Impetigine bambini

Impetigine: come si manifesta

Causata da stafilococchi o streptococchi, questa infezione colpisce prevalentemente i bambini di età pre-scolare e scolare presentandosi come vescicole o piaghe principalmente attorno naso e bocca

Non mi era mai capitato di sentir nominare questa malattia fino a questo momento, fortunatamente direi. L’impetigine è infatti qualcosa di davvero fastidioso e abbastanza preoccupante che si identifica come un’infezione acuta che prende di mira il derma, cioè la pelle, di viso, collo e arti. Colpisce più frequentemente i bambini di età pre-scolare e scolare ed è causata da Stafilococchi di tipo aureus o pyogenes o da streptococchi. Visto che è legato all’attacco di questi batteri, la cattiva igiene diventa un fattore primario di contagio, come anche la pelle già precedentemente lesionata da eczemi, abrasioni o tagli. Se ne sono in particolare identificati due tipi: non bollosa e bollosa.

Generalmente si manifesta attorno naso e bocca sotto forma di vescicole e piaghe ripiene di liquido chiaro, che poi successivamente si rompono lasciando spazio a una crosta giallastra. La pelle adiacente è arrossata e può essere soggetta a prurito. Il pericolo maggiore sta nella fuoriuscita del liquido che espandendosi può infettare altre zone del corpo facilmente.

L’impetigine è contagiosa

Impetigine
Una manifestazione di impetigine
Stare a contatto diretto con le persone affette da impetigine non è proprio consigliabile. Questo tipo di infezione infatti è contagiosa, soprattutto se si viene a contatto con asciugamani, giocattoli, abbigliamento o qualsiasi altra cosa che è venuta a contatto con le vescicole dell’impetigine e soprattutto con il liquido in esse contenute. Ecco perché si assiste spesso a delle micro-epidemie in asili nido e scuole materne.

I batteri che la causano possono entrare in un organismo attraverso delle lesioni presenti sulla pelle. E’ così, stando cioè a stretto contatto con i bambini infetti, che spesso anche gli adulti sono colpiti da questa infezione. Tutto questo rende chiare le ragioni per cui, una volta che la malattia è stata individuata (fatto non sempre semplice), si rende necessario ritirare il bambino da scuola, presso la quale può essere riammesso solo a terapia già iniziata.

Curare l’impetigine

Pomate e pastiglie
E’ possibile curare l’impetigine con trattamenti antibiotici appositamente studiati dal medico a seconda del caso. In ogni caso si può andare da pomate antibiotiche all’assunzione di farmaci per via orale.

 Impetigine recidiva

E’ possibile che chi sia stato già colpito da questa infezione batterica, sia soggetto a nuove ricomparse del problema. Ecco perché si consiglia un’accurata igiene, di tenere tagli e graffi sempre puliti e disinfettati e di curare tempestivamente qualsiasi escoriazione della pelle.

Ti potrebbe interessare anche

Antidifterica: cos'è e come funziona
Malattie Bambini

Antidifterica: cos’è e come funziona

Intolleranze neonato
Malattie Bambini

Intolleranze nei neonati: cosa fare?

microcefalia
Malattie Bambini

Microcefalia: che cos’è

Sindrome di Asperger
Malattie Bambini

La sindrome di Asperger: cos’è

La congestione nasale è tipica dell'autunno.
Malattie Bambini

Congestione nasale nei bambini

pertosse
Malattie Bambini

Pertosse: sintomi e cure

Malattie Bambini

Gli orecchioni: sintomi e cure

naso - bimbi
Malattie Bambini

Lavaggi nasali nel bambino, ecco come farli

Dote scuola: come si può spendere il bonus
Asilo e Scuola

Dote scuola: come si può spendere il bonus

La Dote scuola è una misura di sostegno per l’educazione dei giovani in Lombardia. Se avete dei figli in età scolastica ecco come richiederla e come usarla.

Leggi di più