.


Gamberi alla catalana
Ricette Secondi Piatti

Gamberi alla catalana

Melanzane ripiene
Ricette Secondi Piatti

Melanzane ripiene di ricotta e funghi

Costolette grigliate al pompelmo
Ricette Secondi Piatti

Costolette grigliate al pompelmo

Rape e salsiccia in padella
Ricette Secondi Piatti

Rape e salsiccia in padella

Torta salata di finocchi
Ricette Secondi Piatti

Torta salata di finocchi

Sformato di carciofi al parmigiano
Ricette Secondi Piatti

Sformato di carciofi al parmigiano

Filetto al radicchio
Ricette Secondi Piatti

Filetto al radicchio

Polpettone d'agnello
Ricette Secondi Piatti

Polpettone d’agnello

Ricetta spiedini di albicocche, speck e formaggio
Ricette Antipasti

Ricetta spiedini di albicocche, speck e formaggio

Un piatto sfizioso e goloso, particolare e molto versatile: ecco come fare gli spiedini di albicocche, speck e formaggio.

Leggi di più