Colomba di Pasqua al pistacchio
Ricette Dolci e Dessert

Colomba di Pasqua al pistacchio

Per una Pasqua gustosa e particolare preparate la colomba di Pasqua al pistacchio. Sicuramente non sarà un dolce dietetico ma il suo sapore e la sua consistenza faranno la gioia di grandi e piccini.

In questi ultimi anni il pistacchio sta riscuotendo un successo inaspettato. Il suo utilizzo si sta diffondendo sempre di più a macchia d’olio su tutto il territorio nazionale e non solo. Se fino allo scorso anno si potevano gustare ottimi panettoni al pistacchio e uova pasquali con golose coperture di pistacchi tostati e triturati, al momento è di grande tendenza la colomba di Pasqua al pistacchio.

Le caratteristiche dei grandi lievitati

La colomba pasquale al pistacchio fa parte dei grandi lievitati e per prepararla è necessario avere un po’ di manualità e molto tempo a disposizione. Se volete ottenere un eccellente risultato finale, dovrete avere in casa un ottimo lievito madre abbastanza forte che sia in grado di far lievitare bene l’impasto appesantito dalle uova e dalla frutta secca triturata. Usando un lievito troppo debole, il rischio è quello di ottenere una colomba compatta, poco alveolata e tutt’altro che invitante. Per rinforzare il lievito che eventualmente avete già a disposizione, rinfrescatelo almeno tre volte il giorno prima.

Colomba di Pasqua al pistacchio, i consigli

La colomba di Pasqua al pistacchio può essere consumata appena sfornata. Però, per gustarla al massimo del suo sapore, dovrete attendere almeno un paio di giorni. Gli aromi avranno così modo di maturare e di raggiungere l’apice della loro espressione.

Per rendere la vostra preparazione ancora più golosa, dopo la cottura, farcitela all’interno con della crema spalmabile di ottima qualità a base di pistacchi e ricopritela con una colata di cioccolato fuso rigorosamente al pistacchio. Sicuramente non sarà un dolce dietetico ma il suo sapore e la sua consistenza faranno la gioia di grandi e piccini.

Colomba di Pasqua al pistacchio: come gustarla

La colomba di Pasqua al pistacchio è perfetta per essere presentata in tavola alla fine del pranzo. Oppure può essere assaporata durante la prima colazione pasquale. Servitela assieme al classico caffè e latte o con un tè aromatizzato alla vaniglia per gli adulti e con una tazza di cioccolata calda per i più piccoli.

Grazie alla presenza del lievito madre, questo dolce è molto facile da conservare e potete mantenerlo anche per un mese intero. Vi basterà chiuderlo bene una volta raffreddato all’interno di un sacchetto per alimenti in materiale plastico. In questo modo manterrà inalterati i suoi aromi, il suo gusto e la sua morbidezza.

Controllate di avere tutti gli ingredienti necessari in dispensa e nel frigorifero prima di cominciare a mettere le mani in pasta per preparare la colomba pasquale arricchita al pistacchio. Ricordatevi che sono necessari numerosi passaggi e un po’ di pazienza ma il risultato finale vi ripagherà di ogni minimo sforzo compiuto. Vediamo dunque assieme nello specifico quale procedimento sia necessario seguire per realizzare un’ottima colomba.

    Ingredienti

    • 250 g farina 0 primo impasto
    • 120 g zucchero semolato primo impasto
    • 70 g lievito madre primo impasto
    • 120 g acqua primo impasto
    • 75 g burro primo impasto
    • 70 g tuorli primo impasto
    • 110 g farina 0 secondo impasto
    • 60 g zucchero semolato secondo impasto
    • 120 g burro secondo impasto
    • 40 g acqua secondo impasto
    • 20 g miele secondo impasto
    • 80 g tuorli secondo impasto
    • 6 g sale secondo impasto
    • 1 bustina di vanillina secondo impasto
    • 120 g scorza di arancia secondo impasto
    • 30 g farina di pistacchi secondo impasto
    • 200 g cioccolato al pistacchio decorazione e farcitura
    • 150 g crema spalmabile al pistacchio decorazione e farcitura
    • granella di pistacchi decorazione e farcitura

    Preparazione

    1. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Iniziate a preparare il primo impasto versando nella ciotola la farina e il lievito madre. Unite lo zucchero semolato e l’acqua poi impastate il tutto con le mani a lungo fino a quando lo zucchero non si sarà sciolto completamente. Alla fine otterrete un composto molto elastico e liscio.
    2. Colomba di Pasqua al pistacchio
      A questo punto incorporate i tuorli. All’inizio la preparazione avrà un aspetto stracciato ma poco a poco i tuorli verranno assorbiti perfettamente. Mettete nella ciotola anche il burro ammorbidito e poi proseguite a impastare tutti gli ingredienti con le mani in modo energico.
    3. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Quando anche il burro sarà stato assorbito dall’impasto, rovesciate il tutto sopra una spianatoia non infarinata. Giratelo con le mani fino a creare una palla e poi sistematela all’interno di una ciotola capiente e copritela accoratamente con la pellicola trasparente.
    4. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Lasciate riposare il tutto per almeno dodici ore in un luogo caldo e asciutto come ad esempio davanti a un calorifero o su un piano ben soleggiato. In alternativa accendete il forno a 30°C e, dopo averlo spento, posizionate al suo interno il primo impasto appena fatto. Trascorso il tempo indicato, riprendete l’impasto che avrà triplicato il suo volume iniziale. Aggiungete nella stessa ciotola la farina rimasta e impastate con le mani per circa una decina di minuti.
    5. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Unite anche lo zucchero, la bustina di vanillina, la farina di pistacchi e il miele. Quando tutti questi ingredienti si saranno bene incorporati nell’impasto principale, unite anche i tuorli rimanenti e il burro. Continuate a impastare energicamente per creare un impasto elastico e che non tende più a rimanere attaccato alle mani. Come ultimo ingrediente aggiungete la scorza d’arancia candita e sminuzzata finemente che arricchirà la colomba non solo di profumo e gusto ma gli donerà anche maggiore morbidezza.
    6. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Girate l’impasto su se stesso per creare una palla. Sistematela in una terrina e lasciate lievitare per circa un’ora. Riprendete l’impasto che poco a poco starà iniziando a lievitare e sistematelo all’interno di uno stampo per colomba di Pasqua da un chilo. Lasciate ancora una volta lievitare il tutto per circa dieci ore. Quando la colomba avrà raddoppiato il suo volume, mettetela in forno già caldo impostato sui 160°C e cuocetela per circa un’ora.
    7. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Quando sarà ben cotta sfornatela e fatela raffreddare a testa in giù sospendendola con gli appositi ferri oppure adoperando quelli che solitamente usate per fare i maglioni di lana. Dopo circa dodici ore di raffreddamento, la colomba sarà pronta per essere prima farcita e poi glassata.
    8. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Aiutandovi con una calza da pasticcere fornita di bocchetta con foro rotondo non troppo piccolo, farcite la colomba di Pasqua con la crema a base di pistacchio. Per creare una farcitura omogenea, create più fori d’entrata nelle zone meno visibili come negli angoli che si creano fra il corpo e le ali o la coda della colomba.
    9. Colomba di Pasqua al pistacchio
      Ricoprite poi la superficie con una colata di cioccolato fuso al pistacchio sciolto a bagnomaria e poi cospargete con abbondante granella di nocciola prima che si asciughi.


    Torta tenerina al cioccolato
    Ricette Dolci e Dessert

    Torta tenerina al cioccolato

    Pancake con lo yogurt
    Ricette Dolci e Dessert

    Pancake con lo yogurt

    Profiteroles al cioccolato
    Ricette Dolci e Dessert

    Profiteroles al cioccolato

    Colomba di Pasqua senza burro
    Ricette Dolci e Dessert

    Colomba di Pasqua senza burro

    Scorzette di arancia candite
    Ricette Dolci e Dessert

    Scorzette di arancia candite

    Smash cake bimbo, la ricetta
    Ricette Dolci e Dessert

    Smash cake bimbo, la ricetta

    Clafoutis ai kiwi
    Ricette Dolci e Dessert

    Clafoutis ai kiwi

    Pancake alla banana
    Ricette Dolci e Dessert

    Pancake alla banana

    Pane di mais, ecco come farlo a casa
    Consigli di cucina

    Pane di mais, ecco come farlo a casa

    Il cornbread, in America, è un piatto tipico del Giorno del Ringraziamento. Vi proponiamo qui sia la sua ricetta che quella del pane di mais “all’italiana”.

    Leggi di più