MCQUEEN SS 2015
Fashion Weeks

Alexander McQueen: la sfilata SS2015 alla Parigi Fashion Week

Giappone dark, pelle, fiori, magnifici dettagli costruttivi: la collezione primavera/estate 2015 di Alexander McQueen è una visione notturna e affascinante.

Da uno sfondo nero, su cui spiccano giganteschi fiori–scultura bianchi, nasce una collezione dark, col nero che lascia spazio solo al rosso, al bianco e al rosa dei fiori di ciliegio. Sì: Sarah Burton per la primavera/estate 2015 della Maison Alexander McQueen s’ispira al Giappone, ma con la consapevolezza che bisogna essere McQueen per poter guardare a est senza che la prima reazione sia di noia.

Un Oriente dark

Il Giappone di questa collezione lo riconosciamo subito nei colli, nelle linee a kimono, nel motivo ornamentale floreale, ma proprio quando crediamo di averlo incasellato, l’elemento perturbante prende il sopravvento: la pelle degli abiti e delle decorazioni al laser, le impalcature di bretelle su impalpabili vestiti di organza, le maschere che incorniciano in modo inquietante (da kabuki, ma anche da pugile) il volto delle modelle, i sandali dai tacchi di plexiglass e gli infiniti incroci sulla gamba. Insomma, dimentichiamoci la delicatezza dei fiori di loto: eppure i fiori ci sono, ma si lasciano contaminare da strisce di pelle nera, che strutturano il busto e tornano sulla maggior parte dei look.

Fiori e contrasti

Proprio i fiori, declinati su tutti i materiali, sono il filo conduttore di un percorso che si articola attraverso abiti lunghi e leggeri, corti e strutturati, passando per completi e soprabiti dalle linee kimono, per finire su abiti a rete traforati, e quasi dissolversi nelle composizioni di perle. La consistenza della pelle nera riesce a trasformare le classiche forme giapponesi; la stoffa impalpabile la modifica spingendo con forza nella direzione opposta, e questo scontro produce i capolavori della collezione, creazioni che arrivano al limite tra il ready to wear e l’alta moda.

L’interpretazione dei desideri

Come i fiori-scultura bianchi sono una riflessione dell’artista Mark Quinn sul tema del desiderio, questa collezione interpreta i nostri desideri, le loro contraddizioni, e ce li restituisce esauditi: abiti con vaporose gonne composte di fiori ritagliati nell’organza, abiti come tuniche con stupende stampe floreali; soprabiti, completi e gonne di pelle; giacche e pantaloni; scollature, maniche squarciate nella lunghezza, corpetti e incroci. Ci siamo tutte, qui, e possiamo essere tutto contemporaneamente: principesse sognanti e regine dell’oscurità.



Milano Fashion week 2020: sfilate ed eventi a cui partecipare
Fashion Weeks

Milano Fashion Week 2020: sfilate ed eventi a cui partecipare

Milano Fashion Week 2019: eventi gratuiti aperti al pubblico
Fashion Weeks

Milano Fashion Week 2019: eventi gratuiti aperti al pubblico

Milano Fashion Week 2019: le tendenze
Fashion Weeks

Milano Fashion Week 2019: le tendenze da aspettarsi

Parigi Fashion Week Primavera/Estate 2019
Fashion Weeks

Gli accessori più di tendenza della Paris Fashion Week P/E 2019

Il look beauty della Paris Fashion Week P/E 2019.
Fashion Weeks

Paris Fashion Week: beauté

Il look beauty della Paris Fashion Week P/E 2019. In foto Guy Laroche e Chloé.
Fashion Weeks

Paris Fashion Week: la bellezza parla francese

Milano Fashion Week SS 2019
Fashion Weeks

Milano Fashion Week P/E 2019: gli accessori da non perdere

Il look beauty della Milano Fashion Week P/E 2019. In foto Dolce&Gabbana e Giorgio Armani.
Fashion Weeks

Il lato beauty della Milano Fashion Week

Taglie forti, consigli di stile
Cosa mi metto

Taglie forti, consigli di stile

Viva le forme! La moda veste le taglie forti con grazia e glamour. Ecco a voi tanti consigli di stile su come scegliere abiti, pantaloni e giacche più adatte alle nostre forme.

Leggi di più