Il pranzo di Pasqua insieme ai vostri bambini

I bimbi si divertiranno come pazzi a farvi da aiuto cuochi e ad agghindare insieme a voi la tavola

bimbi in cucina
Realizzate con i più piccoli una torta di yogurt con stampini a forma di colomba, coniglietto o campana

Coinvolgere i bambini in cucina non è così difficile come può sembrare. Accantonate, almeno per una volta, la vostra mania di perfezione e preparate il pranzo di Pasqua insieme ai piccoli di casa. Il pavimento ne risentirà sicuramente, così come il piano di lavoro in cucina… ma la soddisfazione che vedrete sui volti dei vostri bambini vi ripagherà di ogni fatica. Armatevi dunque di pazienza, ma soprattutto di entusiasmo, preparate dei piccoli grembiuli per i vostri aiutanti e cominciate ad organizzare il vostro menù di Pasqua formato bebè.

Ricette semplici, colorate e gustose

Se a Natale a vincere in tavola è la tradizione, le ricette elaborate, e le mille portate, per Pasqua potete pensare ad un menù fresco, leggero, ma altrettanto gustoso. I più piccoli, come sanno bene le insegnanti del nido e della scuola materna, amano divertirsi con i travasi. Un gioco che è possibile trasferire anche in cucina. Come? Preparate sul tavolo alcuni recipienti, di forma e dimensioni diverse, e lasciateli gestire ai vostri bambini. Intanto lavate verdure di stagione: carote, carciofi, asparagi, zucchine e peperoni e cominciate a tagliare gli ortaggi a cubetti o rondelle su un tagliere. Chiamate poi a rapporto i vostri speciali aiutanti chiedendo loro di riporre le verdure nei diversi contenitori. Lasciateli fare, si divertiranno come pazzi a travasare le verdure a cubetti da un recipiente all’altro, alternando i colori diversi delle verdure. Nel frattempo fare bollire dell’orzo o del farro per 10 minuti e scolatelo. A questo punto prendete una grossa e capiente insalatiera e chiedete ai più piccoli di riunire nel contenitore tutte le verdure, trasferite in una pentola sul fuoco e lasciate bollire per alcuni minuti senza far perdere agli ortaggi loro la croccantezza. Una volta cotti tutti gli ingredienti uniteli al farro. Se desiderata un’insalata di cereali ancora più ricca e gustosa potete tagliare a dadini anche del formaggio e del prosciutto o aggiungervi dei gamberetti, coinvolgendo sempre i bimbi nella preparazione. Lo stesso gioco può essere riadattato per la frutta: preparate insieme a loro una coloratissima macedonia, oppure, se i vostri bimbi hanno più di 4 anni, realizzate insieme a loro degli spiedini di frutta utilizzando delle bacchettine in legno che potrete poi ricoprire con del cioccolato fuso.

Un dolce pasquale per piccoli cuochi

I bambini possono trasformarsi all’occorrenza anche in abili pasticceri. Preparate con loro la tradizionale torta dei vasetti. Non vi servirà la pesa, ma saranno proprio i vasetti dello yogurt a farvi da misurino. Chiedete ai bambini di versarne due vasetti in una capiente ciotola, unite poi due uova, e coinvolgete i più piccoli nell’assemblaggio degli altri ingredienti: due vasetti di zucchero, tre di farina bianca, mezzo vasetto di olio di mais, una bustina di lievito e della scorza di limone. I bimbi che frequentano l’ultimo anno di asilo o già la primaria possono preoccuparsi di girare con un cucchiaio di legno l’impasto che dovrà poi essere passato in forno per 35 minuti a 180°. Per rendere il dolce pasquale potete scegliere di utilizzare delle piccole teglie a forma di colomba, di coniglietto, di campana o di uovo e lasciare che siano i più piccoli, una volta tolto dal forno a decorarli con granelle di zucchero, mandorle tritate o cioccolato a gocce.

Agghindate la tavola a festa

I lavoretti manuali con i bambini fanno bene: stimolano la loro creatività e la loro fantasia rafforzando il legame genitori-figli. Essere capaci di coinvolgerli in qualcosa di manuale significa aiutarli alla concentrazione con divertimento. Una volta pensato al pranzo di Pasqua potete dunque allestire un piccolo laboratorio creativo e realizzare con loro un centro tavola pasquale semplice, ma di grande effetto. Colorate con ingredienti naturali, che fungono proprio da coloranti, come zafferano, spinaci, barbabietole e caffè, delle uova sode (i gusci assorbono il colore con facilità). Altre invece, sempre dopo averle cotte, ricopritele con della carta crespa e dei fiocchetti colorati: prendete un piatto e disponete le uova, alternando quelle colorate con elementi naturali a quelle decorate con  carta crespa. Per coinvolgere anche i bimbi davvero piccoli, prendete invece del cartoncino bianco e dei colori a dita o tempere e lasciate che possano esprimersi come meglio credono, mischiando i colori o utilizzando solo la loro tinta preferita. Una volta asciugati  i cartoncini ritagliateli a forma di uova: scrivete il nome dei vostri ospiti per realizzare dei coloratissimi segnaposto.


Vedi altri articoli su: Feste e ricorrenze | Pasqua |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *