Rivoglio il mio spazio

Come riconquistare la propria autonomia e privacy quando la vita di coppia ruba certi spazi sacri che prima davamo per scontati

Immagine di donna felice
Voglia di libertà

Nessuno ci pensa prima di cominciare una vita di coppia per una convivenza o un matrimonio: la perdita del proprio angolo di privacy sopraggiunge dopo, quando i tempi e le attività comuni riempiono le giornate senza lasciare posto a ciò che prima facevamo da single. Non perdetevi d’animo, bastano alcune regole d’oro che vi consentiranno di mantenere il vostro giardino segreto evitando intrusioni.

Lasciare chiusa quella porta

Immagine di una porta del bagno
Porta socchiusa
Nella vita di coppia si impara in fretta a condividere tutto: spazi fisici, attività, persino bisogni vitali. Imparate a chiudere la porta del bagno quando vi lavate i denti o vi truccate: sembrerà una banalità eppure impedisce al partner o ai figli di invadere la vostra sfera di intimità senza motivo. Se la porta resta aperta, la soglia sarà varcata per motivi futili – come prendere un pettine o cercare il dopobarba – e innescherà meccanismi automatici che lo legittimeranno a disturbare la vostra privacy.

Dedicare un giorno a se stesse

Riservare un momento della settimana per se stesse, specie in una vita di coppia senza figli, non è un lusso. Imponetevi di stabilire un giorno fisso in cui non ci sarete per nessuno, in modo particolare per il partner, e che dedicherete solo a voi stesse. Ad esempio il mercoledì o il giovedì sera, avrete la vostra serata dedicata: se avete un’indole solitaria e vi piace coccolarvi, sarà una serata all’insegna della lettura e del cocooning; se invece vi piace uscire e chiacchierare con le amiche, quella sarà la vostra uscita settimanale, in cui andrete a cinema o a teatro con l’amica del cuore.

Immagine di amiche che si divertono
Serata tra amiche
Sia nel caso di una vita di coppia senza amici in comune che di una vita a due con uscite di gruppo, è importante riservare di tanto in tanto una serata a voi stesse; se avete figli potete negoziare un paio di sere al mese con il vostro partner, che ricambierete ovviamente, in modo da ritagliare uno spazio per voi e ricaricare le pile.

Riservare un angolo della casa

Donna sul divano con un PC in intimità
Un angolo per sè
Lo spazio fisico influenza l’ordine e l’equilibrio mentale. Avere un angolo tutto per sé, ancor meglio una stanza laddove possibile, è un toccasana per la mente. Sarà il luogo in cui vi rifugerete, dove trascorrerete del tempo da sole, intente a fare qualcosa o semplicemente a rilassarvi. Non fate l’errore di condividere tutti gli spazi con il vostro partner senza ritagliare un posticino per voi. Anche per l’altro sarà utile vedere che esiste un posto della casa che non è condiviso e accessibile ad entrambi, che appartiene solo a voi e che non può essere invaso.

Abitudini da single

Donna che fa una lista
Fare una lista
Soprattutto all’inizio di una convivenza, il retaggio delle abitudini da single potrebbe urtare la sensibilità dell’altro. Non cancellate ogni gesto che compivate prima per compiacere il partner, non tutto deve essere condiviso. Decidete con calma cosa volete dividere e cosa, invece, volete mantenere solo per voi. Ad esempio, fate una lista delle attività che volete continuare a svolgere da sole o con le amiche e di quelle che volete invece vivere a due, anche se in maniera diversa rispetto a prima. Non è una logica razionale dell’amore, ma un accorgimento utile per  una vita di coppia felice che vi aiuterà a preservare i vostri spazi vitali e con il tempo vi accorgerete di quanto sia benefico per entrambi.


Vedi altri articoli su: Vita di Coppia |

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *