Cuddura cull’ova

Un dolce tradizionale che si regala a Pasqua, in Sicilia, per augurare bene e pace

La cuddura cull’ova è un dolce tipico della Pasqua siciliana: generalmente preparato in un’unica grande forma circolare, intrecciata, questo dolce è caratterizzato da un impasto semplice e dal sapore abbastanza neutro su cui si posizionano delle uova intere con il guscio fissate alla base con delle croci della stessa pasta a scopi decorativi e allegorici. L’uovo, infatti, è il simbolo della Pasqua e in Sicilia non si fa certo mancare all’appello.

Invece di un’unico grande dolce, spesso si usa preparare dei dolcetti più piccoli adatti ad accogliere 1 solo uovo ciascuno, a cui si danno delle forme significative per la festività in questione che verranno offerte come un dono augurale: la campana, l’agnellino, la colomba, un cesto intrecciato che significa abbondanza, ecc.

Le cuddure, secondo tradizione, venivano e spesso vengono tutt’oggi offerte in dono il gorno della resurrezione dalle giovani donne ai propri amati e, infatti, possono anche avere la forma del cuore. E le radici sono molto lontane, addirittura si risale agli antichi greci che offrivano le “coulloura”(delle focaccine) in dono agli dei, in cera di benevolenza e grazia.

La cuddura si può trovare sia glassata e decorata con zuccherini e codette colorate, oppure semplicemente decorata da semi di sesamo.

  • Resa: 4 pezzi ( 4 Persone servite )

Ingredienti

  • 500 grammi farina
  • 200 grammi zucchero semolato

Preparazione


Vedi altri articoli su: Pasqua | Ricette Dolci e Dessert | Ricette Pasqua |