Van Gogh Alive: la mostra a Milano

Video e musica alla Fabbrica del Vapore di Milano per immergersi nei quadri di Van Gogh in un’esperienza multimediale

Avete mai desiderato bere qualcosa a uno dei tavolini di “Caffè di Notte” di Van Gogh? Sedervi sulla coperta della “Camera di Vincent ad Arles”? O respirare l’aria di tempesta di “Campo di grano con volo di corvi”? Lo avete desiderato pensando che immergersi in tutti quei colori sarebbe stato incredibilmente bello e riposante? Se la risposta è sì, il posto in cui realizzare il vostro desiderio è la Fabbrica del Vapore a Milano dove, dal 6 dicembre 2013, è stata allestita la mostra Van Gogh Alive.

L’esperienza di Van Gogh Alive

Il percorso promosso dal comune di Milano e realizzato in collaborazione con Grande Exhibitions e Perlage Grandi Eventi, non ha nulla di convenzionale.

Il visitatore viene accolto in uno spazio unico multi screen e, improvvisamente, si trova circondato da oltre 3000 immagini di opere, disegni, schizzi e lettere dell’artista olandese che scorrono e si susseguono accompagnate da brani di musica classica di autori contemporanei al pittore.

Se all’inizio l’impatto è quasi disorientante, perché immersi in tanta bellezza non si sa dove guardare, lentamente la preoccupazione di non perdersi nemmeno un fotogramma svanisce e ci si sente come a casa. Si può girovagare per la sala, sedersi in un angolo, appoggiarsi a una delle pareti schermo e godersi lo spettacolo di colori e luce offerto dalle opere di Van Gogh proiettate enormi e nitidissime grazie al sistema Sensory4.

Un percorso in “movimenti”

La mostra propone un “viaggio” suddiviso in movimenti come una partitura musicale, i singoli movimenti rappresentano alcune delle tappe fondamentali della vita dell’artista: gli esordi nei Paesi Bassi, la Parigi degli impressionisti, i capolavori dipinti ad Arles, Saint Rémy e Auvers-sur-Oise, i disegni e gli schizzi. Il tutto è poi accompagnato dalla proiezione di stralci di alcune delle numerose e bellissime lettere che Van Gogh scrisse nel corso della sua vita.

L’esibizione è, oltretutto, un modo fantastico per avvicinare anche i più piccoli all’arte, coinvolgendoli attraverso questo innovativo sistema multimediale. Sono disponibili anche numerosissime e interessanti didattiche per studenti delle scuole primarie di primo e secondo grado.

In una delle lettere proiettate Van Gogh scriveva: “Credo che non ci sia nulla di più artistico che amare la gente”. Mi chiedo quanto troverebbe artistico amare la gente che ora può trovarsi impastata nei colori delle sue opere.

Van Gogh Alive – The Experience

Dove: Milano, Fabbrica del Vapore, Via Procaccini, 4

Quando: dal 6 Dicembre 2013 al 9 Marzo 2014

Orari: tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00, Giovedì e Sabato dalle 10.00 alle 23.00

Biglietti: intero € 12,00; ridotto € 10,00; ingresso libero per bambini sotto i sei anni.

Informazioni: Fabbrica del Vapore, Tel 02-33606436



Malocchio
Cultura

Malocchio: cos’è, frasi e alcune curiosità

Pripyat storia della città fantasma vicino Chernobyl
Cultura

Pripyat: storia della città fantasma vicino Chernobyl

"Viva", il quinto singolo di Bianca, cantautrice milanese
Cultura

“Viva”, il quinto singolo di Bianca, cantautrice milanese

I migliori podcast del momento che non puoi fare a meno di ascoltare
Cultura

I migliori podcast del momento che non puoi fare a meno di ascoltare

Chi ha inventato il letto
Cultura

Chi ha inventato il letto

Buddismo simboli e significato di questa religione
Cultura

Buddismo: simboli e significato di questa religione

Boom di libri di Self Help: 6 da leggere adesso
Cultura

Boom di libri di Self Help: 6 da leggere adesso

Mano di Fatima significato, storia e simbolo
Lifestyle

Mano di Fatima significato, storia e simbolo