Favole classiche
Consigli per mamme

Favole classiche: elenco di titoli e autori per bambini

Capaci di resistere all’usura del tempo e di creare connessioni e punti di contatto tra generazioni diverse, le favole sono care ai nonni quanto ai bambini.

Il loro bagaglio emotivo e immaginativo non si arresta e, un bel giorno, verrà trasmesso ad altri bambini che ascolteranno la narrazione con lo stesso, immutato interesse.
Si può dire sia una magia!

Ma cosa hanno di così speciale e caratteristico le favole? Storie come Cappuccetto Rosso, gli animali di Esopo, la Sirenetta, Hansel e Gretel collocano la narrazione al di fuori del tempo, rappresentano tutti i bambini in modo simultaneo (le caratteristiche umane e le ambientazioni perdurano col variare dei secoli), svolgono la piccola missione di suggerire ai più piccoli il concetto di “giusto” e “sbagliato”.
Il corvo e la volpe” di Esopo, ad esempio, ha un valore pedagogico e morale che resta e resterà sempre immutato.

Titoli per comporre una perfetta libreria per bimbi

Le più belle fiabe illustrate di Esopo, Edizioni EL, di Roberto Piumini, Stefano Bordiglioni

Il volume illustrato da Nicoletta Costa alterna sapientemente la parte scritta a quella disegnata. Si tratta di un’opera per bambini che hanno già “masticato” libri in precedenza e che hanno la pazienza per ascoltare il dipanarsi delle otto storie.

Le più belle favole di Esopo, Fedro e La Fontaine, di Marisa Vestita

Un’alternativa per bambini più piccoli (anche a partire dai tre anni) è la versione curata da Fedro e La Fontaine. In questa raccolta, le 36 storie sono ordinate per tematica, in questo caso il mondo animale.

Le fiabe dei fratelli Grimm, di Doherty Gillian Brocklehurst Ruth

Una raccolta di favole classiche curata dalla coppia Brocklehurst Ruth-Doherty Gillian che presenta il mondo di Pollicino e quello di Hansel e Gretel in modo agevole e divertente.
Sono quindici favole classiche che porteranno i vostri piccoli all’interno di imponenti castelli, tenebrosi  e rigogliosi boschi nordici, allegre casette di marzapane.

Le mille e una notte, ​di Anna Milbourne, Alida Massari, Margherita Belardetti

Un classico senza tempo dal quale sbucano e prendono vita propria personaggi e figure iconiche come Sinbad o Alì Babà. “Le mille e una notte” è consigliato non prima dei cinque anni, un’età più consapevole in cui il bambino riesce a distinguere con maggiore facilità il contesto interamente astratto da quello più strettamente familiare.

Le fiabe di Hans Christian Andersen (illustrate da F. Perreño)

Restando in tema di lettori più grandicelli, l’edizione Taschen de “Le fiabe di Hans Christian Andersen” è una delle migliori versioni per rappresentare l’universo fiabesco dell’autore danese.
La favola classica della “Regina della Neve”, per esempio, appare sapientemente suddivisa in sezioni e presentata in modo tale da risultare affrontabile e piacevole anche quando la soglia d’attenzione non ha ancora raggiunto la piena maturità.

Le fiabe più belle di Charles Perrault di Charles Perrault, Francesca Rossi

Charles Perrault, con le sue favole classiche, ha creato un immaginario cinematografico ante-litteram riuscendo a fissare i suoi personaggi in modo più vivido nella mente dei bambini.
Il volume è edito da WsKids e illustrato da Francesca Rossi, i personaggi delle storie sono rappresentati in veste accattivante grazie anche alla Disney, che ha reso immortali e memorabili una lunga schiera di eroi ed eroine.
Le fiabe di Perrault si adattano alla perfezione alle esigenze dei bambini dai quattro anni in su.

Storie e titoli da leggere e tramandare

Estrapolando alcune storie dalle raccolte, abbiamo pensato di riportare alcuni titoli di favole classiche da avere assolutamente in libreria.

Il Brutto Anatroccolo

Pubblicata per la prima l’11 novembre 1843, il protagonista di questa storia scritta da Hans Christian Andersen è un anatroccolo grigio, grande e goffo, che decide di fuggire perché non viene accettato dagli altri.
Per fortificare l’autostima dei bambini, il “Brutto Anatroccolo” ha insegnato e continua a insegnare che bisogna accettare eventuali differenze e pensare che, magari, possano diventare punti di forza o modi alternativi per essere unici.

Peter Pan

Lo scrittore scozzese James Matthew Barrie ha ideato il personaggio di Peter Pan che nell’immaginario di grandi e piccini è “il bambino che vola e si rifiuta di crescere”.
Peter ha la sua base sull’“Isola che non c’è”, dove è a capo di una banda di Bimbi Sperduti ed è in compagnia di sirene, indiani, fate e pirati tra cui Capitan Uncino, suo nemico da sempre.

La Bella e la Bestia

La versione più popolare è quella scritta da Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, con protagonisti Belle, la giovane figlia di un ricco mercante, e la Bestia, un principe trasformato in mostro dall’incantesimo di una strega. Per spezzare il sortilegio e far sì che la Bestia ritorni ad acquisire le sembianze umane serve il vero amore.

Biancaneve e i sette nani

Scritta dai fratelli Grimm, Jacob e Wilhelm, in una prima edizione nel 1812, “Biancaneve e i sette nani” è la storia di una povera fanciulla che si ritrova a vivere nascosta in una capanna nel bosco insieme a sette simpatici nanetti che la accolgono con loro per proteggerla dalla malvagia matrigna.

La favola di Tremotino

La favola fu raccolta dai Fratelli Grimm, che la pubblicarono per la prima volta nell’edizione del 1812. Tremotino è un folletto birbantello che è solito fare accordi con le persone e avere sempre qualcosa in cambio. 
La favola di Raperonzolo

La favola di Raperonzolo è stata scritta dai fratelli Grimm su ispirazione di alcuni racconti tradizionali dell’epoca, tra cui il mito di Danae. La storia racconta di una  coppia in dolce attesa. A causa delle voglie la mamma spinge il marito a cogliere quei buoni rapanelli che sono nel giardino di una strega. La punizione della strega sarà terribile: avere in cambio del furto proprio la bimba. Il suo nome sarà Raperonzolo e andrà ad abitare in un’alta torre nel bosco.

Cappuccetto Rosso

Si tratta della favola europea più popolare al mondo, le versioni più note di Cappuccetto Rosso sono quella di Perrault del 1697 e quella dei fratelli Grimm del 1857. La fiaba racconta le vicende di una piccola bambina che si avventura nel bosco da sola per andare a trovare la nonna malata, ma quando arriva alla casina, al posto della nonna troverà il lupo cattivo.

La sirenetta

La famosa favola scritta da Hans Christian Andersen, ha per protagonista una creatura marina metà ragazzina e metà pesce, che vive nel fondo degli oceani con il padre e le sorelle. Il suo sogno è di avere le gambe per poter camminare sulla terra e così, decisa nel raggiungere il suo scopo, vende la sua bellissima voce a una strega del mare. Ma tutto finirà bene e trionferà l’amore.

La favola di Aladino e la lampada magica

La favola è apparsa la prima volta nell’edizione in francese di Antoine Galland. Aladino era un perdigiorno che ha visto cambiare la sua vita grazie a una buona dose di destrezza, all’incontro di un genio e al ritrovamento di una lampada magica. 



Università telematica, pro e contro
Consigli per mamme

Università telematica, pro e contro     

Afte in bocca nei bambini
Consigli per mamme

Afte in bocca nei bambini: rimedi naturali e veloci    

Ricette per bambini piccoli, dolci e divertenti
Consigli per mamme

Ricette per bambini piccoli, dolci e divertenti

Congedo paternità
Consigli per mamme

Congedo paternità: cos’è e come funziona 

Graphic novel per ragazzi
Consigli per mamme

Graphic novel per ragazzi: fumetti per ragazzi e bambini

Buffet compleanno
Consigli per mamme

Buffet compleanno: idee per feste di compleanno per bambini

abitudini che i figli imparano dai genitori
Consigli per mamme

Tale padre, tale figlio. Tutte le abitudini che i figli imparano dai genitori

abbassare la febbre nei bambini in modo naturale
Consigli per mamme

Come abbassare la febbre nei bambini in modo naturale