Joe Bastianich e Chitarra: dagli spaghetti alla musica?

Perchè il celebre italo-americano suona la chitarra ad una festa per bambini?

BastianichTweet

***UPDATE***: Possiamo tirare un sospiro di sollievo! Joe Bastianich non lascerà il cibo e la cucina per la musica – Joe ha deciso di rinnovare la partnership con KIA e diventare testimonial del contest #thesoulmustgoon (https://www.thesoulmustgoon.it/)


 

Chitarra e Bastianich: data la popolarità televisiva in ambito culinario dell’italo-americano più famoso del momento, il comune denominatore a cui verrebbe spontaneo pensare sarebbero gli spaghetti.

Il grande pubblico lo conosce come severo giudice culinario televisivo, ma l’imprenditore, nato a New York ma originario dell’Istria, è molto di più: ambasciatore della cultura enogastronomica italiana nel mondo, è proprietario di 25 ristoranti e di due sedi, quelle di New York e Chicago, del franchise di successo dedicato al food made in Italy, Eataly, oltre ad un prosciuttificio a San Daniele e a 4 aziende vinicole nei luoghi più importanti per la produzione di vino nel mondo.

Una carriera affermata nel food and wine, dunque. Ma Joe Bastianich è un uomo pieno di risorse, e non intende fermarsi. Sembra, infatti, che il celebre italo-americano voglia ulteriormente espandere i propri successi, spostandosi dalle arti culinarie a quelle musicali, o almeno questo è quello che sembra da un recente tweet dal suo account Twitter ufficiale dove Joe, nell’italiano simpaticamente sgrammaticato che è diventato un suo vero e proprio segno distintivo, dichiara: “La #musica è il mio grande passione, da oggi la mia priorità”.

In effetti, anche questo video, che vede Bastianich suonare la chitarra ad una festa per bambini, sembra confermare le ipotesi della svolta di carriera del ristoratore. Che Bastianich voglia lasciare il cibo per la musica? Per rimanere in ambito musicale, possiamo solo dire “Lo scopriremo solo vivendo”…



Vedi altri articoli su: Celebrity |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *