Ponte di Ognissanti, le preferenze dei web-travellers

Sono le capitali dell’est le grandi protagoniste nelle scelte dei viaggiatori che prenotano i loro viaggi via web. Una sorprendente ricerca del portale eDream ne delinea le tendenze

Budapest
Budapest

Cracovia, la grande capitale culturale della Polonia dominata dal leggendario castello del Wawel il cui cuore – lo Stare Miasto, la città vecchia – è riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco per la sua singolare bellezza. Budapest, la meravigliosa città sul Danubio che nel 2011 ha accolto quasi cinque milioni di turisti. Kiev, l’affascinante capitale dell’Ucraina impreziosita dal gioiello bizantino della cattedrale di Santa Sofia. Bucarest e Tirana, città uscite da un lungo isolamento e che adesso permettono a tutti di scoprirne le spesso sconosciute e sorprendenti bellezze. Sono le capitali dell’Est europeo le, in parte inattese, protagoniste nelle preferenze dei web-travellers per le loro vacanze 2013: lo rivela una ricerca effettuata dal portale eDreams, leader europeo in tema di viaggi online, che ha analizzato i propri dati riguardo a voli e prenotazioni che sono transitate sulla sua piattaforma fino al corrente autunno. Una nuova tendenza con una crescita consolidata e che sembra fatta apposta per invogliarci ad un ponte di Ognissanti diverso dal solito…

Kiev, Santa Sofia
Kiev, Santa Sofia

Cultura, divertimento e… low-cost profile

Quali saranno le mete preferite dai viaggiatori nel prossimo ponte di Ognissanti? Questa la domanda cui eDreams ha tentato di dare una risposta attraverso la sua analisi, disponendo di una imponente mole di dati relativi alle milioni di transazioni e prenotazioni veicolate dal suo sito. Ne risulta che le capitali dell’Europa Orientale hanno visto un incremento di prenotazioni di viaggi aerei con destinazione presso di loro di oltre il 40% nell’ultimo anno a fronte di un sostanziale andamento stazionario delle più tradizionali mete europee come Parigi, Amsterdam o Barcellona, da sempre nella hit-parade delle scelte da parte dei viaggiatori. E se Budapest o Cracovia sono città che hanno già conosciuto da diversi anni un flusso di turisti imponente, altre come Kiev, Tirana o Bucarest costituiscono una notevole novità sotto questo aspetto. A spingere in questa direzione, non solo la ricchezza culturale ed artistica, le bellezze naturali e la vivacità della vita notturna di queste città, ma anche e soprattutto la possibilità di affrontare il viaggio a costi decisamente più contenuti e con un profilo assolutamente low-cost.

Cracovia, la Città Vecchia
Cracovia, la Città Vecchia

Il 30% in meno sui costi medi del viaggio

La competitività dei prezzi, sia in tema di voli che per il soggiorno e le spese in loco, è un fatto assolutamente oggettivo e suffragato dai dati. Dal punto di vista del costo del viaggio, c’è subito da dire che sono numerose le compagnie aeree low-cost a servire con le proprie rotte l’Europa dell’Est: infatti, lo scontrino medio relativo ad un volo con esse come destinazioni si aggira intorno ai 130 euro, oltre il 30% in meno del corrispondente valore medio per le tradizionali capitali europee. Da notare anche che tali destinazioni sembrano essere decisamente preferite per vacanze passate nel week-end, dato che il soggiorno medio dura esattamente tre giorni. Per viaggi più lunghi, invece, le destinazioni preferite sono extraeuropee. Il trend, quindi, parla chiaro. Se state cercando una idea diversa ed originale per passare il vostro ponte di Ognissanti, l’opzione “capitali dell’Est” sembra fatta esattamente per voi…

Tirana
Tirana

Photo Credit: Elya, Maurice, Diether, TiranaCity


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *