In montagna coi bambini, divertimento assicurato
Consigli per mamme

In montagna coi bambini, divertimento assicurato

Le vacanze estive in montagna sono perfette per i bambini: scopriranno la natura e la vita all’aria aperta come piccoli esploratori

La montagna d’estate è un vero e proprio paradiso per i bambini. Spesso si pensa alle vacanze estive dei bimbi solo in riva al mare e si considera la montagna come qualcosa di estremamente faticoso. Nulla di più lontano dal vero: la montagna offre infatti innumerevoli attività per tutte le età.

Il verde delle vallate, il blu del cielo terso, l’azzurro dei limpidi laghetti alpini sapranno stregare tutta la famiglia. Qualunque sia la meta che sceglierete, i bambini in montagna sapranno come divertirsi. Ai più piccini piaceranno i pascoli dove possono incontrare gli animali, mentre i più grandicelli potranno mettersi alla prova con percorsi difficili.

Cosa aspettiamo dunque? Zaino in spalla, si parte alla ricerca di paesaggi spettacolari. L’importante è scegliere attentamente la meta, in modo che sia adatta alle capacità e all’età dei bambini.

I percorsi più adatti per i piccoli, con il passeggino o nello zaino

Anche i bambini davvero piccoli possono apprezzare le passeggiate in montagna. Certo, la fatica sarà tutta dei genitori che dovranno portare lo zaino o spingere il passeggino. Con il passeggino è preferibile scegliere dei sentieri semplici e pianeggianti: spesso sono anche segnalati nelle mappe reperibili presso gli uffici turistici. Meglio avere un passeggino da trekking, magari a tre ruote; alcune strutture delle zone montane li noleggiano o li mettono a disposizione degli ospiti. Anche i più piccoli potranno comodamente ammirare bellissimi paesaggi!

Lo zaino è invece adatto anche per percorsi più sconnessi. Perfetto per i piccoli dai sei mesi circa, cioè da quando il bimbo riesce a stare seduto da solo, è utilizzabile fino a 20 kg. Attenzione a scegliere lo zaino giusto: è meglio privilegiare marchi di articoli sportivi piuttosto che quelli per l’infanzia. Lo zaino deve essere regolabile per garantire la comodità del portatore e la stabilità del bambino. Assicuratevi che la seduta si possa alzare ed abbassare, in modo che i piccini possano godersi il panorama. Gli zaini migliori sono quelli con un sistema che permetta l’appoggio a terra, in modo da non dover estrarre il bimbo ad ogni pausa. Naturalmente ricordatevi che il bimbo potrebbe muoversi cambiando il bilanciamento del peso. Attenzione perciò ai terreni ripidi e particolarmente sconnessi.

Da tre a cinque anni, coi bambini in montagna si inizia ad esplorare

L’età più difficile per i bambini in montagna è sicuramente quella prescolare. Non sono più così piccoli per essere trasportati, ma non sono neppure abbastanza grandi per poter camminare a lungo sul sentiero. Occorre pertanto scegliere attentamente il percorso, prediligendo brevi distanze e dislivelli modesti. A quest’età ogni angolo di mondo merita però di essere esplorato. Ogni pietra, albero o ciuffo d’erba rappresenterà per i bambini qualcosa di inedito da esplorare.

I bambini ameranno i pascoli dove poter incontrare mucche e caprette in libertà. Apprezzeranno anche il bosco, dove potranno raccogliere le pigne e provare a cercare le tane degli scoiattoli. Se la meta della passeggiata è una malga, divertimento assicurato. I bambini potranno scoprire la lavorazione artigianale del latte, che viene trasformato in formaggio.

Sentieri tematici, largo alla fantasia

Esistono in molte località montane dei sentieri tematici che i bambini sicuramente apprezzeranno. Boschi, foreste e montagne sono infatti da sempre teatro di storie e leggende fantastiche tutte da scoprire. Alcuni sentieri sono veri e propri racconti: ricchi di statue di creature fiabesche scolpite nel legno, sapranno affascinare i bimbi di ogni età.

Percorrere questi sentieri portando un bel cestino da picnic renderà la giornata in montagna coi bambini assolutamente perfetta. Cosa c’è di meglio infatti di una pausa golosa in mezzo a fate, folletti e gnomi del bosco?

Avventure adrenaliniche per i più grandicelli

La montagna offre ai bambini più grandi la possibilità di mettere alla prova il loro coraggio. Le località di montagna spesso ospitano parchi sospesi nel bosco, dove i bambini impazziranno tra ponti tibetani e ziplines. I percorsi si affrontano in totale sicurezza, con imbrago casco e moschettoni. Unico fondamentale requisito, naturalmente, non soffrire di vertigini. I percorsi sono solitamente divisi per età o per altezza, in modo che ognuno possa trovare quello adatto.

In alcune zone di montagna si trovano poi anche delle vie ferrate adatte ai bambini. Si tratta di sentieri attrezzati piuttosto semplici, da percorrere naturalmente con l’attrezzatura idonea. Se mamma e papà non sono esperti alpinisti meglio farsi accompagnare da una guida, che assicurerà i bambini con la corda anche nei passaggi non attrezzati. L’emozione di sentirsi dei veri scalatori li ricompenserà della fatica. Un solo consiglio: anche se fa caldo, preferire i pantaloni lunghi per evitare di farsi male contro la roccia.

Cosa mettere sempre nello zaino in montagna coi bambini

Ricordate di portare sempre con voi abbondanti scorte di acqua. In montagna non sempre è possibile trovare fontane o luoghi dove poterla reperire. È fondamentale allora avere delle borracce capienti, da riempire ad ogni occasione. Ai bambini più avventurosi piacerà cercare le sorgenti e i ruscelli dove riempire la borraccia: gli sembrerà di bere l’acqua più pura che abbiano mai assaggiato.

Un altro must da avere sempre nello zaino è la giacca antivento e antipioggia. Il meteo in montagna può essere molto capriccioso e variare in pochissimo tempo. Non lasciatevi intimorire da previsioni poco favorevoli: spesso la pioggia dura davvero poco. Si può quindi organizzare comunque una lunga passeggiata, avendo magari l’accortezza di studiare un itinerario dove si possano trovare luoghi in cui ripararsi per qualche tempo. Diverso invece il caso in cui si scateni un violento temporale, che può essere pericoloso.

Non dimenticate mai la crema solare a protezione altissima: in montagna ci si scotta molto di più di quanto si creda. Fondamentale inoltre da avere con sè un piccolo kit di pronto soccorso: una pomata per le punture di insetti, salviettine disinfettanti e cerotti per piccoli incidenti.

Infine, una raccomandazione: scegliete per i bambini delle scarpe adatte alla montagna. Non è necessario che siano pesanti o protettive, ma è fondamentale che abbiano una suola adatta al sentiero che si sta percorrendo. Se dovete acquistarle, sceglietele waterproof: si sa che ai bambini piacciono le pozzanghere e i ruscelli!



Ginnastica per bambini da fare a casa
Consigli per mamme

Ginnastica per bambini da fare a casa

Battesimo, informazioni generali e documenti utili
Consigli per mamme

Battesimo, informazioni generali e documenti utili

Bambini indaco, chi sono e come riconoscerli
Consigli per mamme

Bambini indaco: chi sono e come si riconoscono?

Circoncisione bambini cos'è, motivi e significato
Consigli per mamme

Circoncisione bambini: cos’è, motivi e significato

Frasi per una figlia da una mamma
Consigli per mamme

Frasi per una figlia da una mamma            

Vacanze studio all'estero per bambini e ragazzi consigli utili
Consigli per mamme

Vacanze studio all’estero per bambini e ragazzi: consigli utili

Bambini e colpo di calore come riconoscerlo e gestirlo
Consigli per mamme

Bambini e colpo di calore: come riconoscerlo e gestirlo

Corredo neonato come lavarlo per non correre rischi
Consigli per mamme

Corredo neonato: come lavarlo per non correre rischi          

Come aiutare i bambini a tornare a scuola post covid
Asilo e Scuola

Come aiutare i bambini a tornare a scuola post covid

Organizzare il rientro a scuola dopo una pandemia è davvero difficile. Ecco come affrontare il tornare a scuola nel modo corretto.

Leggi di più