Miuccia Prada lascia la presidenza del gruppo

La stilista e imprenditrice italiana affiancherà il marito Patrizio Bertelli nel ruolo di co-amministratore delegato

Miuccia Prada

A ridosso della settimana della moda donna meneghina, Miuccia Prada ha annunciato di avere lasciato la poltrona che da anni occupava. La signora della moda, 64 anni, ha deciso di abbandonare il ruolo di presidente del consiglio di amministrazione della maison di famiglia per affiancare il marito, l’amministratore delegato in carica Patrizio Bertelli, con il nuovo incarico di co-ceo.

Una decisione che qualcuno aveva già ipotizzato da tempo e che non sembra sconvolgere particolarmente il marchio del lusso milanese che anni fa deciso di debuttare (non senza critiche) nella borsa asiatica di Hong Kong e che ha chiuso il 2013 con un +9% di ricavi, pari a 3,6 miliardi di euro.

In quanto co-amministratore delegato, Miuccia Prada si occuperà del management del marchio, in particolar modo dello sviluppo day-by-day del creative design e della comunicazione dei marchi facenti capo al gruppo Prada.

Al posto di Miuccia, scenderà in campo con efficacia immediata Carlo Mazzi, attuale executive director e vicepresidente di Prada, nonché amministratore di Gipafin, holding con sede a Lussemburgo della Prada Holding Bv.


Vedi altri articoli su: Attualità |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *