Susamielli napoletani ricetta originale

Susamielli napoletani ricetta originale

I susamielli napoletani sono dei biscotti di origine molto antica che da secoli vengono preparati nel periodo natalizio. Scopriamo la ricetta originale da seguire per prepararli a casa secondo tradizione.

27/11/2021

Sommario

I susamielli napoletani sono dei biscotti di origine molto antica che da secoli vengono preparati nel periodo natalizio. Scopriamo la ricetta originale da seguire per prepararli a casa secondo tradizione.

Tempo di preparazione:
15 minuti
Tempo di cottura:
12 minuti
Quantità:
25 pezzi

Ingredienti Ricetta

  • Farina 00 250 gr
  • Mandorle intere con la pelle (+ 50 gr circa per le decorazioni) 100 gr
  • Zucchero 50 gr
  • Miele 250 gr
  • Pisto 1 cucchiaino
  • Cannella 1 pizzico
  • Ammoniaca per dolci (oppure 1 cucchiaino di lievito per dolci) 1 cucchiaino raso

Informazioni Nutrizionali

  • Porzione 100 gr
  • Calorie 350 Kcal
  • Carboidrati 68 g
  • Proteine 7

I susamielli napoletani sono dei dolci tipici della zona del napoletano che si preparano nel periodo di Natale e Capodanno. La ricetta originale di questi deliziosi dolcetti è molto semplice in quanto, trattandosi di una ricetta tradizionale, prevede l’utilizzo di pochi ingredienti. Tutti quindi possono prepararli a casa propria per condividerli con gli ospiti durante i giorni di festa.

I susamielli si presentano con una caratteristica forma a S e si preparano con miele, farina, zucchero e mandorle. A questi ingredienti si aggiunge poi il noto pisto napoletano, ossia un mix di spezie che li rende immediatamente riconoscibili.

Questi dolcetti deliziosi assomigliano molto ai roccocò, ma si presentano più morbidi. Tra i dolci natalizi tipici della Campania, forse i susamielli napoletani sono tra i meno conosciuti. Nonostante questo però il loro gusto è incredibile e per questo abbiamo deciso di fornirvi la ricetta originale per realizzarli a casa.

Susamielli napoletani: ricetta tipica natalizia

Durante i periodi di festa in ogni zona d’Italia è tradizione portare in tavola alcuni piatti tipici. In Campania, terra in cui la tradizione culinaria è davvero radicata, il cibo permette di celebrare al meglio le occasioni speciali. Nel periodo natalizio poi i piatti dolci e salati che si preparano per tradizione risultano essere davvero molti.

L’ospitalità campana impone di preparare alcuni deliziosi dolcetti da offrire ai propri ospiti durante il periodo natalizio. Sono molte le ricette preparate in questo periodo in tutta la regione e chiaramente ci sono anche diverse varianti a seconda della zona. Struffoli, stringhette, cicerchiata, roccocò e susamielli sono solo alcuni deliziosi esempi dei dolci di Natali tipici del napoletano.

Le origini dei susamielli napoletani

I susamielli napoletani sono dei dolci campani di origine molto antica. Preparati con miele e sesamo, devono con tutta probabilità il loro nome proprio a questi due ingredienti. Questi dolci hanno preso spunto dalle ciambelle di sesamo e miele realizzate nell’Antica Grecia in onore delle dee Demetra e Core dei Misteri Eleusini.

In realtà sono anche conosciuti con il nome sapienze perché nel Seicento le Clarisse del Convento di Santa Maria della Sapienza erano esperte nella preparazione.

La ricetta originale di questi dolci è contenuta nel ricettario del 1788 del cuoco V. Corrado e ha il nome di susamielli nobili. È proprio questa ricetta quella che vogliamo insegnarvi a preparare in questo articolo dedicato ai deliziosi dolcetti napoletani.

 

Preparazione

  • Tritate finemente le mandorle senza quindi ridurle in polvere.
  • Unite mandorle tritate, farina, zucchero, pisto, cannella e ammoniaca (o lievito per dolci).
  • Aggiungete anche il miele e compattate l’impasto con le mani lavorandolo per poco tempo.
  • Mescolate tutti gli ingredienti per formare una palla compatta. Non esagerate con la lavorazione per evitare che il calore delle mani renda colloso l’impasto.
  • Dividete l’impasto in tanti pezzi da circa 25 gr l’uno e fate come delle piccole palline.
  • Arrotolate ogni pezzo per formare un serpentello e dategli una forma ad S.
  • Sistemate le mandorle intere rimaste nei due buchi della lettera S. Questo passaggio è importante per decorare al meglio i dolcetti e renderli più belli da vedere.
  • Seguite lo stesso procedimento con tutti i pezzi di impasto facendo attenzione a poggiare bene le mandorle.
  • Disponete i susamielli su una teglia da forno precedentemente rivestita di carta forno.
  • Cuocete in forno statico preriscaldato a 180°C per circa 12 minuti. Abbiate cura di posizionare la teglia nella parte media del forno.

Prima di gustarli, lasciateli raffreddare completamente. Saranno più buoni mangiati nei giorni successivi perché diventeranno più morbidi proprio come vuole la tradizione.
Potete conservarli per circa un mese all’interno di una scatola di latta o di una biscottiera.

Pisto napoletano: il mix di spezie del periodo natalizio

Per preparare i susamielli napoletani e molti altri dolci natalizi tipici è necessario preparare il pisto napoletano. Questo è un mix di spezie usato per realizzare mostaccioli, rococò e susamielli e quindi non può mancare nella casa dei napoletani durante il Natale.

Nel caso in cui non sia possibile acquistarlo già pronto, vi suggeriamo di preparalo a casa. Per riuscirci infatti servono solo pochi e semplici ingredienti che vanno pestati insieme in un mortaio. Tali spezie, unite, rendono il gusto dei dolci davvero aromatico e richiamano immediatamente l’atmosfera natalizia.

Per preparare un cucchiaino di pisto napoletano avrete bisogno semplicemente di miscelare insieme i seguenti ingredienti:

  • 2 gr di cannella
  • 2 gr di noce moscata
  • 2 gr di pepe nero
  • 2 gr di chiodi di garofano
  • 2 gr di coriandolo
  • 2 gr di anice stellato

Le tre varianti dei biscotti natalizi napoletani

Come accade un po’ per tutte le ricette tradizionali, anche in questo caso esistono diverse varianti. Ogni zona infatti vede seguire una ricetta leggermente differente, ma in ogni caso già in passato esistevano 3 versioni diverse:

  • Susamielli dello zampognaro: erano realizzati con farina grezza e ingredienti riciclati come bucce di agrumi. Questi dolcetti si donavano agli zampognari che passavano nelle case annunciando il Natale e alla servitù.
  • Susamielli del buon cammino: erano ripieni di confettura di amarene e si donavano ai preti, ai pellegrini e ai frati nel periodo del Natale.
  • Susamielli nobili: erano anticamente riservati solo ai nobili in quanto preparati con farina bianca di prima qualità. La ricetta prevede anche l’utilizzo di mandorle e del pisto.