Isabel Marant: la collezione primavera estate 2015

Isabel Marant: la collezione primavera estate 2015

La collezione primavera/estate 2015 di Isabel Marant è un mix di stili ed etnie differenti: minigonne plissettate e sandali da gladiatore romano, stampe tribali e lontane suggestioni d'Oriente.

-
28/09/2014

Isabel Marant, stilista francese dalla vena eclettica e originale, per la primavera/estate 2015 propone una collezione pronta a stupire: la vena hippie e bohemien delle scorse edizioni lascia il posto a uno stile nuovo, fresco, che dà respiro a inusuali contaminazioni e attinge da realtà etniche differenti, creando un’atmosfera unica e dalle multiple percezioni sensoriali.

Stampe tribali e monocromo

Uno dei leit motif della collezione sono le stampe tribali, grafismi geometrici che si ripetono serialmente su pantaloni alla caviglia, miniabiti e giacche con spalle larghe, leggermente anni Ottanta. Ma il pattern non ricorda solo i maculati jungle inspired, sembra infatti ripercorrere le linee e le geometrie di un lontano Oriente. Il vero protagonista della passerella è invece il monocromo: Isabel Marant sceglie di giocare con il bianco e il nero, su outfit total black o white oppure con l’alternanza di blocchi di colore e le stampe tribal. La palette di colori si scalda gradualmente prima con alcuni miniabiti in chiffon dalla timida tonalità rosa cipria, poi con reiterazioni delle stampe black and white ma questa volta in chiave più grintosa, nelle nuance di un paglierino aranciato e del ruggine. Quest’ultimo fa da padrone nella seconda parte della sfilata, su bluse in pelle, minigonne traforate e completi dalle complesse lavorazioni.  Le frange sono pressoché ovunque, sui bordi di lunghi capispalla, sul margine di colletti e maniche di maglioni a trama larga, su gonne dal fondo frastagliato, con qualche accenno alle tribù indiane degli Apache e degli Sioux anche se la rafia utilizzata fa pensare a richiami oltre-oceano, come fossero rivisitazioni in chiave moderna di tutù hawaiani.


Leggi anche: Moda scarpe primavera estate 2020

La donna gladiator

Isabel Marant ama mixare insieme stili e culture differenti, presente e passato, creando sempre atmosfere nuove, inusuali, e lo fa anche con la nuova collezione primavera/estate 2015. Il look che propone per la prossima stagione è un patchwork più che di tessuti di derivazioni etniche differenti, con uno sguardo al passato: i sandali allacciati alla schiava, le cinture-cordone intrecciate, i miniabiti-toga con monospalla e numerosi drappeggi, strizzano l’occhio al mondo dell’antichità greco-romana. La donna di Isabel Marant si fa gladiatrice, con gonnelle plissettate che ricordano il peplum, ovvero la tipica baschina in vita utilizzata dai guerrieri romani durante i combattimenti, che dona femminilità a tutta la silhouette, segnando il punto vita e rendendo le proporzioni della figura molto più armoniose. La stilista ha volutamente optato per gonne cortissime, quasi desiderasse soffermare lo sguardo attento del pubblico sulle gambe statuarie delle dee guerriere, un prolungamento di quelle colonne greco-romane simbolo indiscusso della classicità.

  • Scrittore e Blogger