Marc Jacobs, addio a Louis Vuitton con sei muse per la campagna SS 2014

Un congedo in grande stile dopo 16 anni da Vuitton. Protagoniste della campagna primavera-estate 2014 sei bellissime attrici e modelle

Caroline de Maigret e Sofia Coppola
Caroline de Maigret e Sofia Coppola
  • Caroline de Maigret e Sofia Coppola
  • Caroline de Maigret
  • Catherine Deneuve
  • Edie Campbell
  • Sofia Coppola
  • Edie Campbell e Fan Bingbing
È un’uscita in grande stile come solo Marc Jacobs poteva fare. Un congedo di classe quello firmato dallo stilista uscente dalla maison Louis Vuitton che per presentare la sua ultima collezione primavera-estate 2014 ha scelto il volto di sei muse d’eccezione provenienti dal mondo della moda e del cinema, proseguendo l’ispirazione che aveva preso vita nella campagna che vede protagonista David Bowie.

Catherine Deneuve, Caroline de Maigret, Edie Campbell (la modella che ha chiuso l’ultima passerella di Louis Vuitton by Marc Jacobs), Fan Bingbing, Gisele Bundchen e Sofia Coppola: sono loro le donne che hanno ispirato lo stilista statunitense e che oggi posano davanti all’obiettivo di quel genio visionario che è Steven Meisel come novelle Monna Lisa. Sorridono e ammiccano alla macchina fotografica con il loro sguardo enigmatico (Sofia Coppola soprattutto). Stesso sfondo semplice, stessa sobria palette cromatica nei toni del blu e del nero, diversa la personalità delle sei muse che interpretano in modo assolutamente personale la collezione. A ognuna la sua borsa dunque, Noè riproposta in numerose versioni: dal coccodrillo al vitello, dalla tela Monogram alle piume di struzzo, dai cristalli al tessuto ricamato di paillettes e motivo disegnato da Stephen Sprouse. Sì perché la campagna non si concentra sugli abiti: l’attenzione è tutta focalizzata sulla NN14, la nuova versione dell’iconico secchiello nato nel 1932 dalla mente di Gaston-Louis Vuitton, e sulle sue numerose sfaccettature dal carattere deciso che, così facendo, si identificano con il carattere di una persona.

Una campagna che vuole omaggiare le donne, ma ancor più le signore che hanno ispirato la maison parigina. Una campagna perfetta per dire addio a Louis Vuitton che negli ultimi 16 anni ha vissuto un periodo d’oro sotto la direzione di Marc Jacobs. Un addio da signore, che non passa inosservato e anzi passerà sicuramente alla storia.


Vedi altri articoli su: Collezioni |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *