Alexis Mabille sfila alla Paris Fashion Week spring/summer 2014

Pin up metropolitane per la primavera-estate 2014 di Alexis Mabille

A Parigi lo stilista francese mostra una bomba sexy dal carattere mascolino di chiara ispirazione vintage

Dopo New York e Londra, che sulle passerelle non hanno mostrato tutta questa grande innovazione, la sfida per la primavera-estate 2014 si gioca tra Milano e Parigi. La Paris Fashion Week è appena iniziata e c’è già chi scommette che le sue creazioni daranno del filo da torcere ai capi italiani proposti la scorsa settimana durante Milano Moda Donna.

L’americana Rosie the Riveter sfila a Parigi

Nel secondo giorno della Paris Fashion Week Alexis Mabille ha presentato la propria proposta per la spring/summer 2014 mostrando una donna pin-up metropolitana. Very chic ma anche urban. Non sembra aver deluso le aspettative lo stilista francese, che dopo l’esperienza da Nina Ricci, Ungaro, Dior, Yves Saint Laurent e Lancôme, ha deciso di lanciare il proprio marchio (correva il 2005). Ben presto Karl Lagerfeld si accorse del suo grande talento, e a soli tre anni dalla nascita del brand Alexis Mabille, le collezioni dello stilista hanno calcato per la prima volta la passerella di Paris Haute Couture Fashion Week.

Una carriera in continua ascesa quella di Monsieur Mabille che in questa edizione della Paris Fashion Week ha proposto una linea giovane, fresca e di ispirazione techno-sport-couture, terreno già esplorato in passato dallo stilista. Questo mondo, fatto di eleganti shorts dalle linee sportive e di reggiseni con lacci che sbucano da camicie bianche aperte, incontra sapientemente quello della moda elegante e chic, ottenendo come risultato finale una “bomb girl” urban pin-up. Un personaggio che si può facilmente identificare con la regina incontrastata del burlesque internazionale: Dita Von Teese, grande fashionista e amante della moda targata Alexis Mabille. Ma la pin up della prossima primavera-estate nasconde anche un carattere forte, mascolino che si espone quando la donna indossa impermeabili in silicone che nascondono le forme e giocano con culotte e reggiseni.

Un’ispirazione vintage e storica quella dello stilista che per questa linea ha pensato alla mitica Rosie the Riveter, figura-simbolo negli Stati Uniti creata per rappresentare le donne americane che durante la Seconda Guerra Mondiale lavoravano nelle fabbriche di armi e munizioni. Una donna spesso utilizzata come simbolo del femminismo e del potere economico delle donne che rivive soprattutto nelle acconciature (fasce blu scure con fiocco portate sopra la fronte) e nel make-up, fatto di eyeliner e bocche rosse.

Felpe, cappucci, bluse, camicie, reggiseni a vista, canotte ricamate con cristalli, scollature, completi con pantaloni ai cui lati svolazzano ali di tessuto. Trasparenze, fiocchi, balze morbide e orli corti su abiti e gonne dalle linee irregolari e asimmetriche presenti in una palette di colori decisi (blu scuro, bianco candido, giallo, rosa cipria e verde militare).

Una collezione super glam per una donna super femminile ma con un carattere prettamente mascolino.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Profumi primaverili 2019
Collezioni

I nuovi profumi femminili per la primavera-estate 2019

Esprit: nuova collezione A/I 2019.
Collezioni

Esprit: la nuova collezione di giacche e cappotti per l’autunno/inverno 2019

Karl Lagerfeld alla sfilata Chanel Haute Couture Primavera/Estate 2018
Collezioni

Chanel Haute Couture: sfilata Primavera/Estate 2018

Giorgio Armani Privé Haute Couture SS 2018.
Collezioni

Giorgio Armani Privé Haute Couture: sfilata Primavera-Estate 2018

Bershka Capodanno 2018
Collezioni

Bershka: novità vestiti Capodanno

Collezione donna Luisa Spagnoli
Collezioni

Nuova collezione Autunno/Inverno 2017-2018 Luisa Spagnoli

Zucca FW 2017/2018
Collezioni

Zucca: new collection FW 2017-2018

Costumi estate 2017: i modelli da non perdere della collezione yamamay
Collezioni

Costumi estate 2017: i modelli da non perdere della collezione yamamay

La moda minimal: 5 influencer da seguire
Abbigliamento

La moda minimal: 5 influencer da seguire

La moda minimal, contrapposta a quella del gusto eccessivo degli anni ’80 e ’90, oggi rivive e si afferma nella nostra era del” too much”.

Leggi di più