Come cucinare le pannocchie
Consigli di cucina

Come cucinare le pannocchie

Le pannocchie sono un cibo dietetico, ricco di proprietà benefiche: lessate, al forno, alla griglia o al burro, sono ottime cucinate in tutti i modi.

Al forno, lessate, al burro, al cartoccio: tutti i modi per cucinare le pannocchie. Le pannocchie sono un cibo dietetico

Le pannocchie

Con il termine ‘pannocchia’ si indica comunemente (ma impropriamente) l’infiorescenza femminile di mais. La pianta di mais coltivata raggiunge mediamente i 2 metri e mezzo di altezza e produce 3-4 pannocchie. La pianta del mais, molto coltivata nelle regioni del nord Italia, si riproduce solo con temperature superiori ai 10° e non tollera la siccità. Le pannocchie, grazie al loro basso contenuto calorico, sono un alimento perfetto anche per chi segue un regime dimagrante. Una pannocchia di medie dimensioni, infatti, contiene solo tra le 60 e le 90 calorie. È ricca di carboidrati, ma il suo carico di fibre ne abbassa l’indice glicemico, rendendola meno dannosa di altri cereali (come il riso, per esempio).

Le proprietà delle pannocchie

Le pannocchie sono ricche di proprietà: contengono sali minerali importanti per l’organismo (ferro, calcio, magnesio e fosforo) e sono ricche di vitamine, in particolare quelle del gruppo B. questo alimento è povero di sodio e ricco di potassio: l’ideale per chi soffre di ipertensione. Questo cibo viene considerato ‘antiaging: grazie ai sali minerali, infatti, è perfetto per prevenire l’osteoporosi. La vitamina A, invece, ha proprietà antiossidanti, mentre il fosforo e il magnesio sono utili per combattere le malattie neurodegenerative. La pannocchia, inoltre, è diuretica: i suoi filamenti, se messi a bollire per qualche minuto, sono usati proprio come rimedio diuretico. Il mais è un cereale e, come tale, può essere inserito nel regime alimentare in sostituzione di altre fonti di carboidrati, quali pasta e riso.

I benefici delle pannocchie

Oltre alle proprietà già elencate, il mais ha altri numerosi benefici. È un ottimo antinfiammatorio ed è un alleato prezioso per chi soffre di problemi gastrointestinali. Questo alimento inoltre è ‘gluten free’, quindi può essere consumato da chi soffre di celiachia senza causare disturbi. Le sue proprietà antiossidanti contrastano l’attività dei radicali liberi, riducendo così il rischio di sviluppare tumori e patologie degenerative. I medici lo consigliano in caso di anemia e in gravidanza perché ricco di acido folico (serve a prevenire i difetti del feto alla nascita). Questo cereale, ricco di proprietà energetiche, è molto nutriente perché garantisce il giusto apporto di carboidrati e facilmente digeribile. Secondo recenti studi scientifici, l’olio di mais aiuterebbe nella riduzione del colesterolo. Infine, grazie alla presenza di batecarotene, protegge la salute degli occhi e della pelle. 

Controindicazioni

E’ consigliabile consumare il mais nelle giuste quantità per evitare diarrea e coliche. Uno dei maggiori problemi di sicurezza alimentare legato al mais è l’uso diffuso di mais geneticamente modificato. La proteina insetticida del mais, infatti, presenta caratteristiche che possono provocare allergie e addirittura uno shock anafilattico. Sarebbe quindi meglio acquistare mais biologico.

Come cucinare le pannocchie

Se al mais in lattina preferite una pannocchia fresca, sappiate che esistono molti modi per cucinarla, anche a casa. Le pannocchie di mais fresco appena colto sono buonissime arrostite: questa tipologia di cottura esalta il loro sapore dolce. Lessarle è invece il modo più semplice per cuocere questo ortaggio. Potrete preparare gustosi snack, ma anche deliziosi contorni; sono perfette per una grigliata all’aperto o per un pic nic perché si tiene tra le mani e si sgranocchia senza bisogno di posate. Anche i bambini e i ragazzi le adorano: in questo modo consumeranno una porzione di cereali senza fare troppi capricci. Inoltre le pannocchie sono molto popolari come street food sia in Italia sia nel resto del mondo. Se volete, potete anche insaporirle con le erbe aromatiche o con del peperoncino. Vediamo insieme tutti i modi per cucinarle.

Pannocchie arrostite

Le pannocchie arrostite vanno fatte solo ed esclusivamente con la brace. È infatti questo elemento a donarle croccantezza e un profumo delizioso. Mettete la pannocchia su un pezzo di carta alluminio, poi versateci sopra dell’olio e rigiratela bene per oliarne tutta la superficie. Avvolgete l’ortaggio nella carta stagnola e cuocete sulla brace per circa 20 minuti o fino a cottura. Toglietela dalla carta, salate e servite ben calda. L’unica accortezza è di non bruciarle, altrimenti risultano difficilmente digeribili. Sulla griglia del barbecue si possono cuocere anche con tutte le foglie. In questo modo i tempi di cottura aumentano.

Bollite

Lessare le pannocchie è uno dei modi più semplici e tradizionali che ci sia per cucinare questo ortaggio. Sono una ricetta estiva perfetta, semplice e gustosa. Le pannocchie preparate in questo modo possono essere mangiate intere oppure sgranate o tagliate a rondelle per preparare delle gustose insalate. Cuocete quindi le pannocchie fresche in abbondante acqua bollente per circa 20 minuti; prima di scolare, controllate lo stato di cottura prendendo un chicco oppure infilzando con una forchetta. In pentola a pressione possono essere cotte a vapore in circa 7 minuti.

Al forno

La cottura al cartoccio è semplice e veloce: vi basterà porre la pannocchia su un pezzo di carta alluminio o carta da forno a misura, versarci sopra dell’olio e rigirarla bene su tutta la superficie. Potete aggiungere anche delle erbe aromatiche o delle spezie. Avvolgete poi la pannocchia nella carta stagnola e chiudete come se fosse una caramella. Cuocete in forno statico già caldo a 200° per circa 15-20 minuti. Togliere poi dalla carta, salate e servite calda. Se cuocete la pannocchia direttamente in forno, senza la carta. Risulterà più secca.

Al microonde

Se avete poco tempo a disposizione ma non volete rinunciare al gusto delle pannocchie, potete cuocerle in forno a microonde. Una o due pannocchie cuociono in circa 3 minuti alla massima potenza. Mettete una pannocchia senza foglie in un contenitore per microonde ben chiuso. Per migliorarne la cottura, potete aggiungere un filo d’acqua sul fondo del contenitore.

Al burro

Un’altra tipologia di cottura è quella con il burro. Eliminate dalle pannocchie eventuali foglie o filamenti e sciacquatele sotto abbondante acqua corrente. Adagiatele poi in una casseruola larga, copritele con l’acqua e portate a bollore. Fatele cuocere a fiamma bassa per circa 25-30 minuti, fino a farle diventare tenere. Controllate la cottura infilzandole o assaggiando un chicco di mais. Quando saranno pronte, scolatele velocemente e disponetele su un piatto da portata. Cospargete la superficie con dei fiocchetti di burro crudo ammorbidito, salate e, a  piacere, aggiungete del pepe. Servite le pannocchie ancora ben calde, in modo tale che il burro si sciolga sulla superficie.



Come conservare il tartufo
Consigli di cucina

Come conservare il tartufo

Pane di mais, ecco come farlo a casa
Consigli di cucina

Pane di mais, ecco come farlo a casa

Idea di menù per il pranzo della domenica
Consigli di cucina

Idea di menù per il pranzo della domenica

Come cucinare i cavoletti di Bruxelles
Consigli di cucina

Come cucinare i cavoletti di Bruxelles

Cenone di Capodanno 2020, idee di menù
Consigli di cucina

Cenone di Capodanno 2020, idee di menù

Pane palloncino con yogurt senza lievito
Consigli di cucina

Pane palloncino con yogurt senza lievito

5 ricette con il panettone avanzato
Consigli di cucina

5 ricette con il panettone avanzato

Come cucinare il broccolo romano
Consigli di cucina

Come cucinare il broccolo romano

Come conservare il tartufo
Consigli di cucina

Come conservare il tartufo

Si conserva in freezer, dentro ad un sacchetto sottovuoto. Ma anche in frigorifero, avvolto in carta da cucina o sott’olio. Di chi parliamo? Del tartufo!

Leggi di più