Stelle di San Lorenzo, pronte a esprimere il desiderio?

UnaDonna vi propone una piccola guida per godervi al meglio lo spettacolo delle stelle cadenti 2013

stelle cadenti

Ogni anno in agosto, ci ritroviamo tutti col naso all’insù in attesa di vedere “cadere” qualche stella ed esprimere, come tradizione, un desiderio al suo passaggio. Bambini, giovani, adulti, anziani. Non c’è età per gustare questo spettacolo della natura.
È facile però rimanere delusi. Una perturbazione o una posizione sbagliata possono compromettere lo scenario. Per evitare rischi, seguite i nostri consigli!

Quando vedere le stelle cadenti

stelle cadenti
Sembra che quest’anno il picco sarà il 12 agosto dopo le 21. Tra l’altro, siamo fortunati: il 12 e 13 agosto 2013 (la data tradizionale del 10 agosto si è leggermente spostata) la luna sarà lontana, il cielo sarà più scuro e potremo vedere meglio la volta celeste sopra le nostre teste. Posizionatevi in zone buie, lontane dall’inquinamento luminoso delle città, e che permettano un’ampia visuale. Una spiaggia appartata, una collina, una radura in montagna sono i luoghi ideali per godersi lo spettacolo in prima fila.
Gli esperti dicono che in questo agosto 2013 ci saranno circa 50-60 stelle cadenti all’ora. In ogni caso, meglio attrezzarsi una lunga nottata a guardare il cielo: gli occhi si devono adattare all’oscurità, la prima apparizione potrebbe tardare o magari avete tanti desideri da esprimere e quindi avete bisogno di molte scie. Portatevi delle sedie da campeggio o un telo per stendervi a terra. Il binocolo invece non è necessario, anzi limiterebbe la vostra visuale.
Le stelle cadenti sono tecnicamente meteore probabilmente provenienti dalla costellazione del Perseo, per questo chiamate Perseidi. Per vederle al meglio, mirate quindi verso la Costellazione di Perseo. Facile a dirsi più che a farsi? Guardate verso nord-est, sopra l’orizzonte o scaricate una delle tante app, anche gratuite, per l’osservazione astronomica.
Fotografarle non è impossibile. È indispensabile un cavalletto e bisogna impostare tempi di posa lunghi, superiori a un minuto. Non è importante usare iso elevati perché ne risentirebbe la qualità della foto. Naturalmente, ci vorrà anche un pizzico di fortuna!

Cosa sono le stelle cadenti

stelle cadenti
Dette anche lacrime di San Lorenzo, ricordate nella poesia di Giovanni Pascoli X agosto, le stelle cadenti, come abbiamo detto sono, in realtà, meteore, frammenti che la cometa Swift-Tuttle lascia lungo il suo giro attorno al sole. La terra ne incrocia l’orbita una volta all’anno e attorno al 12 agosto si ritrova nella scia più densa di detriti. Questi frammenti (sono piccoli, non c’è nessun pericolo!), a contatto con l’atmosfera, prendono fuoco e producono quella scia luminosa che noi chiamiamo stella cadente. Dove cadono? Sulla terra, in mare,… ma raramente le Perseidi hanno provocato danni all’uomo quindi continuate a guardare il cielo senza paura.


Vedi altri articoli su: Attualità | Cultura |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *