Natale 2013, le tendenze delle tavole italiane

Tortellini, baccalà, lenticchie. Gli italiani scelgono la tradizione ma scopriamo i consigli di chef e foodblogger per queste feste

tortellini Natale

In questo mese vi abbiamo proposto vari menu delle feste a base di carne, pesce, verdure o per bambini. Ora vediamo quali sono le tendenze del Natale 2013 secondo gli esperti del settore ovvero chef, foodblogger e nutrizionisti, quali saranno le ricette più amate e gli ingredienti più utilizzati.

La tradizione in tavola

baccalà mantecato
Da un’indagine di Polli Cooking Lab, l’osservatorio sulle tendenze alimentari dell’azienda toscana, che ha preso in considerazione 140 intervistati tra foodblogger, chef e nutrizionisti, il Natale 2013 sarà all’insegna della tradizione. Gli italiani porteranno in tavola ricette regionali realizzate con prodotti Made in Italy. In particolare, al sud carciofi e capitone saranno il vero piatto delle feste, mentre al nord trionferanno tortellini, cotechino e cavoli. Diffusi in tutta Italia il baccalà, le lenticchie e i sottoli. La sperimentazione e la cucina etnica vengono quindi lasciati in altri momenti dell’anno, durante queste feste gli italiani tornano alle origini.
Secondo l’indagine il motivo di questa scelta sta nel fatto che le ricette della tradizione trasmettono sicurezza, convivialità e fanno risparmiare denaro senza dover mettere da parte la qualità delle materie prime. In tempi di crisi le “ricette della nonna” sembrano essere la soluzione migliore per vivere le feste con gusto.

I consigli

struffoli napoletani
A Natale e a carnevale gli struffoli non possono mancare a tavola
Tra gli chef intervistati da Polli Cooking Lab, lo chef milanese Tommaso Arrigoni delle Innocenti Evasioni suggerisce ricette classiche, dal baccalà mantecato al brodo di cappone per insaporire il risotto. Il consiglio dello chef per qualcosa di leggermente più originale è di accompagnare il baccalà con polenta aromatizzata alla vaniglia, capperi, un pendolino appassito, olive e origano. Dal Sud Italia ci arriva il suggerimento dello chef casertano Rosanna Marziale che per Natale propone insalata di rinforzo, spaghetti alle vongole, pesce fritto, capitone e scarole con pinoli, uvetta, capperi e olive di Gaeta. Per finire, mostaccioli, cassate, struffoli e rococò.
Andrea Stratta, nutrizionista, ricorda di dare più spazio al pesce e agli ortaggi rispetto ai primi piatti e di evitare troppi grassi.

La tavola di Natale

Per le foodblogger intervistate la tavola di Natale deve essere semplice e deve predominare il colore bianco, magari accompagnato dai classici rosso, argento e oro. Paola Sucato suggerisce di mettere in tavola oggetti che trasmettono un’emozione e non d’abbellimento perché il Natale è il momento in cui le famiglie si riuniscono, un momento molto sentimentale.
Una volta apparecchiata la tavola, servite le pietanze in monoporzioni come consiglia Chiara Maci. Questa è la tendenza in cucina degli ultimi anni oltre che una proposta molto scenografica. In questo modo, anche le ricette più classiche diventeranno più moderne e d’effetto.


Vedi altri articoli su: Ricette di Natale |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *