Topinambur

3 ricette con il topinambur

Al forno, trifolato o fritto? Scopri i nostri consigli di cottura per preparare in tanti modi diversi il topinambur, un ortaggio ricco di proprietà e con un sapore unico!

A lungo considerato un ortaggio povero, oggi il topinambur è stato rivalutato, sia per il suo ottimo sapore, a metà fra quello della patata e del carciofo, sia per le sue proprietà benefiche e nutritive. Il topinambur si può preparare in tantissimi modi diversi, cotto o crudo, ma anche sotto forma di purea, al gratin o marinato. Solitamente si cuoce con la buccia, perché è difficile pelarlo, l’importante è ricordarsi di spazzolare bene l’ortaggio prima di procedere alla cottura. Quest’ultima va tenuta sempre d’occhio perché una cottura eccessiva renderebbe la polpa del topinambur appiccicosa ed eccessivamente morbida. Una volta cotto questo ortaggio può sostituire nelle vostre preparazioni le patate o le castagne, si può aggiungere a frittate, minestre o a ricette in umido, mentre crudo è ottimo in insalata. Vediamo tre ricette per prepararlo e guastare pietanze fuori dal comune.

Trifolati

Per un contorno leggero e gustoso non c’è niente di meglio dei topinambur trifolati. Sono facili da preparare e non richiedono molto tempo. Per prepararli tagliate il topinambur a fettine sottili, poi cuoceteli in una pentola con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio. Fate dorare il tutto, poi aggiungete un bicchiere di brodo vegetale e coprite con il coperchio, facendo cuocere per altri 15 minuti. Infine aggiungete sale, pepe e prezzemolo tritato. Quando le fettine di topinambur saranno diventate croccanti, versatele in un piatto e accompagnatele con un bel secondo piatto a base di carne (a esempio il roast beef) oppure con altre verdure.

Al forno

Il topinambur è ottimo anche cotto al forno, per realizzare un contorno di verdure light e semplice da preparare, perfetto in abbinamento non solo con la carne, ma anche con il pesce, come il salmone. Per preparare il topinambur al forno seguite la nostra ricetta. Potete condire il patto semplicemente con olio, sale, pepe e limone oppure insaporirlo con un po’ di noci o funghi. In alternativa, se siete delle vere golose, condite il topinambur con una salsina a base di pangrattato, origano, aglio, sale e pepe.

Fritti

Il topinambur è anche perfetto per realizzare delle patatine fritte alternative, che hanno lo stesso sapore di quelle classiche, ma sono molto più sane, da accompagnare magari a un hamburger vegetariano. Per preparare queste sfiziose chips affettate sottilmente il topinambur, poi cuocetelo nell’olio bollente e conditele con pepe, sale ed erbe aromatiche. Un ultimo consiglio: se volete rendere questo piatto davvero particolare aggiungete sul vostro piatto di topinambur fritti abbondante pecorino grattugiato e pepe macinato fresco, un condimento forte che creerà un perfetto contrasto con la dolcezza del topinambur.



Taccole, fagioli corallo o piattoni come cucinarli
Ricette vegane

Taccole, fagioli corallo o piattoni: come cucinarli

5 ricette con il miglio
Ricette vegane

5 ricette con il miglio

Zucchine ripiene al tofu e timo
Ricette vegane

Zucchine ripiene al tofu e timo

Hamburger di tofu e zucchine
Ricette vegane

Hamburger di tofu e zucchine

cookies vegani al cioccolato e nocciole
Ricette vegane

Cookies vegani al cioccolato e nocciole

Ricette vegane

Biscotti vegani alle castagne

Ricette vegane semplici: 3 idee
Ricette vegane

Ricette vegane semplici: 3 idee

Ricette vegane

Carrot cake vegana

Panissa genovese fritta con bimby
Ricette con il Bimby

Panissa genovese fritta con Bimby

La panissa è un piatto tipico della cucina genovese

Leggi di più