Valentino: collezione primavera/estate 2015
Abbigliamento

Valentino: la collezione primavera estate 2015

Una donna viaggiatrice tra i paesaggi neoclassici e marini dell’Italia del diciottesimo secolo: ecco l’ispirazione della Maison Valentino per la collezione primavera/estate 2015

Un ritorno al gusto neoclassico che si respirava nel nostro Bel Paese, ecco l’ispirazione della maison Valentino per la collezione primavera/estate 2015, che alla vigilia della sfilata lancia un’anticipazione con un tweet: “un viaggio attraverso l’Italia del diciottesimo secolo”.

La donna greco-romana di Valentino

Maria Grazia Chiuri e Pier Paolo Piccioli, i due direttori creativi della Maison, interpretano così la donna Valentino, che sembra fare un salto pindarico in quel mondo neoclassico dell’Italia settecentesca, dove gli orpelli e le artificiosità del Barocco vengono soppiantate dal gusto estetico della statuaria bellezza greco-romana, in un’ovazione all’essenzialità delle linee e delle silhouette.

Le luci della passerella si accendono e il primo abito è una tunica corta in blu navy “a grembiule”, lasciando scoperta la parte posteriore del busto, scoprendo così le prime nudità, in un gioco sensuale in cui il corpo è al centro della scena. Ai piedi si scopre quello che sarà il primo leit motif di tutta la sfilata: i sandali alla schiava, simili ai famosi “coturni“, la calzatura riminiscenza di quel mondo antico che viene portato nuovamente alla luce nell’Italia del Settecento dagli scavi di Pompei ed Ercolano.

I primi fiori che sbocciano sulle stampe di abiti corti o cappotti dalle linee asciutte sono probabilmente ancora di derivazione barocca, con i loro giochi caleidoscopici e i colori accesi e vivacissimi. Ma il gusto neoclassico riaffiora subito alla superficie, in un abito lungo dalla linea semplice, con stampa fiorita, lunghe maniche con bordo a corolla e una serie di volant che cingono la gonna per tutta la sua lunghezza. Uno spruzzo di colore blu acceso per un completo con gonna e blusa dalla silhouette appena accennata e poi ecco comparire i primi abiti total white con ricchi adorni in sangallo: la vita è portata appena sotto il seno, in perfetto stile Impero, la scollatura si abbassa vertiginosamente fino alla cintura, in perfetto stile neoclassico, un periodo in cui l’eleganza di una donna si vedeva da come era ben “svestita” e non “ben vestita”. Una tuta in sangallo con coulisse in vita riporta la scena alla modernità, con cappotti e trench in lino beige su ampi pantaloni a palazzo o completi, ma poi l’atmosfera si fa subito più romantica con sottovesti e abiti perforati che si accendono in un arcobaleno dalle tinte pastello: azzurro, rosa cipria, giallo paglierino, terracotta, indaco e verde-acqua. Alcuni abiti in seta in blu scuro e rosso rubino distolgono per un attimo l’attenzione con le loro stampe argentee a tematica marina, ma poi le vesti trasparenti, tipiche del periodo greco-romano, la moda del “nudo” come veniva chiamata nel Settecento, ritornano alla ribalta, con ricchi drappeggi, gonne voluttuose e le tipiche spalline “a palloncino”, che un tempo erano sinonimo di lascivia perché mostravano il braccio nudo.

Una sirena dal litorale

Le divinità greco-romane della prima parte della sfilata subiscono a poco a poco una metamorfosi, i loro abiti si fanno sempre più eterei e leggeri, le trasparenze sempre più visibili e dalla spuma del mare italico sembra fare la sua comparsa un essere quasi fiabesco, una sirena sulle cui vesti si posano argentee stelle marine, conchiglie e ricci di mare, meduse, coralli e cavallucci marini. L’artigianalità sartoriale della grande maison è visibile su alcuni abiti velati in cui piccoli frammenti di pietruzze colorate sono cuciti ad hoc assieme a piccoli volant e fili argentei che sembrano ricreare i fondali marini. Lembi di stoffa semicircolari sono applicati sulla gonna e sulle maniche di un abito in modo tale da ricordare squame di pesce e pinne,  mentre particolarissimo è l’abito con stampa di stelle marine e top con bordi smerlati indossato dalla celebre modella Edie Campbell. Anche i sandali alla schiava e i fermagli sui capelli sciolti della sirena Valentino sono costellati qui e là da elementi naturali marini. Per quanto riguarda le borse, tra maxi doctor bag floreali e le bustine piatte con cinghia da polso e originale cinghia per inserimento mano, non poteva mancare la preziosissima mini-clutch con apertura fatta a corallo.

Non ci resta che aspettare con ansia l’arrivo della bella stagione!

 



Abbigliamento da casa chic
Abbigliamento

Abbigliamento da casa chic: come essere eleganti a casa

Outfit autunno idee outfit per ragazza, uomo e per la sera
Abbigliamento

Outfit autunno: idee outfit per ragazza, uomo e per la sera

Lingerie per curvy, 5 brand sexy da tenere d'occhio
Abbigliamento

Lingerie per curvy, 5 brand sexy da tenere d’occhio

Jeans plus size
Abbigliamento

Jeans plus size, i modelli più belli per ogni stile

Scarpe vegane
Abbigliamento

Scarpe vegane: i modelli più chic da comprare

Vestiti mini e maxi
Abbigliamento

Vestiti mini e maxi: i più sexy per l’estate

Costumi da bagno per protesi mammaria
Abbigliamento

Costumi da bagno per protesi mammaria: le migliori marche

Estate e gioielli, quali sono i più trendy da indossare quest'anno
Abbigliamento

Estate e gioielli, quali sono i più trendy da indossare quest’anno