anello fidanzamento

L’anello di fidanzamento

L’anello di fidanzamento è un dono importante, ricco di valenze simboliche sia per chi lo regala che per chi lo riceve. Una panoramica tra le proposte più belle e i brillanti delle celebrities

È l’anello per eccellenza, l’anello che tutte le donne vorrebbero vedersi infilare al dito (almeno) una volta nella vita. Un monile prezioso non tanto per il valore economico in sé quanto per il significato che sottende: la promessa d’amore eterno. La tradizione vuole che sia l’uomo a sceglierlo e a regalarlo alla propria donna.

Su quale dito? Mano destra o sinistra?

Sempre secondo la tradizione, l’anello di fidanzamento si indossa sull’anulare della mano sinistra, dove poi verrà seguito dalla fede nuziale: il giorno del matrimonio l’anello di fidanzamento viene spostato sull’altra mano per lasciare posto a un anello ancor più prezioso, la fede, ma poi si usa portare entrambi gli anelli sullo stesso dito. Questo perché è credenza diffusa che proprio dall’anulare sinistro passi una piccola arteria che risalendo lungo il braccio arriva direttamente al cuore.

Quante volte nei film abbiamo rivisto la stessa scena, con il protagonista che in maniera impeccabile (ricordate la scena dell’anello che scivola magicamente attraverso un filo all’anulare sinistro di Julia Roberts in Nemiche Amiche) o più o meno rocambolesca (come quando Ben Stiller perde il bagaglio in cui aveva nascosto l’anello per la fidanzata in Ti Presento i Miei) infila l’anello e pronuncia la fatidica domanda? Un dono così importante però ha bisogno di una certa accuratezza nella scelta, e il più delle volte siamo noi donne a consigliare “velatamente” ai nostri partner ciò che più desideriamo. Ecco una semplice guida per aiutarti a scegliere l’anello più adatto alle tue esigenze.

Sceglilo in base al materiale

Per prima cosa devi pensare al materiale: l’argento è, ovviamente, il meno costoso ma è comunque una scelta molto raffinata. Se scegli l’oro, ricorda che la versione più comune è quella in oro bianco (da 9, 14 e 18 carati), ma esistono anche la versione in oro giallo e in oro rosso o rosa. Molto belle le proposte, rispettivamente, di Alessi Domenico, Stroili Oro, Gucci e Pomellato.

Solitario, trilogy o veretta?

Attente anche al tipo di anello che scegliete, a seconda del suo significato. Il solitario è in genere l’opzione più tradizionale, composto da un solo diamante o gemma preziosa, e sta a indicare amore eterno: bellissima la proposta classica di De Beers. L’opzione invece più lussuosa, solo per pochi eletti, è il trilogy: tre diamanti incastonati uno dietro l’altro a simboleggiare l’amore passato, presente e futuro, come la versione preziosissima disegnata da Damiani. Infine, la veretta o fedina, chiamata anche riviera, è la tipologia di anello più adatta all’occasione del fidanzamento, poiché è certamente uno dei primi anelli ad essere regalato. L’anello può essere a più diamanti, mezza veretta o veretta a giro completo: Salvini lo propone a cinque pietre in oro bianco e diamanti.

Sceglilo in base alla pietra

Si sa, tutte noi concordiamo con Marilyn Monroe quando dice Diamonds are a girl’s best friend. La scelta del diamante è per sempre, e non solo perché lo vuole la tradizione, ma perché ha una lucentezza unica, soprattutto nel taglio rotondo a 58 faccette, detto per l’appunto “brillante”. Tiffany & Co ce lo propone in ben nove differenti forme: rotondo, princess, lucida, quadrato, cushion, a cuore, smeraldo, ovale e a goccia. Il solitario a goccia di Tiffany è molto sofisticato, così come quello a forma di cuore di Cartier e quello a taglio princess di Alexander Fuchs. Ma se vuoi distinguerti e optare per una soluzione più originale, perché non prendere in considerazione altre pietre preziose e coloratissime? Sicuramente fuori da ogni schema è l’anello con cuore di smeraldo contornato da brillanti di Piaget, così disegnato per dare l’idea di tanti giocatori attorno a un tavolo da gioco del casinò. Oppure l’anello con rubino a taglio cushion o quello con zaffiro blu notte contornato da fedina di brillanti, entrambe creazioni di Harry Winston.

Sceglilo low cost

Se invece hai un budget limitato ma non vuoi comunque rinunciare all’anello dei tuoi sogni, ci sono tante idee economiche da prendere in considerazione. Come ad esempio il raffinato solitario con perla firmato Emporio Armani, l’anello clear crysal di Swarovsky, di stile retrò e di grande impatto, oppure basta andare sul sito 21diamonds.it e selezionare “Rilevanza prezzi ascendenti”: compariranno tantissime offerte tra le quali potrai scegliere la giusta combinazione prezzo-qualità (qui potrai addirittura creare il tuo anello!).

Fatti ispirare dalle vip

Se hai l’animo romantico e per te l’anello di fidanzamento ha soprattutto un valore simbolico, fai come nostra duchessa di Cambridge, alias Kate Middleton, a cui William ha regalato l’anello di zaffiro con diamanti già indossato dalla madre, Diana Spenser, per un valore affettivo che non ha prezzo. Sembra che anche Angelina, sebbene abbia gradito l’anello donatole da Brad, firmato Robert Procop e del valore di circa 250 mila dollari, l’abbia già messo nel cassetto preferendogli l’anello della bisnonna di Brad, una fedina ricca di valore simbolico. Al contrario, tutt’altro che modesto sembra l’anello che Justin Theroux ha regalato lo scorso anno alla bella Jennifer Aniston, di grandi dimensioni e dall’indefinito numero di carati, una scelta non elegantissima. Meglio per Jessica Biel: l’anello di fidanzamento ricevuto lo scorso ottobre da Justin, contiene un diamante delle giuste proporzioni, contornato da due acquamarine che s’intonano alla perfezione. Azzeccata anche la scelta dell’anello con diamante dal taglio ovale di 12 carati che Ryan Reynolds ha regalato prima delle nozze alla bella Blake Lively: quest’ultima sembrerebbe non separarsene mai e l’ha sfoggiato, raggiante, anche in occasione della Milano Fashion Week lo scorso settembre.

Anello di fidanzamento e fede insieme

Dopo tutte queste ricerche tra diamanti e pietre preziose, si suppone che il tutto si coroni nel giorno delle nozze. E allora che fine farà il nostro anello di fidanzamento? Bé, un diamante è per sempre, ma soprattutto la promessa che ci si scambia quel giorno è per sempre, e allora l’anello di fidanzamento potrà essere indossato insieme alla fede nuziale, sullo stesso dito anulare della mano sinistra, come segno dell’indissolubile legame stretto in quel giorno.

Foto di: manhhai, John Irving, Laura Loveday, Irene Prieto


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Anello di fidanzamento: i trend del 2019
Fedi

Anello di fidanzamento: i trend del 2019

Bluemilia portafedi per UnaDonna
Fedi

Portafedi fai da te: tutorial per cuscinetto fatto a mano

Anello di diamanti in una rosa
Fedi

Gli anelli di fidanzamento più famosi della storia

Considerate l'anello per la vita, le fedi nuziali devono essere scelte in modo da rappresentare al meglio la propria personalità
Fedi

Fedi nuziali: le novità 2014

Fedi

Le fedi nuziali

Guest Book
Matrimonio

Guestbook matrimonio: idee su come realizzarlo

Tra i pochi dettagli che ancora ti mancano c’è il Guestbook. Ma come realizzarlo? Per te tre idee economiche, eleganti e divertenti per il tuo Matrimonio.

Leggi di più