Sfilata Grinko spring-summer 2015: videostory

Sfilata Grinko spring-summer 2015: videostory

Alla scoperta della collezione primavera-estate 2015 di Grinko: il nostro video della sfilata e le emozioni a caldo del pubblico.

-
24/09/2014

Sergei Grinko, giovane e talentuoso stilista russo, per la primavera-estate 2015 propone una collezione ipermoderna ma capace di guardarsi intorno e interpretare i trend dell’attualità in chiave atemporale. Grinko parla a una donna che vuole seguire le tendenze ma a modo suo, proponendo idee attualissime, capaci di esprimere un orizzonte temporale molto più a lungo termine.

Non chiamatelo giovane!

La collezione spring-summer  2015 si distingue per le linee semplici ibridate con volumi più strutturati e per la reintepretazione dei classici street e dello sportswear, che si incontrano e si confondono con un’eleganza essenziale. Si assiste a una sfilata con molti capi che nascono dal lessico giovane ma assumono significati stratificati e diversi, come le stoffe usate.

La ribellione della reinterpretazione

Grinko prende l’abbigliamento “easy”, declinato anche nell’ossessione denim fresca di revival, e lo trasfigura in geometrie semplici, creando silhouette che accompagnano il corpo e donano leggerezza, anche quando si compongono di tessuti e stampe molto presenti e molto moderni. È una moda che non si accontenta di essere alla moda e dall’attualità vuol trarre insegnamenti più duraturi dei trend momentanei. È così che le stampe d’impronta digitale finiscono per assomigliare a dei Kandinsky, come tutta la tavolozza di colori della collezione, e il total denim diventa una sottile trasparenza azzurra, leggera come l’aria. Il motivo dell’occhio, che guarda ma allo stesso tempo piange, è un’ossessione che ritorna in tutte le dimensioni, dalla grande macchia azzurra al piccolissimo motivo geometrico e, in quanto “vista” e “sguardo”. rimanda alla presa di coscienza della realtà che ci circonda, una presa di coscienza che non può essere rimandata o rimossa. È qui che nasce il Sinthetic Riot, la ribellione dell’attuale che vuole trascendere l’attimo, celebrando i grandi trend ma allo stesso tempo trasformandoli completamente, per affermare il proprio punto di vista, il proprio -appunto- sguardo.


Leggi anche: Al via le quattro Fashion Week

Promemoria per l’estate 2015

Cosa mettere in valigia del mondo Grinko per la prossima bella stagione? Tanto blu, un blu profondo, vivo, da sogno, e tanto bianco splendente. Ma soprattutto le stampe, incredibilmente fresche ed estive. La freschezza è irrinunciabile anche nel gioco delle trasparenze azzurre, che rimandano a un denim spogliato della sua materia, ridotto alla sua anima, che si fa attraversare dallo sguardo.

Gli accessori

E proprio lo sguardo, il vero protagonista, vince su tutto: amplificato dagli accessori-occhio, in forma di orecchini, anelli, ciondoli; riprodotto in mille forme sui tessuti; deviato e sorpreso nella trasformazione di oggetti apparentemente immutabili come il cappello texano trasformato, decontestualizzato, rivissuto.

Godetevi con noi la sfilata e le emozioni a caldo degli spettatori dopo aver assistito al fashion show.

Maria Lo Bianco
  • Scrittore e Blogger