Pan dei Santi

Deliziosi biscotti speziati, preparati per la Commemorazione dei Defunti. Una ricetta facile da preparare e dal gusto ricco e delizioso

Pan dei Morti

Il Pan dei Morti è un biscotto tradizionalmente preparato per il Giorno dei Morti celebrato il 2 novembre, il giorno successivo a Tutti i Santi (Ognissanti). In questi due giorni si onorano le anime dei parenti e dei cari defunti e molti credono che gli spiriti tornino sulla Terra per visitare coloro che hanno lasciato. In effetti, l’uso di biscotti particolari quali amaretti e savoiardi o resti di dolci come ingredienti, simboleggiano chiaramente la trasmutazione del vecchio al nuovo.

È anche interessante notare che la frutta secca e fichi, fondamentali in questa ricetta, erano sempre presenti nelle offerte pre-cristiane per i morti. Il cacao è un’acquisizione moderna per rendere questi dolci scuri come la terra del cimitero. Nei tempi antichi, il miele, rosolato sul fuoco con un po’di burro, era utilizzato per ottenere lo stesso colore e la stessa dolcezza del cacao.

La ricetta del Pan dei Morti ha tante varianti quante sono le regioni d’Italia, e questa in particolare è una specialità della mia regione, la Lombardia.
Questa versione ha il vantaggio di essere facile da preparare, ma allo stesso tempo è deliziosa e divertente da mangiare, con un aspetto leggermente macabro se pensiamo al fatto che i pinoli tostati possono ricordare le ossa dei defunti!

  • Resa: 48 biscotti
  • Preparazione: 40 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Cucina:

Ingredienti

  • 150 grammi amaretti
  • 300 grammi Savoiardi
  • 150 grammi mandorle pelate tostate
  • 130 grammi pinoli tostati
  • 120 grammi fichi secchi
  • 120 grammi uva sultanina imbevuta nel Vin Santo
  • 300 grammi farina 00
  • 10 grammi lievito per dolci
  • 300 grammi zucchero
  • 60 grammi cacao amaro
  • 1 cucchiaino cannella
  • noce moscata un pizzico
  • 6 uova (4 albumi e 2 uova intere)
  • 100 millilitri Vin Santo (circa mezzo bicchiere)
  • zucchero a velo

Preparazione

  1. Preriscaldate il forno a 170 °C.
  2. Tostare i pinoli e le mandorle separatamente per circa 5-6 minuti su una teglia in forno già caldo a 170 °C o mescolando continuamente in una padella antiaderente sul fuoco. Mettere da parte.
  3. Mettere a bagno l’uvetta nel Vin Santo.
  4. Utilizzando un mixer, macinare finemente i savoiardi e gli amaretti e metterli in una grande ciotola. Mettere da parte.
  5. Tritare finemente le mandorle e poi separatamente i fichi. Aggiungere questi ingredienti al mix di biscotti (l’umidità dei fichi può far si che si raggruppino insieme, non preoccupatevi basta aggiungerli a ciuffi nel mix di biscotti). Aggiungere l’uvetta.
  6. Setacciare insieme la farina e il lievito, quindi aggiungere alla miscela preparata. Aggiungere lo zucchero, il cacao in polvere, la cannella, la noce moscata e pinoli. Mescolare bene. Aggiungere le uova, il Vin Santo e mescolare bene fino a ottenere un impasto pastoso, omogeneo e un po’consistente.
  7. Foderare la teglia con carta da forno antiaderente.
  8. Per formare i biscotti, infarinare le dita, prendere una palla di pasta di dimensioni a metà tra una pallina da golf e una palla da tennis. Usando la farina il meno possibile appiattire la palla in una forma oblunga con bordi appuntiti, circa 12-14 cm di lunghezza e circa 6 cm di larghezza. Utilizzare solo la farina necessaria per lavorare la pasta e prevenire ai biscotti di attaccarsi alla carta da forno.
  9. Mettere i biscotti sulla teglia, distanziandoli. Cuocere in forno per 15 minuti fino doratura.
  10. Rimuovere dalla teglia e raffreddare su una griglia.
  11. Spolverare con zucchero a velo.
  12. Nota: Questa ricetta prepara circa 48-50 biscotti. Questi biscotti senza burro e ricchi di frutta secca sono molto nutrienti e adatti a una dieta senza latticini. Sono migliori mangiati freschi, anche se si mantengono bene in una biscottiera per diversi giorni.


Vedi altri articoli su: Ricette Dolci e Dessert |

Commenti

  • de pirro wally

    una lettura varia,piacevolissima,ricca di spunti, di cui se ne sentiva il bisogno. Grazie.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *