Tarocchi: significato delle carte e come leggerle

Tarocchi: significato delle carte e come leggerle

Leggere i Tarocchi è un'esperienza particolare, che merita di essere approfondita per poter svolgere questa attività nel migliore dei modi.

-
28/11/2021

Oltre a saper leggere le carte, dovete conoscere il significato dei Tarocchi per sapere come interpretarli e leggere i loro consigli. In questa guida vi spiegheremo il significato delle carte e come leggerle in modo semplice, anche se non lo avete mai fatto prima.

Tarocchi

Tutti possono leggere le carte

Partiamo dal presupposto che tutte le persone possono imparare a leggere i Tarocchi partendo da due aspetti fondamentali: l’attrazione verso gli “Arcani” (i Tarocchi vengono chiamati anche così) e la voglia di imparare qualcosa di nuovo e insolito. L’aspetto relativo all’intuizione si può allenare perché anche se alcune persone hanno un intuito più reattivo non vuol dire che gli altri non ce l’abbiano. Molto probabilmente il vostro è latente e deve soltanto essere risvegliato.

Saper leggere i Tarocchi non significa conoscere a memoria il significato delle 78 carte ma, anzi, è esattamente l’opposto. Certo, sapere i significati delle carte è importante ma è molto più rilevante conoscere il “Viaggio Cosmico dell’Uomo”. Ogni “Arcano” rappresenta una porta che può avere un’infinità di significati e di combinazioni. Conoscendo il “Viaggio Cosmico dell’Umoo” saprete sempre leggere i Tarocchi a prescindere dal tipo e dal mazzo.


Leggi anche l'Oroscopo

Il significato delle Carte

Conoscere il significato dei Tarocchi è molto importante per leggerli. Dovrete imparare i nomi delle carte, riconoscendo i disegni e soprattutto focalizzare l’attenzione sulla loro posizione all’interno del “Viaggio Cosmico dell’Uomo”. Ecco spiegato perché non dovrete imparare a memoria i significati di ciascuna carta. Dovrete invece dedicarvi all’apprendimento delle parole chiave proprie di ogni “Arcano”, in modo da poter iniziare a sperimentare e conoscere le varie letture e le tantissime combinazioni tra i diversi Tarocchi.

carte dei tarocchi

La scelta del mazzo

Questo è uno dei momenti più importanti se state decidendo di leggere i Tarocchi per voi stessi e per gli altri. Dovete sentirvi attratti, lasciandovi guidare dalle sensazioni e dal vostro istinto. Alcuni preferiscono guardare le immagini, altri solo il nome e il titolo, altri ancora scelgono ad occhi chiusi oppure li ricevono in regalo da persone care. Il modo in cui scegliete i Tarocchi non è così rilevante, perché ciò che conta è sentire la vibrazione delle carte alla vostra frequenza, se vi sentite a vostro agio leggendoli e se percepite chiaramente le risposte che vi danno. Con il mazzo giusto, capire come leggere i Tarocchi diventerà sicuramente più semplice e intuitivo. I mazzi non sono tutti uguali, poiché avere quello giusto vi permetterà di ottenere letture più accurate e precise, oltre che a riuscire più facilmente nell’interpretazione delle carte e delle varie combinazioni.

Sacralizzare e purificare il mazzo

Uno degli aspetti più importanti della lettura dei Tarocchi consiste nella consacrazione del mazzo. Si tratta di un rito che vi permette di sacralizzare il mazzo, creando un legame unico tra voi e le carte, che vi riconosceranno e risponderanno alle vostre domande.

La consacrazione dovete farla non appena riceverete il mazzo, mentre la purificazione deve essere fatta più spesso. Questo processo permette di “purificare” le carte eliminando le energie residue, soprattutto quelle negative. Se sentite che i Tarocchi non rispondono bene, procedete con la purificazione utilizzando l’incenso e continuate finché non torneranno ad essere precisi e attendibili.

Le tecniche per leggere i Tarocchi

Esistono tantissime tecniche per leggere i Tarocchi, ma per iniziare potete adottare il metodo a tre carte, noto anche come “Passato-Presente-Futuro”) oppure il metodo della Croce Celtica, a 10 carte.

A prescindere dal metodo scelto, le carte devono essere disposte da sinistra a destra in orizzontale. Dopo aver mescolate le carte, alzatele e cominciate a fare pratica con la lettura dei Tarocchi.

Iniziate con l’estrarre una carta al mattino, appena svegli. Quella sarà la vostra “Carta del Giorno“. Potete appuntarla sul “Diario dei Tarocchi” oppure su un semplice quaderno. Tenetela a mente e usatela come indicazione e consiglio quotidiano, così da esercitarvi sui significati e vedere come opera quel preciso “Arcano”. La sera tirate le somme annotando tutto su un quaderno o sempre sul “Diario dei Tarocchi”.

Quando avrete delle domande, interrogate le carte per fare pratica e imparare a leggere i Tarocchi. Ricordate sempre di essere il più chiari possibili perché più sarà decisa e nitida la domanda e più lo sarà la risposta che riceverete.

Esercitatevi con amici e parenti senza forzare chi si mostra scettica e nel frattempo cercate di entrare in contatto con i Tarocchi. Conoscere le carte è bello, ecco perché dovete tenerli in mano, guardando disegni e simboli e percepire la loro energia.

I vari “Arcani” sono costituiti da disegni ricchi di dettagli e di simboli, con colori dominanti e personaggi. Immergetevi nella lettura raccontando ogni carta, lasciandovi trascinare dalle storie. Questo vi aiuterà ad imparare a leggere le carte, oltre a rendere la lettura e l’interpretazione più coinvolgente.

leggere i tarocchi

Gli errori da evitare

Rispettate sempre i Tarocchi e non forzateli: non ponete sempre la stessa domanda nella speranza di ottenere la risposta che desiderate perché il futuro non è certo e ciascuna persona lo realizza ogni giorno, attraverso decisioni e scelte che influenzano le azioni e le conseguenze. Dovete accogliere le indicazioni delle carte facendone tesoro e lasciandovi guidare verso il risultato che volete ottenere.

Cercate di mantenere equilibrio e distacco quando leggete i Tarocchi, soprattutto se lo fate per voi stessi. Quando decidete di leggere le carte, prestate attenzione allo stato d’animo del momento. Evitate di farlo se siete troppo stressati, nervosi o preoccupati per non passare energie negative e pesanti alle carte. Qualora vogliate leggere comunque le carte, procedete con una meditazione e un processo introspettivo che vi permetta di ritrovare il vostro equilibrio prima di procedere.

Un altro degli errori più comuni che si fanno quando si leggono i Tarocchi, soprattutto le prime volte, è quello di mentire. Tenete presente che quando vi affidate alle carte voi siete soltanto un elemento che fa da tramite e attraverso il quale arriva la risposta alla domanda che vi è stata posta. Ovviamente questo vale anche quando si leggono le carte per se stessi. In questo caso dovrete accettare la risposta senza forzare le carte a far “uscire” la risposta che sperate come già abbiamo detto. Se leggete per qualcun altro, invece, cercate di essere delicati nel dare la risposta, anche se non è quella sperata da chi si trova di fronte a voi. Come Lettori, avete il dovere di riferire in modo sincero le risposte, senza mentire.

Melissa Viri
  • Scrittore e Blogger