Alberi di Natale eco e di design

L’eco-albero di Natale è una valida alternativa al tradizionale abete: idee semplici e di design per un albero diverso dal solito

Giles MIller Tree
Giles Miller Tree

Le Feste portano con sé luminarie, festoni, addobbi, presepi e, naturalmente, l’albero di Natale, storica tradizione venuta dal nord – si ritiene che la sua origine si collochi a Tallin, in Estonia e risalga a metà del ‘400 – che ogni anno ritorna come una tassa. Scegliere il tema per le decorazioni dell’albero è croce e delizia di ogni festaiolo. Non volete perdervi nella annosa questione sul fatto che sia meglio un abete vero o no? Ebbene datevi all’eco-compatibile! Come? Beh, scartando l’abete di plastica vintage e scegliendo una delle due strade possibili: eco-alberi di design per i palati più fini o la euro-sostenibile strada del riciclo. In ogni caso, idee alternative e creative…

Alberi di Natale di design

Lovi Christmans Tree
Lovi Christmans Tree
Certo, l’atmosfera dell’albero tradizionale è insuperabile, specie se calata in ambienti particolari come i mercatini, la montagna o le strade innevate. Se però non disponete di tutto ciò, potete orientarvi verso valide alternative all’insegna del design, scegliendo fra le molte a disposizione quella che vi sembra più adatta alla vostra casa, al vostro ambiente o al vostro giardino, seguendo le personali tendenze minimal, post-moderne o naturali. Si va dall’albero-lampada “Light Tree” della azienda milanese Slide – una luce a terra componibile dalla sagoma simile a quella dell’abete ed utilizzabile sia in interni che outdoor, disponibile in vari colori – al tecnologico albero luminoso “Sphère” proposto dalla francese “Art et Plaisirs” ed ideale in un giardino dal taglio decisamente moderno. La design-house francese propone anche “SapinChic“, struttura luminosa in acciaio con rivestimenti in oro di varie dimensioni, la più grande delle quali arriva fino a tre metri.

Art et Plaisir: Sapin CHic
Art et Plaisir: Sapin Chic
Se propendete per il minimal, potete scegliere “Natale” – proprio così, in italiano – del brand britannico Habitat, struttura in legno di circa 50 cm dotata di una serie di luci LED dall’intenso colore dorato, perfetto per davanzali o caminetti. Se invece prediligete il design d’autore, potete scegliere la creazione del pluripremiato atelier inglese di Giles Miller per il Design Museum Shop di Londra. “Giles Miller Tree” è una struttura di legno su cui fissare elementi di cartone con cui comporre un albero con la forma che preferite. Dalla Finlandia, la Lovi Design di Kiiminki propone un eco-albero in betulla tridimensionale componibile con varie decorazioni disponibili come uccelli, cuori, angeli o “miniballs“.

…e alberi di Natale riciclati

LIGTHREE - Slide
Slide: Lightree
Ma l’eco-albero può avere anche una origine fai-da-te: il riciclo, tanto trendy ed attuale oggi, è sempre una soluzione interessante, originale, creativa e, perché no, economica. Sembrano non esserci materiali che non siano utilizzabili a questo scopo: dalle lattine vuote alle bottiglie di plastica, magari tenute insieme da listoni di cellulosa intorno ad un paletto o fissate ad un pannello di legno a forma di albero con puntine e nastro adesivo. Altri hanno utilizzato ruote di biciclette, vecchie forchette o altri utensili da cucina, libri o scatole di cartone. Il “mago del riciclo” americano Michael Neff è giunto ad immaginare un “albero al contrario”, da appendere invece che fissare a terra, utilizzando i rami potati delle conifere che dovevano finire in discarica. Certo le scelte non mancano, per tutti i gusti, le tasche e i budget. Ma se attanagliati dalla crisi volete ridurre al minimo la spesa per l’albero, beh non avete che una scelta: riciclate quello dello scorso anno…


Vedi altri articoli su: Decorazioni di Natale |

Commenti

  • Francesco

    Vorrei sapere il prezzo di vendita di alcuni alberi di natale in legno.grazie

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *