vacanze no stress
Consigli per mamme

In vacanza con bambini senza stress

Molti hotel e villaggi si sono organizzati per facilitare la fase di ingresso e il soggiorno delle famiglie coinvolgendo direttamente i più piccoli

Vacanze in famiglia

L’estate è la stagione ideale per intraprendere viaggi, o mini trasferte. Soprattutto, è il periodo dell’anno che si dedica alla famiglia e, come genitori, la priorità è quella di rendere questo momento speciale per i propri bambini. Come conciliare però questa priorità con la naturale esigenza di concedersi anche un momento di relax? La risposta c’è ed è quella di optare per strutture in grado di aiutare i genitori in questo senso, fornendo ai piccoli di famiglia dei momenti di intrattenimento dedicati. Per esempio, molti genitori, e soprattutto le mamme, sanno che il momento della registrazione in albergo o in una struttura turistica, è estremamente noioso per i bambini. La comprensibile spossatezza causata dal viaggio incontra il desiderio di andare a scoprire cosa cela l’ambiente nuovo, rendendoli irrequieti ed eccitati. Non è raro dunque vedere mamme che rincorrono, visibilmente imbarazzate, ragazzini scatenati, mentre il papà prova a sbrigare in fretta tutte le faccende burocratiche.

Vacanze in hotel

Motivo per cui molti hotel e villaggi si sono organizzati per facilitare la fase di ingresso delle famiglie coinvolgendo direttamente anche i più piccoli. Un caso è rappresentato dall’iniziativa messa in piedi da Intercontinental Hotels Group, che da anni pone molta attenzione e cura alle famiglie in viaggio. Ecco che quest’anno presso gli hotel Holiday Inn e Holiday Inn Express in Italia, la famosa catena ha organizzato l’iniziativa “Girls & Boys Check-In” valida fino al 15 settembre. In pratica l’operazione prevede che mentre mamma e papà saranno concentrati sulla burocrazia necessaria per smaltire la registrazione, tutti i bambini dai 3 ai 9 anni potranno effettuare il loro personale check-in presso l’apposita postazione in Reception, dove i bimbi potranno emulare i propri genitori lasciando una traccia del loro passaggio, grazie alla presenza di un registro dedicato, matite colorate in materiale riciclato e simpatici timbri per suggellare la propria presenza.

Camere-per-Comunicare
A questa iniziativa, si affianca la distribuzione a tutti i clienti e alle famiglie, presso gli Holiday Inn, Holiday Inn Express e anche Crowne Plaza, di un divertente pieghevole, sviluppato in collaborazione con la casa editrice Carthusia, specializzata nell’editoria per ragazzi, e con il contributo dello psicologo e sociologo Dott. Michele Oldani.

Il pieghevole, intitolato Camere per Comunicare, contiene un gioco per tutta la famiglia e un’istruttiva favola, che permettono alle famiglie in viaggio di svagarsi, ma soprattutto di riunirsi intorno al tavolo e trascorre insieme del tempo, per imparare a conoscersi meglio divertendosi. Che poi è il fine di una vacanza in famiglia, no?



Acquaticità neonatale età giusta, vantaggi e controindicazioni
Consigli per mamme

Acquaticità neonatale: età giusta, vantaggi e controindicazioni   

Quale attività fare con i neonati dai tre ai dodici mesi
Consigli per mamme

Quale attività fare con i neonati dai tre ai dodici mesi   

Regali per bambini da mettere nella calza della Befana
Consigli per mamme

Regali per bambini da mettere nella calza della Befana

Seggiolino auto
Consigli per mamme

Seggiolino auto, 4 consigli per l’acquisto

Babywearing neonato cos'è, pro e contro
Consigli per mamme

Babywearing neonato: cos’è, pro e contro 

Come abituare il bambino a stare nel passeggino anche se non vuole
Consigli per mamme

Come abituare il bambino a stare nel passeggino anche se non vuole

A che età i bambini possono avere il cellulare
Consigli per mamme

A che età i bambini possono avere il cellulare

Consigli per mamme

Come studiare meglio e superare l’anno scolastico: ecco l’aiuto per tuo figlio

Acquaticità neonatale età giusta, vantaggi e controindicazioni
Consigli per mamme

Acquaticità neonatale: età giusta, vantaggi e controindicazioni   

Superati i primi 3 mesi di vita, di solito i genitori chiedono consiglio al pediatra per poter iscrivere il piccolo ai corsi di baby nuoto. Ovviamente non si insegna a nuotare ma a prendere confidenza con un elemento naturale. Vediamo benefici e svantaggi di questa pratica tanto in voga.

Leggi di più