Festa della donna: origini e storia
Lifestyle

Festa della donna: origini e storia

8 marzo, una giornata dedicata a tutte le donne nel mondo. Scopriamo le origini di questa festa.

Si avvicina anche quest’anno la giornata dedicata alle donne; l’otto marzo è oggetto di interessi commerciali di tante aziende che ne hanno fatto una giornata di eventi promozionali dedicati al gentil sesso, ma è bene ricordare il vero senso di questa ricorrenza annuale e le sue origini.

La festa della donna vuole essere un’occasione per ricordare le conquiste politiche e sociali ottenute con tempo e sofferenza, un momento per riflettere sugli ancora troppo diffusi episodi di violenza, una giornata per riflettere sulla disparità dei sessi che non è del tutto archiviata nella nostra società moderna; un momento per guardare i passi da compiere e riflettere sulla strada fatta.

8 marzo, quali sono le origini?

Da dove nasce questa ricorrenza internazionale? In tanti pensano sia dovuta al famoso rogo del 1908 avvenuto in una fabbrica tessile di New York, dove persero la vita moltissime operaie.

In realtà questa è una leggenda mediatica diffusasi dopo gli anni ’50. Le vere origini della festa della donna sono da rintracciarsi sempre negli Stati Uniti ma in un’occasione diversa.

La prima ricorrenza sul tema fu istituita ufficialmente dal Partito Socialista americano il 28 febbraio del 1909, che in questa data organizzò una grande manifestazione in favore del diritto al voto femminile.

In quegli anni il fermento per i diritti civili delle donne era presente ovunque in America: tra il 1908 e il 1909 migliaia di operaie della Grande Mela portarono avanti proteste e scioperi di giorni per rivendicare salari adeguati per le operaie.

In seguito alla tragedia del 25 marzo nella fabbrica di New York, gli animi si infiammarono ancora di più moltiplicando le manifestazioni anche in molti Paesi europei dove, in ogni Stato, si istituirono giornate dedicate alle donne.

Quando venne definita la data dell’8 marzo e quale fu il primo Paese a istituirla in questo giorno? Fu nel 1917, quando quel giorno in Russia, a San Pietroburgo, le donne della città scesero in piazza per chiedere la fine della guerra dando origine alla rivoluzione russa di febbraio.

Le delegate della Seconda conferenza internazionale delle donne comuniste a Mosca scelsero quindi questa data per istituire la “giornata internazionale dell’operaia“, grazie al forte significato simbolico che aveva assunto nel Paese.

Quando venne festeggiato l’8 marzo in Italia la prima volta?

Nel settembre 1944 a Roma è stato istituito l’UDI, Unione Donne Italiane, che scelse di celebrare il successivo 8 marzo la giornata della donna nelle zone d’Italia liberate dalla dittatura fascista.

Fu però il 1946 l’anno di condivisione in tutta Italia dell’iniziativa e venne scelta la mimosa, il fiore che sboccia nei primi giorni di marzo, per rappresentarla.

Si deve aspettare però l’arrivo degli anni ’70 per vedere in Italia un vero e proprio movimento femminista.

Il 1975 è l’anno della condivisione internazionale della ricorrenza; le Nazioni Unite lo definirono infatti l’anno internazionale delle Donne e l’8 marzo di quell’anno i movimenti femministi di tutto il mondo organizzarono manifestazioni dedicate alla parità dei sessi.



Celebrity

Tommaso Zorzi e Stanzani: regalo speciale da un fan

Celebrity

Nicolò Zaniolo diventa papà: la foto con il figlio

Lifestyle

Ilary Blasi: l’assenza dal mondo dello spettacolo

Spiaggia dove vedere i maialini dove si trova
Viaggi

Spiaggia dove vedere i maialini: dove si trova

Celebrity

Elettra Lamborghini: il concorso a tema Pistolero

TV

Sonia Bruganelli:: mai più in televisione

Cosa fare a Ibiza in caso di pioggia, idee e suggerimenti
Viaggi

Ibiza: cosa fare in caso di pioggia

Celebrity

Chiara Ferragni: la tenera dedica per Matilda