Narcos: la splendida serie sulla storia vera del “re della cocaina”

Pablo Escobar era il più ricco e potente criminale del mondo negli anni ’80. La guerra contro di lui divenne un vero e proprio conflitto civile in Colombia. “Narcos” ne racconta la storia con realismo e crudezza.

Il Cartello di Medellin, una delle più spietate, brutali e potenti organizzazioni criminali della storia, un vero e proprio colosso della produzione e dello spaccio degli stupefacenti capace di generare ricchezze immense e di accentrare un potere capace di far vacillare le fondamenta stesse dello stato sociale. E al centro, il più ricco e spietato protagonista di quella buia pagina della Colombia e dell’intero continente americano: Pablo Escobar, il “re della cocaina”, ucciso da una task force della polizia colombiana nel 1993 dopo una grande caccia all’uomo “guidata” dai servizi segreti americani. È questa pagina di storia vera, cruda e penetrante come solo la realtà sa divenire, ad essere raccontata in Narcos, una delle più riuscite ed attese serie prodotte da Netflix e trasmesse in streaming dal colosso americano recentemente sbarcato anche in Italia. Narcos racconta un pezzo di storia degli anni ’80: la vera e propria guerra civile in terra di Colombia per combattere il “Cartello” ed il complesso reticolo di accordi, contatti e connivenze che esso era riuscito a costruire nella società politica, economica e civile, accumulando una enorme quantità di ricchezze ed un potere spropositato.

Narcos: José Padilha per Netflix

Narcos è una delle produzioni di punta di Netflix, che l’ha realizzata in collaborazione con Gaumont International Television ed è stata accolta generalmente con favore dalla critica e dal pubblico statunitense. Prodotta da Chris Brancato (già nel pool di produzione di Beverly Hills, X-Files, Law & Order, Criminal Intent), Eric Newman e Carlo Bernard, la serie è stata ideata, scritta e diretta dal filmaker brasiliano José Padilha (Elite Squad ed il remake di Robocop) e ha visto come protagonisti Wagner Moura – un convincente Pablo Escobar – Raul Mendez, Boyd Holbrook – che interpreta la “voce narrante” dell’agente della DEA, il Dipartimento Antidroga della polizia americana, Steve Murphy – e Pedro Pascal, che invece presta il volto a Javier Pena, il “vero” poliziotto avversario principe di Escobar. La serie è stata una delle più importanti produzioni Netflix del 2014-2015 ed è estremamente “fresca”, avendo debuttato sul canale americano lo scorso 28 agosto. In Italia è online dal giorno stesso di lancio del canale Netflix, ovvero lo scorso 22 ottobre.

Un pezzo di storia d’America

Narcos è una serie cruda, diretta ed intensa, che racconta con realismo la storia vera di Escobar e del suo gruppo di narcotraficantes – un termine divenuto di uso comune proprio negli anni ’80 e in seguito alla sua organizzazione – nonché delle persone che più li hanno contrastati, come il presidente colombiano Cesar Gaviria o la giornalista-scrittrice Virginia Vallejo. Curioso notare che l’idea originale di Padilha fosse quella di produrre un film, ma una volta resosi conto dell’incredibile quantità di aneddoti e documenti esistenti sul criminale Escobar, il regista brasiliano ha cambiato dea, optando per la realizzazione di una serie. Per questo si è rivolto a Netflix… Notevoli gli aneddoti legati alla produzione della serie e alle scelte di sceneggiatura fatte: i 10 episodi che la compongono sono costruiti sulla descrizione parallela della storia dei “cattivi” – ovvero gli uomini di Escobar con la descrizione di episodi reali sebbene spesso ai limiti dell’incredibile – e dei “buoni”, ovvero dei poliziotti americani e colombiani che, alla fine, lo hanno sconfitto. Si tratta di un vero e proprio documentatissimo spaccato di storia americana: la cocaina ed il suo dilagare, che aveva trasformato una banda di delinquenti di bassa periferia nella più ricca e potente organizzazione criminale del mondo, segnò profondamente anche gli Stati Uniti e la sua diffusione, che divenne capillare, portò l’allora presidente Ronald Reagan a decidere per una lotta senza quartiere…



Film Il Campione
Spettacoli

Il Campione con Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano, il film (non solo) sul calcio che ha convinto anche Totti

Ready Player One, Steven Spielberg
Spettacoli

Ready Player One di Steven Spielberg è il paradiso dei nerd

Poveri ma ricchissimi al cinema
Spettacoli

Poveri ma ricchissimi, esce a Natale il cinepanettone orfano di Fausto Brizzi

Bridget Jones's Baby
Spettacoli

Bridget Jones’s Baby si fa soap, ma le vogliamo bene lo stesso

Music Festival
Spettacoli

I festival della musica top dell’estate 2016

Spettacoli

Prince: trovato morto l’artista più influente degli anni ’80

Gli Europe oggi. A novembre in Italia per festeggiare i trent'anni di The Final Countdown.
Spettacoli

The Final Countdown: gli Europe in Italia a novembre per un tour celebrativo

Spettacoli

Sanremo 2016: Il Festival è finito, evviva il Festival!

Assicurazione viaggio, come funziona e quale scegliere
Viaggi

Assicurazione viaggio, come funziona e quale scegliere

Nell’anno del Coronavirus, tutelarsi per non incorrere in spiacevoli sorprese durante le ferie può rappresentare la scelta più saggia. Ecco cosa c’è da sapere.

Leggi di più