Milano Food Guide: 5 indirizzi street e gourmet da non perdere

5 locali da non perdere, cinque tendenze a cui non rinunciare. Ecco gli indirizzi super-cool da mettere in agenda per un'esperienza che va ben oltre il cibo.

vetrina
Per le strade di Milano alla ricerca dei ristoranti più cool

Il food, ormai è ufficiale, non è solo cibo ma un modo di vivere, sperimentare e interpretare la nostra cultura (o le altre).
In giro per Milano abbiamo scelto 5 posti imperdibili che vale la pena provare, a metà tra lo street food e il gourmet, senza mai dimenticare il made in Italy. Curiosi?

Ham Holy Burger

Una meta per il week end, un locale per una serata speciale. Situato in via Marghera, in via Palermo e (da poco) in Viale Bligny, HAM Holy Burger è un nuovo locale di tendenza in cui vengono sperimentati hamburger preparati in tanti modi. A metà tra l’Italia e gli States, la filosofia di questo locale ruota intorno al numero cinque (o ai suoi multipli): cinque come gli elementi, cinque come i sensi ma anche cinque come le categorie del menù divise rispettivamente in cinque scelte e i -rigorosamente- cinque valori su cui si fonda il servizio, ovvero freschezza, chiarezza, sicurezza, amicizia e libertà.
Il pane usato è chiamato, in gergo, Bun. Soffice come una brioche, saporito e croccante come un panino. Friabile e morbido al punto giusto per accogliere ingredienti di prima qualità, ricche salse e il vero protagonista: l’hamburger. Carne di sola razza piemontese, presidio Slow Food, declinato secondo menù di stagione. Se non fosse chiaro: qui, l’hamburger è sacro!
Non mancano però insalate multicolor, taglieri gustosissimi, due tipi di patate tagliate a mano e dolci super golosi dal nome sensuale e attraente come la “Lovely”, una mousse fredda a base di caffè con nocino, scaglie di cioccolato e cialda ripiena di crema di nocciole. Il tocco smart? Le ordinazioni si fanno dall’ipad e se siete di corsa potete pre-ordinare a distanza trovando il piatto pronto ad aspettarvi appena varcate la soglia.

Dove:
Via Marghera, 34
Via Palermo, 15
Viale Bligny

Antica Focacceria San Francesco

La Sicilia arriva nel cuore di Milano: la storica focacceria palermitana colora la città meneghina con i suoi piatti ricchi di sapori e profumi meravigliosi. La particolarità di questo posto è il ritorno a sapori autentici della tradizione, la rivalutazione del tempo come valore da condividere insieme, attraverso un percorso dei sensi fatto di fragranze: il calore del sole, i profumi e gli aromi. L’artigianalità di prodotti che hanno origini lontane nel tempo, semplici e al contempo sofisticate. Nell’Antica Focacceria San Francesco, la genuinità dei prodotti, il rifarsi alla tradizione italiana e in particolare a quella siciliana fa sì che ci si possa sentire a casa in questa familiare location in cui ci si può immergere in diverse specialità.
Fra i dolci da provare c’è senz’altro il cannolo siciliano e la meravigliosa Torta Sette Veli.

Dove:
Via San Paolo, 15
Via Piero della Francesca, 56
Via Panfilo Castaldi, 37

Mariù – Kebabberia Gastronomica

Ricordate la deliziosa “Parlami d’amore, Mariù”? Proprio da lei, la donna a cui Vittorio De Sica dedicò questa canzone, prende il nome un locale che coniuga il lato divertente e “street” del kebab con ingredienti di altissima qualità. Il kebab come lo farebbero le nostre nonne. Mariù coniuga la preparazione della carne, sempre in verticale alla maniera mediorientale, con ingredienti nuovi, realizzando un perfetto mix di tradizioni culinarie. La carne italiana al 100% non è tritata ma infilata nello spiedo in pezzi interi e condita solo con sale, pepe, e spezie mediterranee come rosmarino e salvia, senza aggiunta di conservanti, insaporitori o prodotti chimici. Un vero e proprio arrosto casalingo in verticale! Gli ingredienti da abbinare alle carni sono rubati al quaderno di ricette della nonna: verdure fresche, creme, verdure sott’olio e salse, quelli delle piccole gastronomie di tutta Italia. Dal pane alle salse, è possibile creare il proprio personalissimo “kebab”, in un gioco di sapori e abbinamenti che vi stupirà. A completare il tutto c’è l’arredo deliziosamente retrò, i tavoli che sembrano banchi di scuola, le pareti quadrettate che ricordano quaderni per appuntare le ricette. Ci piace!

Dove:
Viale Sabotino, 9

Pastis by Al’Less – Bolliti dal mondo

Pastis non è solo un ristorante ma un incontro di visioni, suggestioni ed esperienze. Il locale, dall’aspetto deliziosamente retrò, nasce da un’ex serra che ha conservato il tetto originale e la presenza di un meraviglioso spazio verde. Si tratta di un luogo unico a Milano, in cui ogni giorno si vive un’esperienza nuova: alle degustazioni si affiancano eventi, corsi di cucina, mostre d’arte. Un posto dove è impossibile annoiarsi! I piatti rispecchiano la tradizione italiana, lombarda in particolare. I dolci sono fatti in casa (non perdetevi la mousse di cioccolato al peperoncino) e lasciatevi guidare dagli itinerari culinari suggeriti da Bruno, mente e cuore del locale, per (ri)scoprire sapori vecchi e nuovi che vi stupiranno. Pastis è il posto ideale per gustare prelibatezze, trovare libri, piante a addirittura idee di viaggio. L’appetito, qui, vien viaggiando!

Dove:
Viale Lombardia, 28

 

TOM. TheOrdinaryMarket

Un locale nel centro di Milano ma che potrebbe tranquillamente essere a Berlino, Madrid o New York. Un locale dove gustare ottime tapas, ottimo vino e altre specialità internazionali, ascoltare musica, ma soprattutto sentirti a casa. TOM. -acronimo di The Ordinary Market-  comprende due ambienti, il bar-ristorante e il club dove viene proposta ottima musica. L’ambiente ricrea un’aria “di casa” con arredi, divani e sedie trovati in mercatini vintage anni ‘60 e ‘70. I drink sono molto ricercati e la cucina è affidata allo chef Alessandro Cresta. Il nostro momento preferito? Il Sunday Brunch! Fedele alla propria filosofia TOM. si ispira ancora a New York proponenfo piatti made in USA per eccellenza come: pancakes, lobster roll, cheese cake, carrot cake e i famosi cupcakes; il tutto seguito da una selezione di tè, caffè, spremute e centrifughe.  Non mancano però le aggiunte “Made in TOM.” come il menu “Home Sweet Home”, che ricorda i profumi, gli ingredienti e i sapori veri della cucina delle nonne, e che include la frittata di zucchine, il ricco panino con arrosto di vitello e insalata e la rivisitazione del classico pancake a base di robiola e salmone marinato. Il tutto condito, come sempre, da ottima musica.

Dove:
Via Molino delle Armi ang. via della Chiusa


Vedi altri articoli su: Viaggi |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *