Come conservare le olive

Dalla salamoia fino alla conservazione sott'olio, ecco alcuni metodi per conservare a lungo le olive.

Esistono vari metodi per conservare le olive: in salamoia, sott’olio e sotto sale.
Esistono vari metodi per conservare le olive: in salamoia, sott’olio e sotto sale.

Le olive sono un grande patrimonio del Mediterraneo e spesso ci si chiede come possono essere conservate per mantenerne inalterate tutte le caratteristiche.

Ecco qua tre diverse procedure con cui conservarle, per gustarle poi in ogni momento. Da sole oppure per insaporire i nostri piatti e le nostre insalate.

Olive in salamoia

Per preparare la salamoia per almeno 1 kg  di olive occorre procurarsi:

  • 1 kg di cenere
  • 80 gr di calce viva
  • 80 gr di sale
  • 8 dl di acqua
  • 1 manciata di gambi di finocchio o semi di finocchio

Si inizia mescolando la calce viva con la cenere e aggiungendo acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto omogeneo. All’interno di questo impasto collocate le olive fino a  ricoprirle e lasciatele così per almeno 12 ore.  Le olive saranno pronte quando risulteranno morbide. A questo punto dovete pulirle sciacquandole con acqua più volte per poi essere riposte in un contenitore con acqua fresca da cambiare almeno 3 volte al giorno. Quest’ultimo procedimento deve essere effettuato per 5 giorni consecutivi.

Trascorsi i 5 giorni le olive saranno pronte e non ci resta che preparare la salamoia. Fate bollire l’acqua con il sale aggiungendo un gambo di finocchio o dei semi di finocchio. Portate ad ebollizione e lasciate bollire per alcuni minuti. Fate raffreddare successivamente ponete all’interno di vasetti dalla chiusura ermetica le olive e versate la salamoia fredda.

Olive sotto sale

Questo tipo di conservazione è indicato per le olive nere. Ecco cosa serve:

  • 1 mazzetto di peperoncini
  • scorze di 1-2 limoni
  • sale
  • 1 recipiente di vetro o di terracotta

In un contenitore mettete alternati uno strato di olive, uno sale, uno di peperoncino e uno di scorze di limone, procedete così fino a riempire il recipiente e lasciate a riposare per almeno 3 settimane eliminando il liquido che potrebbe formarsi sul fondo. Trascorso questo tempo sciacquate le olive sotto l’acqua corrente e mettetele in un recipiente a chiusura ermetica al cui interno si possono conservare per diversi mesi.

Olive sott’olio

La conservazione sott’olio è indicata per le olive olive taggiasche, questo metodo richiede:

  • 1 kg di olive nere piccole
  • 1 peperoncino
  • 1 spicchio di aglio
  • sale grosso in abbondanza
  • origano
  • semi di finocchio
  • acqua

Lavate bene le olive, mettetele in un recipiente con sale, peperoncino fino, aglio, origano e semi di finocchio. Aggiungete un pochino di acqua e mescolate. Lasciate riposare per almeno dieci giorni in un luogo buio e fresco. Trascorso questo tempo fate asciugare le olive al sole e inseritele in vasetti ermetici a cui andrà aggiunto l’olio extravergine di oliva fino al colmo, quindi chiudete ermeticamente.


Vedi altri articoli su: Consigli di cucina |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *