Sport agonistico over 50? Si può!

Chi l'ha detto che alla soglia o superati i cinquant'anni ci si debba fermare.

Sport agonistico
Sport agonistico.

Noi donne, una volta superati i 45 anni, siamo inclini a pensare a noi stesse come a un organismo in lento, ma inesorabile declino psico-fisico.

Poco importa se ci sentiamo ancora attraenti e giovanili. Poco importa se siamo ancora ben provviste di batterie. Tendiamo a vivere il tempo che passa, come un transfer verso un luogo sconosciuto, in alcuni angoli anche un po’ pauroso.

Cresciute con il modello di una donna in piena affermazione in tutti i campi e avendo preso parte alle tappe di questa affermazione, dobbiamo ammettere di non essere preparate fino in fondo ad accettare il cambiamento. Cambiamento, che potrebbe voler semplicemente dire “scalare le marce” e portare la supercar ai box, per sostituirla con un mezzo meno iperbolico, ma più sostenibile sotto tutti i punti di vista. Non per forza dobbiamo lasciarci andare!

Allora, noi cinquantenni (o quasi) siamo ancora della partita, oppure no?! Siamo pronte a lanciarci in una follia capace di riportarci indietro di vent’anni o più?!

È un’avventura che racconteremo in tutte le sue sfaccettature, per dimostrare che l’età è solo un indicatore numerico buono per le statistiche o le indagini socio-demo, ma che non rappresenta assolutamente ciò che abbiamo dentro: il fuoco sacro, impossibile da spegnere.

Questo è il racconto delle imprese di una squadra di canottieri “over”, rigorosamente donne, che hanno deciso di tornare alle competizioni. Esattamente come hanno fatto in gioventù. Ci sarà da divertirsi, perché le difficoltà, gli imprevisti, i dolori (più che le gioie) saranno i cosiddetti “fondamentali” di questo progetto.

Gare, che si preannunciano toste, vista la grande partecipazione di ex-agoniste aggressive come pit bull. Ma toste, lo siamo pure noi, che ci stiamo sobbarcando quasi cinque allenamenti la settimana, con un entusiasmo da fare invidia ai ragazzini e che non vediamo l’ora di essere pronte per la competizione.

Ci sono delle difficoltà, ovvero: gli aspetti fisiologici dell’allenamento, la risposta del nostro corpo alle sollecitazioni imposte dai carichi di lavoro, la nutrizione negli atleti “over”, la cosmetica adatta a proteggere viso e corpo dai raggi solari, l’abbigliamento tecnico mirato.

Si parla di donne, noi donne e di come lo sport agonistico praticato in età matura, sia capace di infondere nuova linfa vitale ad un umore un po’ appannato.

Magari, riuscendo anche a rallentare l’orologio dell’età.


Vedi altri articoli su: Sport Femminili | UnaDONNA Lo Sa |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *