Piscina per principianti. La bellezza del nuoto.

Piscina per principianti

Sai che andare a nuotare ti farebbe bene ma la pigrizia e la messa in piega congiurano contro la tua buona volontà? Ecco alcuni semplici trucchi per far diventare la piscina il tuo posto preferito.

Sei consapevole del fatto che il nuoto sarebbe lo sport migliore da praticare – sia per la tua salute sia per la linea – ma quando si tratta di andare in piscina trovi mille scuse? Sai che 2 o 3 allenamenti di 50 minuti la settimana ti farebbero dire addio a qualsiasi crema anticellulite ma tutte le volte ti blocca il pensiero: “Poi come faccio con i capelli”?

Seguendo pochi consigli mirati, potrai far diventare il nuoto la tua attività del cuore, in qualsiasi stagione e anche se sei una principiante.

Passo 1: L’attrezzatura

Per andare a nuotare bastano pochissime cose e poco dispendiose: un costume olimpionico, ciabattine di gomma, una cuffia di silicone, occhialini e un accappatoio (meglio di microfibra perché occupa poco spazio ed è più leggero). Prepara la sacca della piscina sempre la sera prima. Riempila con queste poche cose e sarai già a buon punto. Se hai i capelli lunghi potrai aggiungere un piccolo asciugamano.


Passo 2: Il beauty-case

Il beauty-case è un elemento fondamentale che ti farà amare o odiare la piscina. Tu pensa in piccolo: portati pure via tutto quello che ti piace usare ma in flaconi e barattolini da viaggio (li trovi in qualsiasi grande magazzino o puoi riciclare quelli degli alberghi). Cosa ti serve di sicuro? Shampoo, balsamo, bagnoschiuma, idratante corpo e viso, deodorante, una spazzola.  Nel beauty case puoi mettere anche un’arma strategica di bellezza: lo scrub. Visto che sarai obbligata a farti una bella doccia, tanto vale approfittarne, con una perdita minima del tuo tempo prezioso.

Passo 3: I capelli della nuotatrice

Nonostante la cuffia in silicone, sarai costretta a lavarti i capelli. Vedila così: è tutto tempo risparmiato a casa. Uscirai dalla piscina con i capelli perfettamente a posto se verificherai che gli asciugacapelli siano abbastanza potenti e che le tue spazzole siano in borsa. Hai paura di rovinarli con il cloro? Procurati un prodotto protettivo specifico – da usare prima di infilare la cuffia ben stretta – o approfittane per applicare quell’impacco di crema per il quale non trovi mai il tempo.

Attenzione agli oli: negli spogliatoi sono sempre vietati perché una goccia sul pavimento della doccia rischia di mandare precocemente in paradiso la cara novantenne che – contrariamente a te – nuota tutti i giorni. Se hai i capelli lunghi e il clima è abbastanza caldo, puoi lasciarli leggermente umidi e intrecciarli. D’inverno, invece, ricordati sempre un bellissimo cappello.

Passo 4: Il trucco

Se vuoi uscire con la faccia splendente, tieni sempre nel beauty-case una BB-cream o un fondotinta leggero, un blush in stick per guance e labbra, un primer per gli occhi, un piccolo ombretto dai colori neutri, matita e mascara. Se hai fretta, dovrai puntare su un trucco molto naturale che sarà esaltato dall’aria sana che acquisirai facendo sport (ecco come fare per truccarsi in 3 minuti).

Passo 5: L’allenamento.

Adesso che abbiamo superato gli argomenti che ti angosciano di più, passiamo al vero scopo di tutto ciò: nuotare. Un buon allenamento dura circa 50 minuti. Se non nuoti molto bene o hai paura di annoiarti, puoi prenotare una lezione privata con un istruttore e chiedere che – in base alla tua capacità natatoria – ti prepari una scheda d’allenamento. Scoprirai che un allenamento di nuoto può essere vario e per nulla monotono. Se vuoi migliorare il tuo stile in acqua, iscriviti a un corso per adulti oppure prendi almeno una lezione ogni 15 giorni, scriviti l’allenamento e ripetilo durante le due settimane successive. Vedrai che farai progressi alla velocità della luce.

Passo 6: E dopo?

Dopo l’allenamento bevi molta acqua e ricordati di fare immediatamente uno spuntino leggero (ad esempio qualche noce e una scaglia di Parmigiano) per evitare di aver voglia di divorare la scrivania dell’ufficio dopo qualche ora.

Tieni il cronometro a portata di mano: non dovrai impiegare più di 20 minuti a prepararti. È più che fattibile, al limite ti ci vorrà un po’ d’allenamento anche per questo. Scoprirai che questo modo di affrontare la cura del corpo sarà di beneficio alla tua vita quotidiana e imparerai a ottimizzare i tempi.

Appena puoi, svuota la sacca, sciacqua e asciuga tutto, poi preparala nuovamente, in modo che la volta successiva tu non debba fare altro che ricordarti di prenderla. Hai la testa tra le nuvole? Depositala nel portabagagli dell’automobile o mettila davanti alla porta di casa in modo che alla mattina tu sia obbligata a scavalcarla per uscire.

Adesso non hai più scuse: buona nuotata!



Francesca Piccinini si ritira: carriera e successi Foto © Agenzia Fotogramma
Sport Femminili

Francesca Piccinini si ritira: carriera e successi

Donne e calcio
Sport Femminili

Quanto guadagnano le calciatrici femminili

Tifare Olanda
Sport Femminili

Lieke Martens: curiosità e vita privata dell’attaccante olandese

Bandiera americana
Sport Femminili

Julie Ertz: curiosità e vita privata della giocatrice USA

Classifica calciatrici femminili più forti
Sport Femminili

Classifica calciatrici femminili più forti

Sport Femminili

Chi è Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile di calcio

calciofemminile
Sport Femminili

Calcio femminile: il punto sui Mondiali di Francia 2019

Annalisa Minetti torna a correre nelle Fiamme Azzurre. Foto © Account Instagram @annalisaminettiofficial
Sport Femminili

Annalisa Minetti torna a correre nelle Fiamme Azzurre

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking
Viaggi

Cammini in Italia: percorsi a piedi per gli amanti del walking

Il walking è un hobby che apporta numerosi benefici psico fisici e che permette di scoprire paesaggi bellissimi. Ecco i più bei cammini in Italia.

Leggi di più