Suocera invadente: come fare?

A volte, la suocera si intromette nella vita di coppia: ecco come gestire questa situazione al meglio

Suocera

In quasi tutte le coppie il rapporto con la suocera crea non pochi problemi alla vita di coppia; ci sono suocere che sanno stare al loro posto senza intromettersi, e ci sono altre suocere che invece colgono l’occasione dei “ritrovi” (es. feste comandate, ricorrenze, compleanni, ecc) per sottolineare, a volte anche pubblicamente, gli errori che secondo lei la nuora sta facendo verso il figlio o verso i nipoti.

La suocera “dipendente”

Ci sono suocere che mantengono un ruolo di supremazia nei confronti del figlio e pretendono di sapere ogni momento la cosa giusta per lui, senza minimamente ricordare che è cresciuto e ha una moglie, o una compagna, che lo sa accudire a pieni voti. La suocera dipendente è la più scomoda e bisogna cercare fin dai primi incontri di far capire i limiti del proprio territorio; spesso le nuore sono sole a fronteggiare queste relazioni malsane perché il proprio marito non vuole litigare o prendere nessuna posizione. Bisogna che la nuora resti calma e ferma nelle sue decisioni e non si faccia venire nessun senso di colpa. La nuora in questo ultimo caso si sente minacciata nel suo ruolo e tende a chiudersi e a mettersi in competizione con lei.

Invasione… di ruoli!

Come mai queste invasioni di ruoli con i relativi risvolti della medaglia?

Spesso i figli sono ancora molto dipendenti dai propri genitori (es. li usano come baby sitter per i figli appena nati, chiedono soldi per coprire spese che non riescono a sostenere, ecc) ed in questo caso i suoceri si sentono in diritto di dire la loro sull’andamento della relazione.

Come gestire la situazione

E’ infruttuoso mettersi in competizione da entrambe le parti! Come si può andare d’accordo quindi?

Spesso si tende a non avere un rapporto personale con la suocera, ci si frequenta cioè solo in occasioni familiari di gruppo, con la presenza del partner, del suocero, dei figli; passare del tempo con lei, invece, condividendo un interesse comune, potrebbe creare una sorta di piacevole complicità.

Essere autonomi economicamente e nelle decisioni è un’ottima base di partenza: la coppia deve cavarsela da sola; vivere insieme o vicini è una condizione ad alto rischio di dipendenza reciproca e andrebbe quindi evitata e sconsigliata.

Il proprio partner e il suo supporto nella gestione della suocera è fondamentale; bisogna essere molto uniti e progettare una linea di condotta comune per rapportarsi con questa figura, a volta scomoda.

La prima cosa da fare è di definire le priorità; dare la priorità al rapporto e mettere in secondo piano le rispettive famiglie deve diventare una condizione d’obbligo. Se il  partner non si fa avanti per difendere la propria compagna dagli attacchi di sua madre, allora si ha un grosso problema che potrebbe deteriorare nel tempo la relazione di coppia.

Insomma: l’unione fa la forza!


Vedi altri articoli su: Myself |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *