Consigli per mamme

Metodo EASY: il linguaggio segreto dei neonati

Quando nasce un bambino cambiano le priorità di una donna e il suo stile di vita. Ecco come Tracy Hogg organizza una giornata tipo secondo il suo metodo EASY.

Durante i nove mesi di gravidanza i genitori, ma in prima linea la mamma, si informa, chiede alle amiche, frequenta corsi ma soprattutto legge libri per capire e immaginarsi a cosa sta andando incontro. Tra tutti i titoli, probabilmente  per la semplicità del linguaggio o forse per i numerosi casi concreti riportati ad esempio, “Il Linguaggio segreto dei neonati di Tracy Hogg” colpisce più di ogni altro il cuore e la sensibilità delle future mamme, che a fine lettura si ritrovano con numerosi fogliettini e appunti preziosissimi.

Il Metodo E.A.S.Y.

L’autrice Tracy Hogg è conosciuta in tutto il mondo per il suo  metodo E.A.S.Y., dove la E sta per EAT, la A sta per ACTIVITY, la S sta per SLEEP e la Y significa YOU. Questo metodo sintetizza la giornata del piccolo e quella della sua mamma in un arco di tempo che più o meno dura 4 ore: avremo quindi una giornata suddivisa in 6 tempi, ciascuno di 3 ore e mezza  4 circa.

In queste pagine si suggerisce di seguire una routine e di creare delle abitudini perché i bambini si sentono confortati dalle situazioni prevedibili.


Questo metodo parte da un presupposto fondamentale: il rispetto dei tempi e delle esigenze del bambino, sin dai primi giorni di vita. Il piccolo infatti non è un’entità priva di coscienza, ma un tenero essere umano con le sue esigenze e il suo carattere: l’unico suo limite è quello di non riuscire a comunicare ciò di cui ha bisogno. Da qui parte l’osservazione e la conoscenza di una mamma nei confronti di suo figlio.

Allattamento

Prima di affrontare il metodo EASY l’autrice affronta l’ostico dilemma che affligge tutte le mamme del mondo:  allattamento al seno o artificiale? Per la prima volta la risposta non tocca esclusivamente il bene del neonato, per cui indubbiamente è indicato il metodo naturale, ma anche il benessere fisico e psicologico della mamma. Riuscire ad allattare al seno non è infatti così semplice come sembra ed è necessario non demordere, senza colpevolizzarsi se le circostanze non lo consentono.

EAT

la migliore nutrizione per un neonato
La nutrizione del neonato: allattamento al seno ma non solo.

La prima grande sfida che si trovano ad affrontare i genitori è quello della nutrizione: quanto deve mangiare il bebè e ogni quanto tempo. La Hogg fa parte di quella corrente di pensiero che sostiene l’allattamento a tempo, alternativo a quello a richiesta (eccettuata la prima settimana di vita del piccolo, quando “far attaccare il bimbo al seno più spesso possibile” è positivo perché stimola la produzione di latte materno).  Dopo la prima settimana si dovrebbe passare all’allattamento a tempo, ovvero ogni 4 ore, a seconda dei ritmi del bambino… in questo modo anche la mamma e i suoi tempi e bisogni vengono rispettati.

ACTIVITY

metodo easy a di activity
Il bagnetto può essere une delle attività con cui intrattenere il bambino. Da evitare però subito dopo la poppata.

Dopo aver mangiato il piccolo arrivato avrà voglia di fare qualche attività, che deve essere incoraggiata. Quando si parla di bimbi così piccoli un’attività può essere osservare il soffitto o ascoltare la voce che lo ha accompagnato per i suoi nove mesi nel pancione.  Ogni mese ha le sue diverse attività, a 3 mesi riuscirà già ad afferrare gli oggetti e a 6 a stare seduto da solo, o quasi.

SLEEP

Finalmente il momento della nanna, durante la quale i neonati rielaborano tutto quello che hanno visto, sentito e odorato. Nella sezione SLEEP l’autrice invita al “sonno ragionevole” e all’educazione dei genitori nei confronti  del bambino volta a distinguere il giorno dalla notte. Se un piccolo dorme tutto il pomeriggio è molto probabile che la notte preferirà stare sveglio, piangere e mangiare. Il segreto è creare delle abitudini e dei “riti”, così da far comprendere al piccolo quando si tratta di pisolino o di nanna vera e proprio.

YOU

metodo easy dove la y è YOU
la Y di EASY è YOU

“Cosa ho fatto oggi per me?” Quando si diventa mamma  viene a mancare il tempo per svolgere le esigenze primarie, quali mangiare, farsi una doccia e riposare. Tracy Hogg con il suo metodo riesce ad organizzare la giornata in modo perfetto inserendo anche  un piccolo spazio per se stesse, così da poter dare una risposta alla domanda: cosa ho fatto per me oggi?



Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?
Consigli per mamme

Bambini e faccende di casa: quando e in cosa coinvolgerli?

Secondo figlio: come comportarsi con il primo
Consigli per mamme

Secondo figlio: come comportarsi con il primo

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli
Consigli per mamme

Come scegliere le attività extrascolastiche per i figli

Come aiutare i bambini nei compiti
Consigli per mamme

Come aiutare i bambini nei compiti

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia
Consigli per mamme

La parità dei ruoli deve esserci anche in famiglia

Perché è importante che i bambini vadano a letto presto
Consigli per mamme

Perché è importante che i bambini vadano a letto presto

Consigli per mamme

3 idee per preparare la cameretta del neonato

Bambina in campagna
Consigli per mamme

Crescere circondati dalla natura migliora lo sviluppo del cervello

Etichette per rientrare a scuola col sorriso
Asilo e Scuola

Etichette per rientrare a scuola col sorriso

Sono a prova di lavastoviglie, lavatrice e microonde. Le etichette Stikets faranno rientrare i ragazzi a scuola col sorriso. Scopritele qui.

Leggi di più