Hermés: la sfilata A/I 2015 alla Parigi Fashion Week

La tradizione della maison in chiave contemporanea sulla passerella parigina

Taglio maschile per il pantalone a vita alta, morbido. Camicetta bon ton rossa
Taglio maschile per il pantalone a vita alta, morbido. Camicetta bon ton rossa
  • Taglio maschile per il pantalone a vita alta, morbido. Camicetta bon ton rossa
  • Salopette in pelle nera con maxi tasche
  • Morbido maglione di lana a collo alto su pantalone in pelle
  • Maglione di lana su gonna a portafoglio
  • Maglioncino di pelliccia
  • Impermeabile dalla inconfondibile linea Hermés
  • Giacca in vellio stretta in vita con maxi tasche
  • Giacca modello mantella
  • L'immancabile sciarpa arancione Hermés
  • Giacca in pelle di agnello con fodera
  • Giacchina di pelliccia color antracite su pantalone morbido
  • Giacchina di pelliccia su pantalone di pelle bordeax
  • Lungo cappotto in pelle nera con colletto bon ton e cintina
  • Maglia lunga dalla linea sfasata abbinata alla gonna, tutto giallo
  • Giacchina in pelle con elementi in velluto
  • Casacca e gonna rosso fuoco, stivali in camoscio
  • Abito bianco smanicato
  • Abito rosso 'essenziale'
  • Compleo camicia e gonna di seta blu
  • Completo di velluto bordeax
  • Elegante completo con casacca con manica tre quarti e cintura alla vita
  • Elegante il completo giacca e gonna con sciarpa, su maglia di lana blu cobalto
  • Cappotto trapuntato con maxi tasche
  • Cappotto in velluto nero dalla linea morbida
  • Cappotto bon ton in velluto
  • Abito bianco con gonna in seta

Quasi una specie di iniziazione, non certo per il brand che a Parigi è letteralmente di casa, ma sicuramente sì per Nadège Vanhee-Cybulski, nuovo direttore artistico del prêt-à-porter femminile al posto di Christophe Lemaire. Un debutto quasi da dietro le quinte, molto sobrio e perfettamente in linea con il ‘mondo Hermés’. Lei stessa ha dichiarato di aver voluto prendere in mano l’eredità e la tradizione della maison interpretandole in chiave contemporanea. I modelli che hanno sfilato alla Parigi Fashion Week ne sono stati la dimostrazione più lampante.

Linee tipicamente Hermés

In molti hanno voluto assistere al debutto di Nadegè che non ha deluso con i suoi modelli all’apparenza semplici, come le linee che ricordano lo stile equestre tipico del brand, ma estremamente curati nei tessuti e nei dettagli. Il capo-simbolo dell’incontro tra la tradizione Hermés e l’innovazione Nadège sta nella giacca blu inchiostro in pelle di agnello con fodera imbottita come una sella. Proprio quella sella e quel mondo dei cavalli che resta una filosofia essenziale della maison. Pantaloni in velluto asciutti e lisci, stivali e colori come il famoso arancione ruggine di Hermes fanno il resto. Ma il disegno o anche soltanto la forma di una staffa emerge qua e là in tutta la collezione: sull’abito di seta jacquard rosso, la base di una collana, le cintine che chiudono i colli dei cappotti. La lettera H di Hermés appare appesa a collane d’argento.


Vedi altri articoli su: Fashion Weeks | Parigi Fashion Week | Sfilate |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *