Christian Dior sfila alla Paris Fashion Week spring/summer 2014
Abbigliamento

Per la primavera-estate 2014 Christian Dior fa sfilare il romanticismo lirico

Una donna selvaggia e sicura di sé cammina in un lussureggiante giardino tra piante rampicanti e rose velenose

Una foresta di fiori, foglie rampicanti, edere e liane. Sembra di essere nel bel mezzo di un lussureggiante e rigoglioso giardino e invece ci troviamo nel parco del Museo Rodin di rue de Varenne di Parigi. Questa la location scelta per l’attesissima collezione primavera-estate 2014 di Christian Dior che per l’occasione ha proposto una linea fresca e leggera, l’ideale per una linea spring-summer.

Il nuovo femminismo di Raf Simons

La donna immaginata da Dior è una donna forte, selvaggia e sofisticata, che passeggia per un giardino surreale e “sinistro”, come lo ha definito Raf Simons, da aprile 2012 direttore creativo della maison francese. Sfila in passerella un nuovo femminismo in cui la donna non conosce le proprie origini, né immagina il futuro che la attende: l’unica certezza che ha è quella di muoversi in uno spazio in costante e continuo mutamento. È in questo modo che lo stilista ha saputo nuovamente reinventare la donna Dior come nessuno era mai riuscito precedentemente, pur attenendosi alle storiche e profonde radici del brand. Con Raf Simons Dior è cambiato ma è rimasto lo stesso. Difficile da spiegare come questo sia possibile, se non attraverso le parole del suo direttore creativo: «Questa collezione è definita dalla volontà di dare una svolta a Dior, di scuoterlo e di spingerlo lì dove il romanticismo lirico può diventare pericoloso, dove le rose assumono una valenza velenosa. Da Dior molte cose sono legate alla natura e nello stesso tempo ci si è sempre confrontati con l’idea di non cambiare la natura. Io ho voluto cambiare la natura stessa delle cose affinché la moda possa essere un campo delle possibilità, di assunzione del rischio e del cambiamento».

Ecco dunque sfilare sulla passerella parigina una nuova tribù di donne che indossano abiti che si trasformano e si evolvono ad ogni uscita: la classica giacca bar di Dior, nera, corta e attillata sul punto vita si accorcia nuovamente lasciando i fianchi nudi, le gonne pantaloni vengono sovrapposte a bermuda plissé stampate, le camicie da uomo diventano abiti a righe che lasciano nuda la schiena. Gli abiti a vita alta vengono costruiti con corpetti in raso, il broccato è così rigido da sembrare pelle, mentre gonne di voile e giacconi mariniére di duchesse completano una linea in cui i colori sono pensati per contrastarsi, come l’abbinamento top verde-gonna rosa. E ancora nastri, stampe fantasia, scritte e tinte forti.

Raf Simons pensa a una donna diversa dalle altre: una donna elegantemente selvaggia che si addentra in una pericolosa serra di piante rampicanti e rose velenose che rivivono su abiti in jacquard d’argento ricoperti di minuscoli fiori. Ma lo fa stando attenta a tutto, pericoli e accessori compresi: dalle scarpe décolleté a punta, alla borsa in coccodrillo rosso.



Vestiti mini e maxi
Abbigliamento

Vestiti mini e maxi: i più sexy per l’estate

Costumi da bagno per protesi mammaria
Abbigliamento

Costumi da bagno per protesi mammaria: le migliori marche

Estate e gioielli, quali sono i più trendy da indossare quest'anno
Abbigliamento

Estate e gioielli, quali sono i più trendy da indossare quest’anno

Bikini a vita alta, il trend dell'estate
Abbigliamento

Bikini a vita alta, il trend dell’estate

5 outfit estivi per appuntamenti romantici
Abbigliamento

5 outfit estivi per appuntamenti romantici

Abbigliamento workout: i migliori outfit per allenarsi d'estate
Abbigliamento

Abbigliamento workout: i migliori outfit per allenarsi d’estate

Costumi da bagno ecosostenibili
Abbigliamento

Costumi da bagno ecosostenibili: 5 brand tra cui scegliere

I migliori reggiseni sportivi per il workout
Abbigliamento

I migliori reggiseni sportivi per il workout