Come insegnare ai bambini ad allacciarsi le scarpe          
Consigli per mamme

Come insegnare ai bambini ad allacciarsi le scarpe          

Spesso per praticità acquistiamo ai nostri bambini scarpe con velcro, ma arriva il fatidico momento di dover insegnare loro ad allacciare le scarpe da soli. Vi sveliamo qualche trucchetto per facilitare questo passaggio.

Ai nostri tempi, e non parlo di secoli fa, imparare ad allacciarsi le scarpe prima dell’inizio della scuola elementare era un passaggio semplice e naturale. Adesso i nostri bambini ipertecnologici e ipersensibili alle varie mode arrivano all’età scolare senza saper allacciare le scarpe. Eppure gli esperti consigliano di insegnarlo intorno ai 4/5 anni circa.

Occorre dunque prendersi del tempo per capire come insegnare ai nostri figli questo passaggio importante per dar loro la possibilità di acquisire maggiore autonomia. Alcune insegnanti collaborano con le famiglie fornendo ai bimbi sagome in cartone con lacci colorati su cui far pratica. Anche il metodo Montessori ci viene in soccorso, si pensi ai famosi telai ideati da Maria Montessori che guidano il bambino in un percorso di apprendimento attraverso la pratica. Non dimentichiamo che un piccolo che impara a mettere da solo le scarpe sollecita entrambi gli emisferi cerebrali: da un lato allena la motricità fine, dall’altro pratica la coordinazione oculo-manuale.

Allacciarsi le scarpe: consigli per principianti

I bambini, si sa, amano emulare gli adulti o i fratelli maggiori, dunque la prima tecnica che vi suggeriamo è quella dell’osservazione seguita dall’emulazione. Se vi siederete accanto al bambino e mostrerete step by step come allacciare una scarpa lui (o lei) proverà a imitarvi in maniera del tutto naturale. Siate pazienti nello spiegare ogni singolo passaggio.

Inizialmente potrà risultare comodo simulare con una sagoma di cartone su cui praticheremo dei fori e applicheremo due stringhe di colore diverso: magari una rossa e una blu.

Terzo consiglio insegniamo ai bambini a muovere le dita di modo da usare pollice e indice a mo’ di pinza per poter afferrare le asole dei lacci.

Ogni nuova cosa appresa ha bisogno di essere metabolizzata quindi cerchiamo di insegnare nella prima fase il nodo, solo in un secondo momento il fiocco. Il bambino in tal modo non si sentirà sovraccaricato di informazioni e riuscirà ad apprendere serenamente questo importante passaggio.

Inutile dire che la fretta è sempre cattiva consigliera, quindi è bene insegnare cose nuove ai bambini durante il week end o quando siamo più tranquilli. Difficile se non impossibile insegnarlo loro la mattina presto quando il tempo inevitabilmente è tiranno.

Altra dote che vale per ogni step della crescita del nostro bambino è la pazienza, tutto dovrà essere impostato come un gioco e con l’aiuto di facili filastrocche.
Anche la ripetizione sarà la nostra arma vincente: ogni bambino ha i suoi tempi quindi riproponiamo spesso ai nostri bambini la tecnica ma senza assillarli. Vi saranno quelli più curiosi che non vedranno l’ora di imparare e quelli più pigri che non vorranno applicarsi a dovere.

Allacciarsi le scarpe: coniglietto o topino? Le due tecniche più diffuse

Prima di parlarvi delle due tecniche più semplici associate a due simpatiche filastrocche da ripetere ai vostri bambini, facciamo un passo indietro: insegniamo loro a fare un semplice nodo. Prima di tutto i lacci dovranno ricadere ben distesi ai lati della scarpa, meglio se da ginnastica rispetto ad uno scarponcino invernale alto decisamente più impegnativo.

Convinciamo i bambini a prendere i lacci dalle estremità e farli incrociare passandone uno sotto. Infine basterà far stringere bene e avremo un nodo che però dovrà essere al centro esatto della scarpa. E siamo qui al secondo step: per il fiocco possiamo praticare la tecnica del coniglietto o quella del topino, la prima è di gran lunga la nostra preferita perché molto più semplice e intuitiva.

Orecchie di coniglio

Insegniamo al bambino ad afferrare il laccio sinistro e fare un’asola (primo orecchio di coniglio), deve poi ripetere l’operazione anche con la mano destra (secondo orecchio). A questo punto viene l’azione più complicata, annodare le asole: una gira attorno all’altra ed entra nel buco. Questa la filastrocca passo passo:

Il coniglietto ha due orecchie (si fanno due asole)

Gira intorno all’albero (una delle asole gira intorno all’altra)

E va nella sua tana (si infila nel foro)

Topino

Dopo aver annodato i due lacci con quello sinistro si forma un’asola. Si fa girare intorno ad essa il laccio destro, lo si infila nel nodo che si è creato e si tira per formare il secondo “orecchio” da topolino. Questa la filastrocca passo passo:

Il topino costruisce una casetta (si fa un’asola)

ci gira intorno (il secondo laccio gira intorno all’asola)

ed esce dall’altra parte (si infila nel foro).

Allacciarsi le scarpe: libri e giochi utili

In commercio non mancano libri utili e giochi in legno che sono particolarmente adatti ad insegnare ai più piccoli ad allacciarsi da soli le scarpe. Tra i giochi vi consigliamo Tobar, allaccia la scarpa o la scarpa della Melissa & Doug (dai 36 mesi fino agli 8 anni).

Invece tra i libri molto quotato il testo “Allacciare le scarpe. Imparo come si fa!” di Sylvia Takken, illustratrice e designer olandese. Contiene all’interno una scarpa sagomata da estrarre per fare pratica. A

ltro testo con ottime recensioni, ideale da regalare anche ad amici e parenti “Imparo ad allacciare le scarpe. Le mie scarpe nuove” edito da Yoyo Books. Il libro narra la storia di un bambino che sta andando alla festa di compleanno che gli ha organizzato la nonna. Con il procedere del racconto, il bambino imparerà ad allacciarsi le scarpe passo dopo passo: dall’incrociare le stringhe, a stringere un nodo e a fare un fiocco.

In ogni pagina il piccolo troverà degli occhielli dove far passare le stringhe, incluse nel libro, per fare pratica con le diverse tecniche presentate. Consigliato a partire dai 5 anni.

La sagoma di cartone per allenarsi

Per chi ama l’home made niente di più facile per insegnare ai bambini ad allacciare le scarpe che prendere del cartoncino e far ricalcare ai piccoli su la sagoma della loro scarpa. A questo punto la scarpa potrà essere colorata e abbellita a piacere. Bisognerà poi praticare dei fori (anche con una semplice penna) e farci passare un laccio (o se preferite due di colori diversi). Posizionatevi alle spalle di vostro figlio e mostrategli come fare, subito dopo lui ripeterà l’operazione. I piccoli vivranno questo momento con allegria e spensieratezza e dopo qualche prova impareranno.



Consulente del sonno infantile, chi è e come lavora
Consigli per mamme

Consulente del sonno infantile, chi è e come lavora

Mio figlio non sa perdere, come aiutarlo?
Consigli per mamme

Mio figlio non sa perdere, come aiutarlo?

Insegnare ai bambini a mangiare da soli
Consigli per mamme

Insegnare ai bambini a mangiare da soli, come fare?

Attività all'aperto per bambini e ragazzi: ecco le più divertenti
Consigli per mamme

Attività all’aperto per bambini e ragazzi: ecco le più divertenti

Copertine per neonati, quali scegliere e perché
Consigli per mamme

Copertine per neonati, quali scegliere e perché       

Trecce bambina, come e quali fare
Consigli per mamme

Trecce bambina, come e quali fare     

Acquaticità neonatale età giusta, vantaggi e controindicazioni
Consigli per mamme

Acquaticità neonatale: età giusta, vantaggi e controindicazioni   

Quale attività fare con i neonati dai tre ai dodici mesi
Consigli per mamme

Quale attività fare con i neonati dai tre ai dodici mesi   

Canzoni bambini per la festa del papà
Festa del papà

Canzoni bambini per la festa del papà

Ecco alcune canzoni che i vostri bambini potranno imparare e dedicare ai papà per la loro festa.

Leggi di più