I consigli di Barbanera per il vivere quotidiano

Per affrontare al meglio questo mese di luglio. Dall'Almanacco Barbanera 1762 – Gli Almanacchi del Buon vivere

barbanera luglio

Che bella l’estate, ma che strazio le zanzare! Anche contro i fastidiosissimi insetti, però, la Natura ci può venire in soccorso. Sarà infatti utilissimo mettere piante di gerani, cedronella o lavanda dentro e fuori casa, ma anche passarsi direttamente sulla pelle foglioline di melissa o olio essenziale di lavanda (nei punti caldi come polsi e caviglie). Anche l’alimentazione può giocare un ruolo determinante per evitare fastidiose punture notturne. La carne rossa che innalza lievemente la temperatura corporea (essendo di più difficile digestione) e contiene putrescina che poi traspira dalla pelle, andrebbe ad esempio, evitata… Attrae terribilmente le zanzare femmina!
Un altro saggio consiglio di Barbanera, che da 253 anni ci aiuta a vivere bene la quotidianità, riguarda il cibo, anzi le insalate. Questo è sicuramente il momento più adatto per mangiare insalate saporite e salutari. In quelle estive, preparate con tutte le verdure che la bella stagione mette a disposizione, un po’ di cipolla può essere il tocco finale. Oltreché buono, dolce e saporito, questo ortaggio ha inoltre ottime proprietà diuretiche. C’è però un “ma”, non la digeriamo. In questo caso basterà immergerla per mezz’ora in acqua tiepida con poco aceto e potremo finalmente mangiarla senza temere conseguenze.
E per chi ha una casa in campagna, dove andare a rilassarsi, si sa, spesso è possibile trovare degli “ospiti” indesiderati a farci compagnia… i topi. Bene, sarà utile sapere che fra le tante virtù di menta e ruta c’è anche quella di tenere lontani gli impavidi topolini. Basterà piantare la menta o la ruta nei luoghi dove li si vedono di solito passare. Non si avvicineranno più. E se invece che in campagna, abbiamo scelto la montagna per rilassarci, non dimentichiamoci di mettere nello zaino una borraccia, alimenti energetici, un coltellino multiuso, l’indispensabile per disinfettare e curare una ferita, la carta topografica ed infine… la bussola.


Vedi altri articoli su: Barbanera - Almanacco del Buon Vivere |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *