Menu di Natale light: gusto e linea stanno insieme

Arriva Natale e con esso il “tormento” del cenone con il suo eterno dilemma: cedere alle tentazioni della tavola o salvaguardare la linea?

Cenone di Natale

Il cenone di Natale, questo tormento. Vi affascina con i suoi colori, i suoi profumi e, naturalmente, con i suoi sapori. Vi attira con la tradizione del ritrovarsi in famiglia, con la convivialità di una tavolata piacevole e festosa, con il vociare dei bambini e la dolcezza dei vini. C’è però, lo sappiamo bene, il rovescio della medaglia. A Natale, di solito a tavola si esagera, visto che il suddetto cenone è quasi sempre costituito solamente da quelle prelibate leccornie che costituiscono veri attentati al girovita: piatti succulenti ed elaborati, dolci di ogni genere e, naturalmente, alcool in abbondanza. Ed eccoci quindi all’annuale dilemma: lasciarsi travolgere al grido di “tanto per una volta” o resistere strenuamente per salvaguardare la propria linea controllando i limiti di calorie? Beh, si tratta di una scelta difficile. A meno che non si riesca a trovare un menu che possa coniugare gusto, colore e calorie light. Come? Con creatività e qualche piccolo segreto…

Menu di Natale amico della linea: passo per passo

Cenone di Natale
Attenzione, vi diciamo subito il primo indispensabile ingrediente senza il quale ogni altra considerazione cade: si chiama “senso della misura” ed è una virtù molto importante perché è quella che vi permette di apprezzare un buon piatto o un buon vino senza eccedere e lasciarsi prendere dalla gola. Ma detto questo, alcuni piccoli accorgimenti possono aiutarci a scegliere un menu di Natale a prova di calorie.

Partiamo dall’aperitivo, certo un must di un cenone che si rispetti: se possibile preparate cocktail analcolici come il Cool Passion o il Tenderberry, oppure scegliete, fra quelli analcolici, in base al contenuto di calorie: il Bellini, lo Spritz o la sangria invernale ne hanno meno di un calice di spumante, lo sapevate?

Per i primi piatti è opportuno scegliere ricette semplici e poco elaborate e se proprio non si può fare a meno di fare un soffritto è assolutamente fondamentale evitare il burro, ma utilizzare solo aglio e cipolla sfumandoli con del vino bianco o con del brodo vegetale.

Nella scelta per il secondo privilegiate le cotture alla piastra o al vapore e rifuggite dal fritto, vero nemico di ogni dieta che rispetti in quanto baluardo principe del grasso. Anche la griglia e la cottura in forno sono decisamente preferibili a quelle in padella, solitamente accompagnate da intingoli e sughi. Per condire insalate e verdure, non versate mai l’olio direttamente dalla bottiglia ma centellinatelo attraverso un cucchiaio. Potete invece abbondare con l’aceto di vino (che ha meno calorie di quello balsamico) o anche con il limone.

Al dolce cercate, stringendo i denti, di preferire una sana macedonia di frutta. Da ultimo, limitate in generale l’uso del sale e tenete sempre sulla tavola una abbondante razione di acqua, cercando di evitare altre tipologie di bevande.

Ricette di Natale light? Abbondate con il pesce!

Cenone di Natale
Coniugare alta cucina e leggerezza? In questo niente è più indicato del pesce, sano, fresco, leggero e soprattutto prelibato. I prodotti ittici, dalla notte dei tempi alla base dell’alimentazione umana, sono infatti alimenti ricchi di proteine ad alto valore biologico, sono ricchissimi di vitamine e sali minerali e hanno la strepitosa caratteristica di essere costituiti per la maggior parte da grassi polinsaturi, fra cui gli omega-3.

Qualche esempio di piatti con contenuti calorici “ragionevoli” da utilizzare durante le feste? Carpaccio di pesce spada e salmone con arancia, alici marinate, sformatini di salmone e bietoline, vol au vent al salmone affumicato, bignè al tonno o semplicemente del buon salmone affumicato, se preferite con un pizzico di limone. Spaghetti di mare al cartoccio o linguine ai frutti di mare in crosta, gamberoni alle griglia, involtini di spada, carpa al forno con funghi, salmone al forno oppure branzino od orata al sale.
E per il dolce? Con gli spiedini alla frutta non si sbaglia mai, ma forse si potrebbe anche osare una torta al cioccolato senza burro, non vi pare? Ideali come dessert light, i muffin con arancia e cannella.

Natale e il suo cenone arriva una volta all’anno, siete proprio sicure di non voler fare uno strappo alla regola? In fondo il tempo per recuperare la linea, dopo, non manca. Buon senso e misura vi aiuteranno e con un po’ di accorgimenti in cucina, le vostre ricette light di Natale light saranno sicuramente un grande successo.


Vedi altri articoli su: Ricette di Natale |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *