pancione

Pubalgia in gravidanza: sintomi e rimedi

Dolore e gonfiore localizzato nella zona pelvica sono molto comuni in gravidanza, si possono affrontare serenamente e non causano generalmente difficoltà nel momento del parto

La pubalgia è un disturbo abbastanza frequente in gravidanza causato nella maggior parte dei casi dal peso della pancia che preme sulla zona pelvica. Altre cause patologiche sono da valutare tenendo presente lo stato di salute e la forma fisica, nonché il peso della donna nel corso dei nove mesi.

Sintomi della pubalgia in gravidanza

La sintomatologia è molto chiara ed è facile giungere a una rapida diagnosi: la donna che ne è colpita avverte un dolore intenso e prolungato proprio sulla zona bassa del ventre e questo può verificarsi sempre durante i nove mesi di gestazione, con una maggiore probabilità dal primo trimestre in poi quando la pancia tende a diventare più grande e a premere di in maniera significativa.

Cause della pubalgia

Nei mesi successivi al primo trimestre il corpo della donna subisce la vera metamorfosi per prepararsi al meglio al parto: il bacino si dilata creando una tensione della pelle e dei muscoli molto forte. Quando questa dilatazione diventa “importante”, e non è detto che tutte le donne possono presentarla, si ha una sorta di cedimento della pelle, dei muscoli e dei tendini che causa appunto la pubalgia. Ma una delle cause maggiori che sono state attribuite all’insorgere della pubalgia sta nella cattiva postura della futura mamma, infatti una posizione scorretta del busto e della schiena, comportano una accentuata distensione dell’addome che a sua volta causa la dilatazione dei tendini.

donna incinta
una attività fisica soft e gli esercizi mirati aiutano a superare la pubalgia
Come curare la pubalgia

Generalmente la pubalgia passa da sola subito dopo il parto, quando lentamente le ossa, i muscoli e i tendini tornano alla loro “posizione” naturale. In caso di forte e intenso dolore il ginecologo può prescrivere anche una cura a base di antidolorifici, ma solo se strettamente necessario in quanto è risaputo che durante i nove mesi sarebbe meglio evitare qualsiasi assunzione di farmaci.

Rimedi “naturali”

Nel corso della gravidanza ci sono però dei piccoli accorgimenti che la futura mamma può seguire per alleviare il fastidio causato dalla pubalgia e un ottimo alleato è lo sport! Infatti è possibile con esercizi mirati, compresi quelli yoga, rilassare la zona pelvica e mantenere una maggiore elasticità muscolare. Altri rimedi più “soft”, da seguire sempre sotto controllo medico, sono le sedute eseguite da un osteopata professionale e infine i classici “fai da te” efficaci, come gli impacchi e i bagni caldi.



False mestruazioni in gravidanza, cosa sono e come comportarsi
Gravidanza

False mestruazioni in gravidanza, cosa sono e come comportarsi

Gravidanza e Covid, come affrontare al meglio questo periodo
Gravidanza

Gravidanza e Covid, come affrontare al meglio questo periodo

Connettivite indifferenziata e gravidanza, sintomi e cura
Gravidanza

Connettivite indifferenziata e gravidanza, sintomi e cura

Tacchi alti in gravidanza, meglio evitarli
Gravidanza

Tacchi alti in gravidanza, meglio evitarli?   

Rapporti sessuali in gravidanza, tutto quello che occorre sapere
Gravidanza

Rapporti sessuali in gravidanza, le cose da sapere

Bonding qundo nasce il legame speciale tra mamma e bambino
Gravidanza

Bonding: qundo nasce il legame speciale tra mamma e bambino

Quali trattamenti estetici sono permessi in gravidanza
Gravidanza

Trattamenti estetici in gravidanza, quali sono permessi?

I 10 modi più simpatici per annunciare la gravidanza sui social
Gravidanza

I 10 modi più simpatici per annunciare la gravidanza sui social

Conseguenze del tsh alto in gravidanza
Consigli per mamme

Conseguenze del tsh alto in gravidanza

I valori del TSH in gravidanza sono spesso naturalmente alterati, ma occorre prestare attenzione ad un valore troppo alto: potrebbe causare problemi

Leggi di più