Carolina Kostner

Italia d’oro a Saitama: Cappellini-Lanotte primi, Kostner terza

Si chiudono in modo trionfale i mondiali di pattinaggio in Giappone: Anna Cappellini e Luca Lanotte Campioni del Mondo di ice skating, Carolina Kostner al terzo posto nell’individuale

Grand’Italia a Saitama. Nella notte – ovvero nella serata giapponese – si è chiusa l’edizione 2014 della rassegna iridata di pattinaggio su ghiaccio di figura, la cui attesa e popolarità a livello mondiale è stata certamente amplificata dalle splendide gare olimpiche di Sochi 2014 nella disciplina che solo un mese fa hanno illuminato il palazzetto del ghiaccio russo. Una notte che, per l’Italia, si è chiusa con il botto, concentrando le emozioni e l’adrenalina in poche ore. Se il bronzo di Carolina Kostner, ennesimo alloro nella sua straordinaria carriera, era forse nelle attese di tutti, meno prevedibile era invece l’incredibile e spettacolare trionfo di Anna Cappellini e Luca Lanotte nella ice dance, prima medaglia d’oro in questa specialità di una coppia italiana nella storia di questo sport. Una vittoria fantastica, figlia di anni di sacrifici e di duri allenamenti che aveva già conosciuto nel titolo europeo lo scorso anno un primo grande riconoscimento e che ha trovato, ora, il suo più importante suggello.

Il podio di Saitama
Il podio di Saitama

Un trionfo inatteso e meritato

Cappellini Lanotte
È stata una vittoria al cardiopalma che le lacrime copiose ed irrefrenabili di Anna hanno commentato più di mille parole. Una vittoria sul filo di lana: solo 2 centesimi di punto hanno diviso al termine della competizione i nostri due connazionali dalla coppia canadese Kaitlyn Weaver-Andrew Poje che, esibendosi per ultimi dopo gli azzurri, hanno fatto vivere ad Anna e Luca quelli che probabilmente sono stati i dieci minuti più spasmodici ed impazienti della loro vita.

Una vittoria costruita grazie al programma corto, straordinario, e ad un terzo posto nel programma lungo che ha regalato ai due il miglioramento del proprio record italiano.
Terzi gli esperti francesi  Nathalie Pechalat-Fabian Bourzat che chiudono con un bronzo la loro carriera, mentre i grandi delusi sono stati senza dubbio i russi Elena Ilinykh-Nikita Katsalapov, unico duo presente fra i “medagliati” di Sochi e grandi favoriti che hanno chiuso solo quarti. Certo, come già ricordato negli scorsi giorni, la gara risentiva delle assenze di tre delle prime quattro coppie classificatesi a Sochi, ma non per questo il trionfo mondiale di Luca ed Anna viene sminuito. Anzi, diventa un punto di non ritorno per la scuola italiana, ormai inserita fra le più prestigiose della specialità. Una evidenza corroborata anche dall’ottimo quattordicesimo posto di Charlene Guignard e Marco Fabbri, i giovani allievi di Barbara Fusar Poli, che si confermano una carta importante da giocare in vista del prossimo quadriennio olimpico.

Carolina: quattro anni senza scendere mai dal podio

Lipnistkaya, Asada e Kostner sul podio a Saitama
Lipnistkaya, Asada e Kostner sul podio a Saitama

Ed eccoci a Carolina Kostner: da questo momento l’interrogativo che terrà banco non potrà che essere quello sul suo futuro. Continuerà? Probabilmente no, ma per l’annuncio ufficiale la stessa campionessa di Bolzano si prenderà un po’ di tempo. Nell’attesa, ecco la sesta medaglia iridata della sua carriera, quarta consecutiva a testimoniarne la grandezza. E pazienza se il terzo posto complessivo, figlio di un programma libero da sesto posto che ha permesso a Julia Lipnitskaya di superarla in classifica ed agguantare la medaglia d’argento, si può considerare un po’ al di sotto delle aspettative.

Quanto fatto da Carolina in questi anni resta indelebile: basti pensare che si tratta per lei della ventiseiesima gara consecutiva sul podio, ovvero quattro anni esatti senza mai uscire dalle prime tre postazioni. Ha vinto, ed è stato un trionfo meritato, la beniamina del pubblico di casa Mao Asada che ha raggiunto il punteggio record di 216,69.
Da rimarcare anche la prestazione di Valentina Marchei che, dopo un “corto” non all’altezza delle sue capacità, ha ritrovato se stessa nel free program guadagnando sei posizioni e chiudendo sedicesima.
Ma adesso, tutti attendono la decisione di Carolina. Qualunque essa sia, una cosa è certa: il pattinaggio, ma in generale tutto lo sport italiano, devono tributarle un lungo e sentito ringraziamento. Intanto, ci rigodiamo la sua straordinaria “Ave Maria” vista a Saitama.



Francesca Piccinini si ritira: carriera e successi Foto © Agenzia Fotogramma
Sport Femminili

Francesca Piccinini si ritira: carriera e successi

Donne e calcio
Sport Femminili

Quanto guadagnano le calciatrici femminili

Tifare Olanda
Sport Femminili

Lieke Martens: curiosità e vita privata dell’attaccante olandese

Bandiera americana
Sport Femminili

Julie Ertz: curiosità e vita privata della giocatrice USA

Classifica calciatrici femminili più forti
Sport Femminili

Classifica calciatrici femminili più forti

Sport Femminili

Chi è Milena Bertolini, ct della Nazionale femminile di calcio

calciofemminile
Sport Femminili

Calcio femminile: il punto sui Mondiali di Francia 2019

Annalisa Minetti torna a correre nelle Fiamme Azzurre. Foto © Account Instagram @annalisaminettiofficial
Sport Femminili

Annalisa Minetti torna a correre nelle Fiamme Azzurre

Ella Travolta, chi è l'attrice figlia di John Travolta
Celebrity

Ella Travolta, chi è l’attrice figlia di John Travolta

Assomiglia moltissimo sia al famosissimo papà John che all’altrettanto famosa mamma Kelly. Tutte le curiosità sulla bellissima Ella Bleu Travolta.

Leggi di più