Serendipity: la storia di un amore segnato dal destino

Lui e lei: quando l'amore diventa magia

Copyright: Miramax
Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax
  • Copyright: Miramax

Serendipità, ovvero scoprire qualcosa di imprevisto e meraviglioso mentre siamo alla ricerca di qualsiasi altra cosa.

È quasi Natale a New York, quando durante una banale e indaffarata giornata di shopping natalizio Sara e Jonathan si incontrano. Un incontro come tanti altri eppure qualcosa di diverso, come un’aura invisibile, sembra avvolgere questi due perfetti sconosciuti. Una muta attrazione che li coinvolge e che presto cambierà le loro vite.

Desiderare lo stesso paio di guanti, nel reparto accessori di Bloomingdale’s, è ciò che porta Sara e Jonathan a rivolgersi le prime parole. Gli sguardi che si incontrano e le rispettive vite che inevitabilmente collidono. Ognuno con i propri retroscena, le proprie passioni, i propri amori. Jonathan vuole quei guanti per poterli regalare alla sua fidanzata, un perfetto regalo di Natale, Sara vuole tenerli per se.

Un amore a prova di destino

I momenti successivi a quell’incontro trasformano la casualità natalizia in una vera e propria magia, in un caso di serendipità come pochi possono accaderne. Un’alchimia fra un uomo e una donna che si incontrano e scontrano in una giornata come tante.
Le chiacchiere in una caffetteria e la pista di pattinaggio a Central Park, fino a sera. Fino a quando non giunge il momento di allontanarsi e Jonathan sa che non può lasciare andare quella donna, senza sapere di poterla rivedere o almeno risentire. È così che decide di proporle lo scambio dei numeri di telefono, ma Sara rifiuta. Sarà il destino a guidare il futuro che li aspetta e a decidere se le loro vite dovranno riunirsi per poter finalmente far parte uno dell’altra.
Entrambi decidono di tentare: Jonathan scrive il suo numero e il suo nome su una banconota da cinque dollari che spende immediatamente; Sara su una copia del libro “L’amore ai tempi del colera” che il giorno dopo rivenderà a una bancarella di strada.
Se in futuro questi oggetti rientreranno in loro possesso vorrà dire che il destino avrà deciso di unirli.

Per un’ulteriore prova della casualità del loro incontro decidono inoltre di entrare al Waldorf Astoria e prendere ognuno un ascensore diverso. Se entrambi premeranno lo stesso tasto e si ritroveranno allo stesso piano il destino avrà già dato il suo primo segnale positivo.

E come accade in ogni storia ricca d’amore e magia entrambi premono  lo stesso tasto, ma Jonathan a causa di un contrattempo arriva troppo tardi e Sarah se ne è già andata. Di lei rimane solo un guanto adagiato in terra. Un guanto che Jonathan conserva perché è tutto ciò che gli rimane, perché ora ne hanno entrambi uno solo.

Lo scorrere del tempo

La vita scorre, come in ogni luogo e in ogni tempo. Sono passati diversi anni e Jonathan sta festeggiando, insieme a famigliari e amici, i preparativi del suo matrimonio con Halley. Qualcosa però gli è rimasto da quel lontano giorno natalizio: un’usanza, un vizio, forse un’abitudine: fermarsi davanti a ogni mercatino di strada e osservare nella bancarella alla ricerca di quel libro in cui Sara ha scritto il suo numero.
Strane coincidenze, proprio nei giorni prima del matrimonio, stanno colorando la sua vita con un nome solo: Sara. Sono forse segni del destino?

Anche Sara, nel corso del tempo, ha sentito qualcosa di diverso, come un’energia che riportava ogni suo pensiero verso Jonathan, eppure non ha mai deciso di cercarlo.
Ora anche lei deve pensare al suo matrimonio con un affascinante musicista che però la trascura per via della tournee imminente. Ma qualcosa le dice che tutto sta per cambiare.

Ritrovarsi

Inizia una corsa contro il tempo in cui Jonathan non può far a meno di risolvere questo suo dilemma personale e grazie all’amico e a una serie di fortunate coincidenze riesce a recuperare l’indirizzo della nuova casa di Sara. Ma il senso di colpa e un negozio di abiti da sposa gli fanno credere che Halley è la scelta più giusta per la sua vita.

Ma in fondo come possiamo essere certi delle nostre scelte?
A volte il destino è talmente forte che imporsi di ignorarlo altro non è che una fatica vana.
Ecco perché Jonathan, quando torna in possesso di quel libro tanto cercato, e regalatogli dalla sua futura sposa, corre a casa di Sara a San Francisco.
Ma Sara non c’è e uno scambio di personalità con la sorella di lei porta di nuovo Jonathan a rientrare sconsolato alla sua vita di New York, dove un matrimonio lo attende.

Nel frattempo è Sara ad essere nella Grande Mela, fra una via e l’altra alla ricerca di quell’uomo che in realtà non è mai uscito dalla sua vita.
Ed ecco che il destino ancora una volta porta per mano quel legame fra uomo e donna che altro non è che amore eterno.
Sara, ritrovando la banconota da cinque dollari, rintraccia di nuovo Jonathan che nel frattempo ha annullato le sue nozze e l’attende sdraiato sulla stessa pista di pattinaggio che anni prima li aveva uniti così tanto.

Lui fissa le stelle tenendo in mano quel vecchio guanto. Lei sopraggiunge all’improvviso portando il suo, e si ritrovano uno accanto all’altra. Per sempre.

Serendipity, quando l’amore è magia.


Vedi altri articoli su: 14 Storie d'Amore | San Valentino |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *