Pasqua in Toscana alle terme

La Toscana può avvolgerti con i suoi paesaggi da mozzare il fiato e le terme dove trovare l'equilibrio di mente e corpo. Una formula perfetta

toscana

Pasqua è oramai alle porte, si sentono le campane suonare a festa.
Se Natale  è con i tuoi, Pasqua puoi organizzarla con chi e dove vuoi.
Non è necessario volgere lo sguardo oltralpe, va bene una gita fuori porta, magari in Toscana. Da culla del Rinascimento a culla del più grande letterato di tutti i tempi, Dante, naso aquilino e alloro attorno alla testa.
Storia e cultura, il paesaggio toglie il fiato, le terme infondono relax. Sembra una formula perfetta.


La Val d’Orcia ha una bellezza nota in tutto il mondo: gli ulivi, i vigneti, le colline, i profumi, i borghi, gli antichi Monasteri e le rinomate cantine toscane. Tutto ciò fa da sfondo all’elegante Fonteverde Tuscan Resort & Spa, un tempio del benessere immerso nella campagna senese di San Casciano dei Bagni.
Ecco random solo alcuni dei tanti percorsi e trattamenti proposti dalle Terme di Toscana, la Spa di Fonteverde: Bioaquam, un trattamento in  piscina coperta e con passaggio diretto all’area esterna, 22 tipi di idromassaggio tra cui i geyser centrali che attivano la circolazione e massaggiano gli arti inferiori e la zona del perineo; massaggi; twin spa; fitness, trattamenti estetici per viso e corpo; il progetto Equilibrium di Fonteverde che interviene sullo stress con due diversi percorsi,  somatico e ayurvedico; i percorsi idroterapici.

Tra i templi del benessere di terra toscana compare la Grotta Giusti natural Spa Resort, a Monsummano Terme. Immersa nel verde di un Parco secolare, la villa ottocentesca, ora Hotel, si fregia di saloni affrescati, di mobili e quadri d’epoca, di un sapore tipicamente storico.
La piscina termale, all’aperto, ruba la scena con una grande cascata, ha una temperatura di 35°C ed è alimentata da acqua termale bicarbonata, solfata, calcica, magnesiaca.

FONTEVERDE-Grotta Giusti
La Grotta millenaria è una sorta di paradiso naturale ricco di stalattiti e stalagmiti. Non a caso, il Maestro Giuseppe Verdi la definì l’ottava meraviglia del mondo. Qui la temperatura aumenta gradatamente fino ai 34°C, i cinquanta minuti di permanenza aiutano ad eliminare tossine e stress.

All’appello non possono mancare le Terme Bagni di Pisa: fu questa la residenza termale estiva del Granduca di Toscana, Francesco Stefano di Lorena, e luogo mondano frequentato da personaggi celebri, da  Giorgio IV d’Inghilterra a Vittorio Alfieri.
Un gioiello di storia rintracciabile nelle volte settecentesche delle camere, affrescate con tinte a pastello, nei pavimenti in marmo, graniglia e cotto toscano.
Nella Spa e nel centro benessere, grazie ai diversi trattamenti, si fa sottile la distanza tra Oriente ed Occidente.

La Grotta termale dei Granduchi è una piccola grotta naturale raggiungibile attraverso un breve tunnel del ‘700, scoperto solo di recente, qui il bagno di vapore termale a 38°C favorisce il riequilibrio di corpo e mente, la sudorazione e l’eliminazione delle tossine. Ne deriva una piacevole sensazione di relax, un’azione decontratturante a livello osteoarticolare, indicato anche per le vie respiratorie.

In sostanza, se Pasqua 2015 è con chi vuoi, le acque termali di Toscana sono la migliore compagnia.

Photo credits: Fonteverde Collection


Vedi altri articoli su: Pasqua | SPA | Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *