10 libri da leggere sotto l’ombrellone

Quando arriva il momento di riempire la valigia, scegliere il libro da portarsi in vacanza può essere difficile. Per rendervi il compito meno arduo ecco i nostri consigli di lettura

lettura

La bottega dei cuori golosi
La bottega dei cuori golosi
La bottega dei cuori golosi, Jenny Colgan

Piemme2013. L’amore ha un sapore? Per la vecchia zia di Rosie ad ogni grande amore corrisponde un sapore speciale. E lei,  che per anni ha gestito un negozio di caramelle in uno sperduto paesino nel Derbyshire lo sa molto bene. In quel luogo dimenticato dalle grandi catene di negozi, la giovane londinese deciderà di trasferirsi rimanendo affascinata dall’arredamento retrò del negozio, dai grossi vasi pieni di bonbon e liquirizie e dai segreti della burbera zia. Lontano dal cinismo e dalla velocità della city, la dolcezza rapisce i cuori.

Sofia veste sempre di nero
Sofia veste sempre di nero
Sofia veste sempre di nero, Paolo Cognetti

Minimum fax, 2013. Dieci racconti per trent’anni di vita di una donna. La nascita in una famiglia borghese, l’adolescenza tormentata da disturbi psicologici, la scoperta del sesso, la passione per il teatro e la maturità. L’era dei bilanci. Il ritratto di una donna apparentemente come tante, eppure così potente da rimanere scolpito nella memoria, come può fare solo il ricordo del proprio passato. Perché in quei momenti di bellezza e di dolore, di riscatto dalla propria sofferenza, ci ritroviamo tutte.

Teoria imperfetta dell'amore
Teoria imperfetta dell'amore
Teoria imperfetta dell’amore, Scott Hutchins

Einaudi, 2013. Neill Bassett jr ha nel suo passato un difficile rapporto con il padre e un matrimonio fallito; nel suo presente una perfetta e organizzata vita da single e un ambizioso programma di intelligenza artificiale al quale sta lavorando. Tutto fila liscio fino a quando l’avventura di una notte prende una piega inaspettata e il suo lavoro gli permette di dialogare con il padre morto suicida quindici anni prima. Presente e passato si confondono illuminando la storia della sua famiglia.

Una principessa in fuga
Una principessa in fuga
Una principessa in fuga, Elizabeth von Arnim

Bollati Boringhieri, 2013. Scappare via da palazzo, dagli obblighi di corte, dal protocollo impostole dalla sola evidenza d’essere la figlia del granduca di Lothen-Kunitiz, è l’obiettivo di Priscilla. Quello che desidera più d’ogni altra cosa è la libertà e aiutare le persone bisognose. Una vocazione che si rivelerà piuttosto impacciata e oltremodo esilarante. Perché quando l’utopia si scontra con la dura realtà, specie se si è vissuti in una bolla d’oro e di vaniglia, la collisione può lasciare dietro di sé una lunga serie di spiacevoli conseguenze. Una fiaba moderna che si ritrova a fare i conti addirittura con un portafoglio vuoto e con un personaggio femminile in grado di anticipare il suo tempo. Non manca il quasi lieto fine.

Inclini all'amore
Inclini all'amore
Inclini all’amore, Tijana M. Djerkovic

Playground, 2013. La storia di un padre, la storia di una famiglia, la storia del proprio paese. L’amore per la poesia, che è amore per la vita, che riesce a salvare dai colpi bassi. Così Tijana Djerkovic racconta la vita di un grande poeta serbo, suo padre, finendo per tessere l’intima trama della sua famiglia, dal nonno paterno fino a lei e insieme la storia di un intero paese, così vicino eppure così lontano da noi. Un romanzo che ha il ritmo incalzante della storia collettiva e l’intensità di quella famigliare.  E se pensate che per raccontare i balzi e le cadute della propria storia, la lingua sia quella dell’infanzia vi sbagliate. L’autrice è nata a Belgrado, questa storia è raccontata in italiano.

È iniziato così
È iniziato così
È iniziato così, Penelope Lively

Guanda, 2012. Un appuntamento saltato, un sms intercettato da una moglie inconsapevole, una serie di fortuite coincidenze apparentemente irrilevanti ma inarrestabili, sette vite stravolte. Una sequenza che parte dallo scippo subito dall’anziana Charlot e la conseguenza rottura dell’anca e finisce per far scoprire ad una moglie l’adulterio del marito. Quanto potere hanno le scelte nelle nostre vite e quanto gli eventi, anche piccoli che non possiamo prevedere né controllare? E se il segreto fosse lasciarsi andare e godersi i sussulti della vita? Penelope Lively sembra amabilmente suggerircelo.

HansTuzzi
Un enigma dal passato
Un enigma del passato, Han Tuzzi, Bollati Boringhieri, 2013

Un paese della val d’Ossola, primavera del 1986, una conferenza sulle streghe, una tempesta, un cadavere. Una piccola comunità e tanti segreti. Questi pochi cenni sono sufficienti per decidere di lasciare a casa, quest’estate, i vecchi Agatha Christie. Se poi la penna è quella dell’italianissimo Hans Tuzzi, al secolo Adriano Bon, e il protagonista è anche questa volta, il commissario Norberto Melis, il successo è assicurato. Non è stato il maggiordomo, almeno lui potete scartarlo a priori.

Ernst e Celestine
Ernst e Celestine
Ernst e Celestine, Daniel Pennac

Feltrinelli, 2013. La topolina Celestine fugge da un destino già scritto per seguire la sua vocazione di pittrice e incontra l’orso-clown Ernst. Il mondo dei topi che vivono sotto terra incontra quello degli storici nemici: gli orsi. Una bella favola sui legami, quelli veri, quelli forti, che sanno andare oltre qualsiasi pregiudizio. Amicizia, lealtà, delicatezza in una storia che riesce a parlare a tutte le età. Perfetta da leggere insieme al proprio bambino mentre si aspetta che arrivi l’ora del bagno. E poi a casa, per guardare insieme il film d’animazione del regista Stéphane Aubier.

Siamo fatti di stelle
Siamo fatti di stelle
Siamo fatti di stelle, Margherita Hack con Marco Morelli

Einaudi, 2013. Guardiamo le stelle con i piedi sulla terra, dalla piccolezza delle nostre vicende quotidiane, ai grandi incontri che cambiano una vita. Questo libro consegna il ritratto di una grande donna e una grande scienziata che già ci manca. Le storie che ascoltava da bambina, la passione per le stelle, le piccole vicissitudini di una vita e i massimi sistemi. Margherita Hack si racconta, con l’ironia che non dimenticheremo mai e ci lascia i suoi pensieri di donna, moglie, sognatrice.

Il pasticciere del re
Il pasticciere del re
Il pasticciere del re, Anthony Capella

Neri Pozza, 2013. Carlo Demirco è il pasticciere di Versailles e Carlo II Stuart è un re triste. Convinto che la sorella sia stata assassinata dal marito, Filippo di Francia, rinuncia a qualsiasi piacere e si rinchiude nel dolore provocato dalla sua perdita. Potrà la pasticceria risollevare le sorti di un casato così indispensabile a Luigi XIV? Un romanzo storico pieno di misteri da svelare e gelati all’ananas da preparare in un tempo in cui era più facile risolvere i primi che preparare i questi dessert da privilegiati.


Vedi altri articoli su: Cultura |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *