Daikon: tre ricette gustose
Ricette vegetariane

Daikon: tre ricette gustose

Il daikon è una radice bianca, simile a una carota, originaria dell’Asia. È ricco di vitamine e proprietà benefiche per l’organismo.

Il daikon è una radice bianca originaria dell’Asia e sono numerose le proprietà benefiche ad ecco associate.

Il daikon, una radice ‘miracolosa’

Una radice bianca, a cui sono associate numerose proprietà benefiche, quasi miracolose: questo è il daikon, originario e diffuso soprattutto in Asia. I nomi con cui è conosciuto sono tre: ravanello cinese, ravanello giapponese e ravanello invernale. Questa radice è consumata in prevalenza in Giappone e il suo significato tradotto dalla lingua giapponese è ‘grossa radice’. La sua forma ricorda quella di una carota, ma è bianco e ha un sapore forte, quasi piccante.  

La cucina giapponese e il daikon

Questa grossa radice bianca riveste un ruolo fondamentale nella cucina tradizionale nipponica. Per preparare insalate o per decorare i piatti a base di sashimi o natto (preparazione ottenuta dalla fermentazione dei semi di soia), il daikon si utilizza grattugiato. Inoltre, questa radice è l’ideale per la preparazione di zuppe, minestre e stufati. Si abbina molto bene anche a fritti e tempure. Troviamo il daikon anche nelle ricette della cucina cinese, vietnamita e indiana. Il suo impiego in Italia non è ancora molto comune e non è semplice trovarlo sul mercato; ma una volta che lo proverete e che scoprirete i suoi benefici, non potrete più farne a meno.

Le proprietà del daikon

Ricco di minerali importanti e di vitamine: il daikon è un vero e proprio toccasana per il nostro organismo. Consumando questa radice, infatti, apporterete al vostro corpo calcio, potassio, magnesio, ferro e fosforo. Per quanto riguarda le vitamine, invece, il ravanello cinese ha un buon contenuto di vitamina C e B. basti pensare che 100 grammi di questo alimento contengono il 34% di fabbisogno di vitamina C raccomandato quotidianamente. Interessante poi il suo contenuto di fibre. Il daikon, infine, ha un bassissimo contenuto calorico: una porzione contiene soltanto 22 kcal.

I benefici del daikon

Sono numerosi i benefici associati al daikon. Pare proprio che questa radice sia un vero toccasana per il nostro organismo. Al ravanello giapponese si riconosce innanzitutto la capacità naturale di bruciare grassi: a seconda del tipo di consumo (fresco o secco), agisce su alcune parti del corpo, sciogliendo i depositi di grasso in eccesso. Grattugiato, invece, ha la proprietà specifica di favorire la digestione: se mangiate alimenti fritti o ricchi di grassi e vi sentite appesantiti, consumatene un po’ e starete decisamente meglio. Non a caso il daikon viene consigliato proprio alla fine di un pasto iperlipidico. Questa radice bianca aiuta anche contro i disturbi epatici. Gli si attribuiscono proprietà diuretiche, drenanti, disintossicanti e depurative delle vie urinarie. Agisce infine come mucolitico e quindi è utile in caso di tosse e raffreddore.

Consumarlo fresco

Se consumato fresco, il sapore del daikon ricorda quello del ravanello. La sommità della radice è dolce, quindi è adatta per essere mangiata cruda, grattugiata o a scaglie. La parte bassa, al contrario, è piccante: per questo motivo è meglio cuocerla al vapore e poi saltarla in padella. La radice è ottima anche se preparata al forno, da sola o abbinata ad altre verdure, e può essere servita come contorno o utilizzato come ingrediente nelle zuppe e nelle minestre. Una volta acquistata, va conservata al fresco, in un posto asciutto, e dura all’incirca due settimane. Il daikon fresco agisce sui grassi superficiali, quelli visibili a occhio nudo.

La radice secca

In commercio, soprattutto nelle erboristerie e nei negozi di alimenti naturali, si trova anche il daikon secco. In questo caso, la radice essiccata va fatta ‘rinvenire’ in acqua tiepida prima dell’uso. A differenza di quello fresco, il secco lavora sui grassi più profondi, quelli che si depositano con il tempo negli organi. Secondo la tradizione giapponese, la radice essiccata serve soprattutto a sciogliere i grassi intorno al cuore e al fegato.

Le ricette con la radice bianca

Consumato fresco o cotto, al vapore o saltato in padella, da solo o accompagnato con altre verdure: la radice bianca è sempre un ottimo piatto vegetariano da consumare. Vediamo quindi tre ricette gustose e facili da preparare per esaltare al meglio il sapore del daikon.

In padella

Per preparare il daikon in padella con le verdure, lavate una radice da circa 300 grammi (dose per 4 porzioni). Rimuovete le foglie e sbucciatela. Poi tagliatela a dadini. Lavate 300 gr di carote, sbucciatele e tagliatele a dadini. Poi lavate e tagliate a pezzetti 300 gr di zucchine. Versate due cucchiai di olio Evo in una padella antiaderente, riponete la verdura cercando di non sovrapporla e cuocete a fiamma allegra per 3 minuti, finché non si creerà una leggera crosticina. Fate attenzione a non bruciarle. Sfumate poi con 150 ml di succo di arance non trattate e aggiungete a piacere la salsa di soia e il pepe. Abbassate la fiamma e cuocete ancora per 10-15 minuti, aggiungendo dell’acqua se le verdure si asciugano troppo. Per rendere più gustosa questa preparazione, potete aggiungere patate e funghi. Al posto della salsa di soia, potete usare del semplice sale.

Lo sformato

Il daikon sformato è un’ottima idea salvacena. Lavate e sbucciate 2 patate e una radice bianca. Tagliateli a cubetti e cuocete al vapore, salando leggermente, per 15-20 minuti. Sbucciate uno spicchio d’aglio, tagliatelo a pezzetti e mettete a soffriggere in padella con poco olio. Aggiungete poi la verdura scolata bene: le patate devono essere morbide e facili da schiacciare, il daikon deve restare sodo. Cuocete per 5 minuti, poi trasferite in una pentola alta e fate raffreddare. Aggiungete un cucchiaino di sale e uno di pepe e mescolate. Mixate con un frullatore a immersione per ottenere una purea, aggiungete 4 cucchiaini di formaggio grattugiato e mescolate. Poi aggiungete 2 cucchiai di farina integrale e mescolate. Ungete uno stampo e spolverate con poca farina; versate il composto e disponetelo in modo uniforme. Infine cospargete la superficie con altro formaggio grattugiato e cuocete per 45 minuti. Sfornate e servite tiepido.

Stufato con pomodorini

Lavate un daikon, sbucciatelo e tagliatelo a fettine. Sbucciate uno spicchio d’aglio, tritate finemente; poi soffriggete con un peperoncino (a piacere). Aggiungete la radice e cuocete per qualche minuto. Lavate e tagliate a cubetti 3 pomodori e aggiungeteli in padella. Mescolate, aggiungendo poca acqua calda se necessario. Stufate a fuoco lento per 15 minuti. Potete servire caldo oppure freddo.



Ravanelli in agrodolce
Ricette vegetariane

Ravanelli in agrodolce

Insalata di ceci e gamberetti
Ricette vegetariane

Insalata di ceci e gamberetti

5 ricette con le fave
Ricette vegetariane

5 ricette con le fave

Ricetta riso freddo con fagiolini e tonno
Ricette vegetariane

Riso freddo con fagiolini e tonno, il piatto ideale per l’estate

5 abbinamenti in cucina con legumi e verdure
Ricette vegetariane

5 abbinamenti in cucina con legumi e verdure

5 abbinamenti in cucina con legumi e pesce
Ricette vegetariane

5 abbinamenti in cucina con legumi e pesce

Fagiolini gratinati
Ricette vegetariane

Fagiolini gratinati

Insalata di ceci
Ricette vegetariane

Insalata primaverile con legumi