scuola

Si torna a scuola: come proteggere i propri figli da batteri e virus

Con settembre riprende la scuola e si avvia il periodo delle influenze e del contagio tra i bambini, soprattutto al nido. Come fare per prevenire?

Dal nido in poi, è una lotta continua contro influenze e febbri, come rispondere e temprarsi per il combattimento?

Molti genitori sono messi subito in trincea: al nido, il contagio e il passaggio di microbi da bimbo a bimbo sono quasi matematici, per questo la lotta è diretta e senza sconti. Bisogna semplicemente capire come comportarsi e prendere atto che è normale, basta solo avere pazienza.

Virus: temprano l’organismo

Le domande sono tante, in primis ci si domanda perché questo meccanismo “nido-virus” sia così sistematico: i pediatri rispondono che in casa le esposizioni dei bambini sono ridotte al minimo, per via delle attenzioni che riponiamo nelle nostre case a partire dalla salubrità degli ambienti; a scuola, invece, il riscaldamento alle volte è eccessivo, l’ambiente è poco areato, a questo si aggiungono il gioco congiunto e la trasmissione dei virus.

Il fatto che i bambini entrino in contatto con i virus non è un male, però. Si attivano i processi di apprendimento immunologico, si rafforzano le difese immunitarie, di conseguenza l’esposizione ai virus è il modo migliore per temprare il sistema immunitario. Per questo, aver paura della febbre è sbagliato e, per la somministrazione dell’antibiotico, bisogna sentire il pediatra e far valutare direttamente a lui.

Va comunque precisato che le malattie più ricorrenti tra i bambini sono quelle di carattere virale, che non necessitano di cure antibiotiche.

Prevenzione

Qual è il modo più giusto per contrastare o rispondere alla malattia? Puntare molto sull’alimentazione che sia ricca di frutta e verdura, uno stile di vita attivo e all’aria aperta. Ma cos’altro previene i continui malanni? Vi facciamo un breve e puntuale elenco:

le mani pulite: lavaggi frequenti ed accurati possono contrastare la circolazione dei virus, dall’asilo a casa;

stare all’aria aperta: anche d’inverno, non temete di portarlo fuori o di aprire le finestre per arieggiare l’ambiente;

allattamento al seno: quando possibile per le mamme, è il metodo più antico e più sano per prevenire le malattie;

lavaggi nasali: molti pediatri ritengono molto utili i lavaggi nasali con soluzione fisiologica o salina, sarebbe molto efficace nella prevenzione delle infezioni respiratorie;

rimedi naturali: il ribes nigrum maerato glicemico, lo zinco ed altri rimedi di tipo naturale sono rientrati nelle prescrizioni dei pediatri per prevenire le malattie invernali e quelle legate alla collettività.


Vedi Anche


Ti potrebbe interessare anche

Bimbi all'asilo: come gestire il distacco dalla mamma
Asilo e Scuola

Bimbi all’asilo: come gestire il distacco dalla mamma

Metodo di studio: come insegnare quello giusto ai propri figli
Asilo e Scuola

Metodo di studio: come insegnare quello giusto ai propri figli

Primo giorno di scuola, come comportarsi con i figli
Asilo e Scuola

Primo giorno di scuola, come comportarsi con i figli

Il calendario scolastico 2019/2020, tutte le festività e le chiusure
Asilo e Scuola

Il calendario scolastico 2019/2020, tutte le festività e le chiusure

Libri scolastici gratuiti: come funziona e come presentare domanda
Asilo e Scuola

Libri scolastici gratuiti: come funziona e come presentare domanda

Etichette per rientrare a scuola col sorriso
Asilo e Scuola

Etichette per rientrare a scuola col sorriso

Zaini scuola
Asilo e Scuola

Zaini per la scuola, modelli e prezzi

Sospensione in giudizio: come affrontarla e recuperare
Asilo e Scuola

Sospensione in giudizio: come affrontarla e recuperare

Bambina in campagna
Consigli per mamme

Crescere circondati dalla natura migliora lo sviluppo del cervello

Crescere accanto a spazi verdi non è semplicemente la descrizione di un habitat ideale, ma piuttosto la formula perfetta per lo sviluppo cerebrale dei bambini.

Leggi di più